Utente 358XXX
Gentilissimi Specialisti,

sono un ragazzo di 30 anni, ho letto molto le discussioni presenti con i relativi consigli dei specialisti e proprio per la preparazione e la gentilezza di quest'ultimi ho deciso di provare ad esporre il mio problema che non mi fa dormire la notte.
Premetto, che sono un ragazzo molto ansioso e anche per una semplice bronchite ne faccio un dramma.
Adesso vado al dunque, mi sono accorto da circa 3 mesi di avere 2 linfonodi zona inguine ingrossati ( o meglio 1 lato sx e l'altro lato dx) ho fatto ecografia addome completo ed è stato riscontrato la presenza di due linfonodi di tipo reattivo uno di 0,9mm e l'altro di 10mm di contorni omogenei. Inoltre, nell'eco tutti gli organi milza,pancreas,reni,vescica,fe gato era tutto ok tranne per la prostata che indicava di dimensioni normale ed ecostruttura disomogenea per alcune piccole calcificazioni nel suo contesto. Tra alcuni sintomi che avverto ho fastidio/bruciore nella zona pelvica e dei fastidi che si irradiano dall'inguine alla gamba ma non in maniera continua.
Il mio medico di base mi ha prescritto di assumere ananase 40mg 4 pillole per 4/5 giorni ho completato il 3giorno ma i linfonodi sono ancora lì.
Preciso che prima della comparsa di questi linfonodi ho praticato ciclismo ma comunque è già da 2 mesi che non prendo la bici.
I linfonodi possono gonfiarsi per una prostatite?
Aiutatemi ho paura, ho paura sia qualcosa di grave.

[#1]  
Dr. Lucio Pennetti

32% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
La prostatite può' accompagnarsi a linfoadenopatia inguinale e pertanto sarebbe consigliabile una visita urologica.
Saluti
Dr. Lucio Pennetti
Specialista chirurgia generale
Specialista chirurgia vascolare
Chirurgia videolaparoscopica

[#2] dopo  
Utente 358XXX

Grazie Dr.Pennetti,
ho seguito il suo consiglio, ho eseguito visita dall'urologo, il quale mi ha sottoposto ad ecografia, Urino Flusso Metria e Esplorazione Digito Ano Rettale. Il risultato è tutto nella norma, ha riscontrato solo un esito prostatite, poi tutto ok, attraverso l'EDAR ha riscontrato prostata soffice e di volume normale.
Ho fatto un esame di urinocoltura la quale è risultata negativa e anche emocromo con Ves e PCR tutto nella norma.
Perchè sono sempre gonfi questi linfonodi? ho notato che se rimango in piedi per tanto tempo mi sembrano più gonfi.
Inoltre, ho dimenticato a dirVi che il 26 Maggio del c.a. sono stato sottoposto ad un intervento al piede per l'esportazione di un nevo sul dito del piede dx, potrebbe essere anche questa la causa? potrebbe essere che dopo 4 mesi siano ancora gonfi?
Vi prego aiutatemi, ho paura!!!!

[#3]  
Dr. Lucio Pennetti

32% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prima di tutto chiedo scusa se non ho risposto prima,ma ho avuto problemi di collegamento.
Se non è' presente febbre o dolore,l'ingrossamento persistente dei linfonodi puo' rappresentare l'esito fibrotico post infiammatorio(es,prostatite).
Comunque con una buona ecografia si può' valutare se i linfonodi sono in fase attiva o meno di flogosi.
Saluti
Dr. Lucio Pennetti
Specialista chirurgia generale
Specialista chirurgia vascolare
Chirurgia videolaparoscopica

[#4] dopo  
Utente 358XXX

Gent.mo Dott.Pennetti,

Le chiedo scusa se sono nuovamente qui per chiederLe un consulto.
Innanzitutto la ringrazio per la Sua precedente risposta.
Purtroppo i linfonodi continuano a persistere, ho eseguito degli esami ematochimici più completi che riporto qui di seguito:

Sodemia 141 mEq/l (v.n. 132-148)
Potassemia 3.8 mEq/l (v.n. 4 - 5,6)
Creatininemia 0.99 mg % ml (v.n. 0.6 - 1.4)
Alfa amilasi 59 U/l (v.n. fino a 100)
Bilirubina Totale 2.22 mg % ml (v.n. fino a 1)
Bilirubina Frazionata 0.99 mg % ml (fino a 0.25)
TGO 26 U/l (v.n. < 38)
TGP 17 U/l (v.n. < 40)
Glicemia 92 mg % ml (v.n. 60-110)
Azotemia 27 mg % ml (v.n. 15- 50)
Ves 1h 2 mm (v.n. <10)
Ves 2h 4 mm (v.n. 4-10)
I.K. 2
PCR negativa mg/l (v.n. <6)
Ferritina 104 ng/ml (v.n. 68-434)
LDH 461 U/l (v.n. 190 - 480)

Elettroforesi delle siero proteine
Proteine totali 8.1 gr/dl (v.n. 6-8)
Albumine 61.7 % (v.n. 52-68)
Globuline Alfa1 2.3 % (v.n. 2-5)
Globuline Alfa2 8.8 % (v.n. 6,6-13.5)
Globuline Beta 10.9 % (v.n. 8,5-14,5)
Globuline Gamma 16.3 % (v.n. 11-21)
Fosf.Alcalina 208 U/l (v.n. 48-279)
Y GT 20 U/l (v.n. 9-61)
Uricemia 4.6 mg % ml (v.n. 3,4 - 7)
Sideremia 61 mcg % ml (v.n. 60-160)
Emocromo
WBC 4.5 10^3/ul (v.n. 4.0 - 8.0)
LYM 1.6 10^3/ul (v.n. 1.0 - 5.0)
MON 0.3 10^3/ul (v.n. 0.1 - 1.0)
GRA 2.6 10^3/ul (v.n. 2.0 - 8.0)
LYM% 36 % (v.n. 30.0 - 40.0)
MON% 6.5 % (v.n. 2.0 - 10.0)
GRA 57.5 % (v.n. 50.0 - 65.0)

RBC 5.02 10^6/ul (v.n. 3.90 - 5.40)
HGB 13.6 g/dl (v.n. 11.0 - 16.0)
HCT 40.2 % (v.n. 36.0 - 48.0)
MCV 80.1 um^3 (v.n. 80.0 - 96.0)
MCH 27.1 pg (v.n. 26.0 - 32.0)
MCHC 33.8 g/dl (v.n. 31.0 - 36.0)
RDW 13.5 % (v.n. 10.0 - 16.0)

PLT 190 10^3/ul (v.n. 150 - 400)
MPV 9.3 um^3 (v.n. 7.0 - 11.0)
PCT 0.177 % (v.n. 0.160 - 0.500)
PDW 13.1 % (v.n. 10.0 - 18.0)

Come avrà notato i parametri che non sono nella norma sono il potassio leggermente più basso, la bilirubina da quando ho 16 anni ho sempre avuta alta mi hanno detto di avere la sindrome di Gilbert (inoltre ho dei calcoli alla colecisti asintomatici) e poi ldh seppure dentro la norma non Le sembra un pò altino?
Giorno 11 Novembre dovrò rifare l'ecografia inguinale per vedere se sono rimpiccioliti, ingranditi o uguali dimensioni.
Gentile dottore cosa ne pensa di questa mia situazione?
Inoltre, ho notato di avere non sempre dei tremolii alla mani oppure quando mi abbasso le gambe tremolanti o se stringo un oggetto forte con le mani mi trema il pugno.
Cosa potrebbe essere tutto ciò?
Non le nascondo che ho molta paura.
Cordiali saluti


[#5]  
Dr. Lucio Pennetti

32% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile utente,per quanto riguarda la mia competenza ritengo che non ci siano motivi di preoccupazione vista anche la negatività' degli indici di flogosi(ves-pcr e etc)..Per la carenza di potassio che potrebbe essere responsabile dei piccoli tremori, dovuta ad eccessiva sudorazione o scarsa assunzione con la dieta potrà' chiedere consiglio al curante ..
Attenda senza ansia il prossimo controllo ecografico.
Saluti
Dr. Lucio Pennetti
Specialista chirurgia generale
Specialista chirurgia vascolare
Chirurgia videolaparoscopica

[#6] dopo  
Utente 358XXX

Grazie Dott. Pennetti per la sua celere risposta.
Cercherò di mantenere la calma.
Ma il valore ldh non Le sembra alto? nonostante rientra nel range?
Ma se non è flogosi, perchè sono gonfi questi linfonodi? ho paura se si trattasse di linfoma o tumori.
Mi scusi se mi sto approfittando della sua gentilezza.
Cordiali saluti e buona domenica.

[#7]  
Dr. Lucio Pennetti

32% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Anche la flogosi linfonodale può' essere responsabile di un incremento dell'LDH.
Per il resto attenda i controlli.
Saluti
Dr. Lucio Pennetti
Specialista chirurgia generale
Specialista chirurgia vascolare
Chirurgia videolaparoscopica

[#8] dopo  
Utente 358XXX

Buonasera Dott. Pennetti,

ieri ho eseguito l'ecografia inguinale ed ecco il referto:
Linfonodi in lieve iperplasia reattiva benigna, tre a dx di mm 6-8-8
e tre sx di mm 8-10-12.
Assenza di adenopatie e masse.
Come se lo spiega che nella prima ecografia del 9 Settembre c.a. erano state riscontrate 1 a dx di mm 9 e uno a sx di mm 10 e adesso sono 6?
Sinceramente ho paura!
Cosa mi consiglia di fare?
Cordiali saluti e grazie anticipatamente.

[#9]  
Dr. Lucio Pennetti

32% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Se l'ecografista e' lo stesso,può chiedere di confrontare i due esami per controllare se nella precedente indagine la descrizione riguardava solo la dimensione e il numero di quelli chiaramente ingrossati .
Se l'ecografista è diverso,l'esame è operatore dipendente e può presentare delle differenze.
Comunque il referto attuale sembra nella norma ad una valutazione a distanza.Il curante ha certamente più elementi per consigliare,se necessari,ulteriori approfondimenti specialistici.
Saluti
Dr. Lucio Pennetti
Specialista chirurgia generale
Specialista chirurgia vascolare
Chirurgia videolaparoscopica