Utente 184XXX
Gentilissimi dottori chiedo lumi circa l'adenocarcinoma acinare gleason 9 (tramite biopsia), di mio padre 65 enne, presente con due placche di 1cm l'uno, una localizzata alla base e fortemente aderente alla capsula che risulta deformata e l'altra sempre di 1cm sull'altro versante e presenta i primi e lievi segni di fuoriuscita extracapsulare.
La Pet-tc con colina e la RM con sonda e marcatore non rilevano metastasi e linfonodi e vescicole intatte.
Ha iniziato la cura ormonale e il Psa da 10 che era, in meno di un mese è sceso a 5.
Il dubbio è, essendo ancora lievemente extracapsulare (ma aggressivo) si può intervenire chirurgicamente?
Qualcuno ha consigliato solo la cura ormonale per poi intervenire in un secondo momento, ma non mi fido, e penso che lasciandolo lì dentro possa espandersi più facilmente e brevemente?!
Vorrei quindi un vostro consiglio, tenendo conto dell'iniziale extracapsularità, no metastasi, gleason 9, risposta positiva alla cura ormonale con abbassamento psa.
Distinti saluti.

[#1] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Carissimo, bisogna capire l'età e le comorbidità (cioè le altre patologie concomitanti che possono influenzare l'aspettativa di vita). Quindi, dopo avere avuto questi elementi, si potrà valutare se all'ormonoterapia è' possibile aggiungere un trattamento radicale come la radioterapia o l'intervento di Prostatectomia, entrambi ugualmente efficaci in questa fase. La radioterapia è' sicuramente la scelta non invasiva e forse più adatta per età superiori ai 65-70 anni.

Cordialità
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),

[#2] dopo  
Utente 184XXX

Mille grazie dottore, ha 65 anni e non ha nessuna patologia a parte questo tumore, il psa lo aveva a 10 e appena dopo aver iniziato la terapia è sceso a 5.
Volevo sapere con il True Beam si distruggono completamente e tutte le cellule tumorali?
Puo ricrescere sulla stessa parte dopo aver effettuato la radio?
Se si cosa si fa?
Essendo iniziale extracapsulare e poco (tutta la macchia è 1cm e parte di questa è fuoriuscita), si puo fare l'intervento?
Mille grazie

[#3] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Le ho già risposto sopra. Radio-Ormonoterapia e chirurgia sono sovrapponibili in questo stadio. Una considerazione da fare è' che la Prostatectomia in questa fase non sempre è' radicale. Nel 40 percento può necessitare di un trattamento adiuvante di radioterapia. Allora alcuni preferiscono scegliere direttamente l'opzione non invasiva, piuttosto che sottoporsi alla fine ad entrambi i trattamenti per necessità successiva.

In merito alla macchina, va' fatta chiarezza. Io lavoro nel reparto che dirigo con il truebeam. Ma nel suo caso non è' la macchina a fare la differenza. Tutti i raggi x sono efficaci, indipendentemente dalla macchina che li eroga: è' cruciale prescrivere la dose adeguata e definire il bersaglio corretto da colpire, cercando di risparmiare al meglio gli organi sani. E tutte queste cose dipendono Dalla professionalità, preparazione ed esperienza del medico radio-oncologo che si occupa di seguirvi.

Cordialmente
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),