Utente 802XXX
Buongiorno ,

Vorrei informazioni per quella che risulta essere una valida e alternativa cura anti cancro ...non voglio scatenare un putiferio e non voglio mettere in difficolta' i medici che magari non vogliono e non possono rispondere sulla validita' della cura.
Immagino pero' che esista un profilo di cura con questa pianta e a quello che ho capito si fa parallelamente con una somministrazione di ferro prima della cura

posso avere delucidazioni per quanto riguarda la cura?

non m'interessano i pareri del"se funziona" o meno , avendo contatti negli Stati Uniti ho gia' un'idea ben precisa sulla funzionalita' della cosa

Trovarla in rete si trova bisogna capire come si fa la somministrazione , dosaggi ecc

Grazie

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dovrei senz'altro respingere la sua richiesta perché viola tutte le norme per una richiesta corretta di consulto.

(vedi "come si richiede un consulto ")

Io non voglio farlo e mi preme risponderle premettendo che la sua richiesta sia molto singolare

a) la cura con l'erba Artemisia non è al momento una cura disponibile: Vuol dire che gli studi sono in corso esattamente come per migliaia di altre sostanze.

Il che vuol dire che neanche dosaggi e modalità di somministrazione sono standardizzati. Il che vuol dire che richiedere modalità di somministrazione ad oncologi che non utilizzano ancora il prodotto equivale a chiedere ad un tassista "come si fa a far decollare un aereo ? "

b) Noi oncologi siamo molto aperti per ovvie ragioni a tutte le novità.
Gli studi sull'Artemisia non sono neanche recenti. In futuro senz'altro sarebbe bello mettere da parte lo scetticismo (magari potessimo curare il cancro con le erbe !)

A me sono bastate poche battute per incrementare il mio scetticismo, leggendo le mirabolanti rivelazioni del dottor Len Saputo, secondo il quale si tratterebbe addirittura di una vera cancer smart bomb, una bomba intelligente contro il cancro: l'artemisia, infatti, si sarebbe rivelata efficace nella distruzione del 75% delle cellule tumorali resistenti alle radiazioni, nel cancro al seno, ovvero dove un'elevata propensione ad accumulo di ferro, in sole 8 ore, balzate fino al 100% dopo soltanto 24 ore.

Su queste mirabolanti scoperte ne leggiamo in continuazione da secoli e che poi si sono dimostrate vere e dannosissime bufale .
Solitamente quanto più vengono presentate come miracolose tanto più suscitano perplessità e scetticismo. Ammetto che si tratti di un vero pregiudizio, ma ne abbiamo avute troppe delusioni sin qui da parte di pseudoscienziati che vorrebbero (o vorrebbero farcelo credere) sostituirsi al Padre Eterno.

http://www.senosalvo.com/invenzioni_folli_e_false_medicine_anticancro.htm

Sarei disonesto se usassi il termine bufala per l'artemisia . Dico solo che dovremo aspettare la conclusione degli studi che al massimo delle concessioni possiamo considerare interessanti.

P.S.
>>non m'interessano i pareri del"se funziona" o meno , avendo contatti negli Stati Uniti ho gia' un'idea ben precisa sulla funzionalita' della cosa>>

Ora comprende perché respingano i colleghi le sue richieste di consulto ? Le sembra gentile e cortese la sua richiesta su che "NON MI INTERESSA" ?

E se è già così informato, e la miracolosa erba la trova su Internet e già accampa contatti internazionali.....su cosa sarebbe informato ??? E perché non usa i suoi contatti per avere le spiegazioni che a noi ha richiesto (^___^). Impareremmo qualcosa di interessante anche noi.


Tanti saluti

Salvo Catania






Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 802XXX

Buongiorno,

Mi scuso in anticipo se ho formulato un consulto non corretto (daltronde bastava cancellarlo senza concedermi risposta) .
Non concordo sul fatto che la mia domanda sia "singolare" tenendo conto che ci sono determinati studi (dal 2001) su questa pianta che fanno ben sperare (mensile Panorama) e quindi cosa c'è di strano se chiedo consiglio a un Oncologo per un presunto schema terapeutico da seguire ?

Non ho chiesto se per lei funziona visto che ho gia' i mei riscontri (con tutto il rispetto) pero' mi piacerebbe sapere la formula esatta o presunta tale per poterla prendere , o almeno qualche consiglio tenendo conto del fatto che prima va fatta una cura di ferro.

Non ci vedo niente di strano se un giorno si scoprisse che un estratto vegetale possa combattere se non estirpare il cancro .....vedo molto piu' difficile che invece venga pubblicato e i protocolli medici ne facciano uso , visto e considerato i soldi che navigano intorno alle cure odierne(chemioterapia-radioterapia ecc ecc)

Grazie a una pianta i soldi smetterebbero di arrivare dal momento che si puo' cogliere in giardino , quindi perdoni la mia franchezza se non mi fido di molti pareri ma preferisco vedere con i miei occhi.
Non essendo pero' un medico mi affido a chi ne sa piu' di me e quindi usare un estratto vegetale in un modo o in un altro non è la stessa cosa (si parla sempre e comunque solo di consigli).

E comunque ci sono molti metodi "alternativi" che poi non hanno nessun riscontro scientifico salvo questo pero' che sembra aver avuto risultati isperati ...ma nessuno ne parla.

Mi creda anche lei farebbe qualsiasi cosa se .......(e non voglio continuare)


[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le avevo già risposto

>> la cura con l'erba Artemisia non è al momento una cura disponibile: Vuol dire che gli studi sono in corso esattamente come per migliaia di altre sostanze.

Il che vuol dire che neanche dosaggi e modalità di somministrazione sono standardizzati. Il che vuol dire che richiedere modalità di somministrazione ad oncologi che non utilizzano ancora il prodotto equivale a chiedere ad un tassista "come si fa a far decollare un aereo ? " >>

OLTRE CHE VIETATO DAL CODICE DEONTOLOGICO (aggiungo ora)

E le assicuro che di soldi intorno a me per la cura del cancro (anche perché sono un chirurgo oncologo e non un oncologo medico)...non ne "girano" di sicuro.
Tant'è che scrivevo anche >>Gli studi sull'Artemisia non sono neanche recenti. In futuro senz'altro sarebbe bello mettere da parte lo scetticismo (magari potessimo curare il cancro con le erbe !) >>

Ma Lei evidentemente...non legge...prima di replicare e pertanto neanche io voglio replicare.

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 802XXX

Non sto parlando di lei , ma dei soldi che girano intorno alle cure anti cancro e faccio fatica a credere che se un giorno si scoprisse una cura "economica" possa venir fuori senza che qualcuno ci guadagni.

Poi se lei mi dice che è vietato inutile trovare altre giustificazioni e di conseguenza non inoltro ancora la mia richiesta...

vietato:)

giro la domanda diversamente : io voglio prendere l'Artemisia e se non si puo' fare ed è pericoloso io la prendo comunque .
Siccome questa è la mia scelta , chiedo a un Oncologo quale sia la somministrazione migliore per prenderla in modo tale se vengono fatti danni ....da farne il meno possibile.

oppure: lei medico Oncologo la obbligano legato a una sedia di prendere L'Artemisia (fra l altro facilmente reperibile in rete) come la prenderebbe?

Saluti

[#5]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le ho già risposto

>>VIETATO DAL CODICE DEONTOLOGICO >>

prescrivere rimedi non (o non ancora) riconosciuti nel senso dell'efficacia.

Poi pensi ciò che vuole sulle ragioni delle mie risposte.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com