Utente 111XXX
salve questo è l'esito di una TAC eseguita ieri da mio suocero che ha 73 anni . TAC TORACE CON CONTRASTO Paziente sottoposto a GASTRECTOMIA TOTALE per NEOPLASIA ( aprile 2011). Presenza di multiple tumefazioni adenopatiche nelle stazioni mediastiniche ,le maggiori delle quali di circa 35 mm.alla finestra aorto-polmonare. Tumefazioni linfonodali si apprezzano in sede ilare bilateralmente. Multiple nodulazioni di significato secondario si apprezzano in entrambi i polmoni. Soffusione pleurica bilaterale. L'indagine è stata estesa all'addome ove si apprezzano lesioni secondarie ipodense a carico del lobo sinistro epatico ed adenopatie in sede interporto-cavale. ........devo dire che dopo l'operazione ha eseguito un ciclo di chemio leggera ,poi uno un pò più pesante ma sembra che non sia servito a nulla.ora il problema è che 3 giorni fa è caduto e si è lesionato la testa del femore e deve essere operato e per un pò non potrà fare un'altro ciclo di chemio ancora più pesante.la mia domanda è visto l'esito della Tac, sarebbe il caso di fargliela fare calcolando che per ora deve affrontare la questione del femore e quindi non potrà farla nell'immediato?! grazie mille anticipatamente per le vostre risposte!

[#1] dopo  
Dr. Bruno Pasquotti

24% attività
0% attualità
8% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Un intervallo libero da malattia di circa 1 anno è un periodo relativamente breve. Ci sono già lesioni metastatiche linfonodali, epatiche e polmonari. sarebbe utile conoscere il tipo di farmaco che sarà usato ma verosimilmemte sarà un farmaco di terza linea. Io affronterei il problema ortopedico e valuterei assieme all'Oncologo medica la reale efficacia di un ennesimo ciclo di Chemioterapi.
Cordialmente
Dr. Bruno Pasquotti

[#2] dopo  
Utente 111XXX

grazie per la risposta dottor Pasquotti,mio suocero è stato operato,3 giorni fa,ieri gli hanno fatto una trasfusione di sangue perchè a detta loro aveva un forte calo di ferro,e gli hanno messo anche la mascherina dell'ossigeno,perchè non riesce a respirare bene.....poi mio suocero lamenta dolori alla schiena all'altezza dei polmoni,lui crede che il motivo sia perchè alla casa passava un po di tempo sdraiato sul divano,e noi glielo facciamo credere,i due cicli di chemio già fatti lui sa che erano solo a scopo preventivo,ora la nostra difficoltà è il dovergli dire o meno l'esito effettivo della tac,e che la chemio che ha già fatto in sostanza non è servita a nulla,e che deve farne un'altro ciclo piu pesante.....io mi chiedo sarebbe il caso di continuare a non dirgli nulla riguadante il suo reale stato??

[#3] dopo  
Dr. Bruno Pasquotti

24% attività
0% attualità
8% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Cosa intende con la frase "mio suocero è stato operato"? E' sempre difficile poter rispondere alla sua domanda e ancor più non conoscendo il paziente. Non posso dare alcun suggerimento in questo senso se non dirgli che forse è meglio continuare con la terapia almeno fino al momento in cui si potranno apprezzare risultai soddisfacenti. Gli si può dire che tutto quanto viene fatto in questo momento serve a tere sotto controllo la malattia.
Un saluto
Dr. Bruno Pasquotti

[#4] dopo  
Utente 111XXX

Chiedo scusa dottore,volevo dire che è stato operato alla gamba per la lesione al femore....

[#5] dopo  
Utente 111XXX

purtroppo mio suocero è morto.

[#6] dopo  
Dr. Bruno Pasquotti

24% attività
0% attualità
8% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Le porgo le mie più sentite condoglianze in questo momento difficile.
Dr. Bruno Pasquotti

[#7] dopo  
Utente 111XXX

la ringrazio di cuore, dottor Pasquotti!