Utente 282XXX
Buonasera, mio padre di anni 78, da circa un mesetto, lamenta un dolore lancinante nella zona tibiale, che aumenta camminando e durante la notte. Non ha avuto traumi alla tibia. Al mio occhio inesperto mi sembra di notare un certo gonfiore nella parte anteriore della tibia, non dolente alla palpazione. Abbiamo fatto due visite angiologiche (dal momento che 5 ani fa all'altra gamba ha avuto una trombosi venosa profonda, ormai risolta), con ecocolordopler venoso ed arterioso, da cui non si evincono alteriori. L'esame del d-dimero riporta però un valore elevato 1200, mentre la fosfatasi alcalina è nei valori normali. La mia paura è quella del tumore. Mio padre ha avuto 10 anni fa un cancro alle vescica. Da un anno e mezzo ha smesso i consueti controlli. Quali esami dovrei fargli fare? Meglio RX, Rm, Tac, scintigrafia ossea? In caso quale è la dicitura precisa della zona da indagare, dal momento che vorrei prenotarla privatamente. Posso fargli fare esami del sangue specifici? Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ma prima di programmare esami strumentali occorre TRAMITE UNA VISITA fare una diagnosi anche se imprecisa. Partirei da una visita ORTOPEDICA.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 282XXX

Grazie, seguirò il suo consiglio, partendo dalla visita ortopedica.