Utente 374XXX
Buongiorno a tutto lo Staff.
Ho 26 anni e da qualche mese sono entrata in un vortice senza fine che piano piano mi ha fatto entrare in un circolo di paura e ipocondria.
Tutto è iniziato qualche mese fa con dei dolori improvvisi alla schiena migranti ed intermittenti, evocati da nessuna causa in particolare, e non sempre presenti durante l'arco della giornata. Fatte analisi del sangue ed rx torace (Dicembre) tutto nella norma. Il dolore inizia poi a spostarsi al torace, sulle coste, alle gambe, alle braccia, piedi e mani. Sempre a carattere migrante ed intermittente, e mai presente durante la notte. Altre visite, altre analisi specifiche come cbk, ldh, reuma test, ana, ena ecc tutte negative (Gennaio e Febbraio). Visite cardiache, tutte nella norma. Il tempo passa e il dolore cambia aspetto diventando sempre più lieve ma comunque sempre presente, per poi arrivare ad oggi che si presenta per qualche giorno per scomparire per settimane e poi ripresentarsi per qualche giorno. Ho cercato di capire a cosa potesse essere collegato, esempio a posture a cambio climatico a stress ma il dolore avviene spontaneo senza alcuna causa.
Sono stata diverse volte dal medico di famiglia e da diversi neurologi, ho fatto anche ecografie varie alla vescica, utero ecc e non è mai stato riscontrato nulla.
A questo punto l'unica cosa che mi viene in mente è se potrebbe trattarsi di qualche tumore alle ossa. Leggendo su internet molti miei sintomi vengono associati a quest'ultimo e inizio ad avere paura, visto che i normali fans non fanno effetto (anche se sinceramente, tanto sono lievi i dolori che non ne ho bisogno). Non ho difficoltà alcuna a svolgere le varie attività giornaliere, non ho dolore al movimento (se non per un dolore lieve al braccio sinistro che si presenta quando dormo su questo lato e alla mattina mi trovo tutta indolenzita) ma comunque mai invalidante. Mangio come sempre, non ho febbre e sto molto bene a livello fisico. L'unica pecca sono questi doloretti intermittenti che ogni tanto fanno capolino.
Cosa dovrei fare? Altre indagini strumentali? Ma quali? Potrebbe trattarsi di qualcosa di brutto data la descrizione?
Potrei sembrare, o forse lo sono, paranoica ma quando non si vede via d'uscita da un problema se ne pensano tante e si fanno brutti pensieri.
Può un tumore alle ossa presentarsi in questo modo così diffuso, intermittente e migratorio? Non ho tumefazioni nè rossori ma riesco a capire bene il posto in cui quel momento ho dolore. Si presenta come un dolore che va e viene per qualche secondo e poi sparisce.
Spero di essere stata sintentica ma soprattutto chiara nell'esporre la mia situazione.
Finisco con il ringraziare a chi vorrà rispondere e augurare una buona giornata.
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se ha questa paura farei una ULTIMA visita ORTOPEDICA per essere tranquillizzata definitivamente, ma ne frattempo dovrebbe staccare immediatamente dalla ricerca di informazioni sulla salute sul Web.

Legga perché (anche se su tema diverso)

https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 374XXX

Gentile Dottore,
prima di tutto la ringrazio per la risposta e per avermi dato attenzione.

Premetto che non ho mai svolto alcuna visita ortopedica, in quando il mio medico di famiglia sostiene siano dolori di somatizzazione e quindi esclude altre possibilità (dopo avermi fatto fare ovviamente le analisi del sangue, la rx torace e la visita neurologica). Io ho cercato di chiedergli un parere sul fare altri raggi magari alla colonna vertebrale o alla cervicale, ma continua a rimandare e far passare del tempo per vedere se migliora.
Ho prenotato una visita reumatologica che dovrò svolgere fra qualche mese ma nel frattempo continuo ad avere questi fastidi.
Leggere su internet è praticamente il mio unico modo per capire e cercare qualche informazioni su quel che ho, visto che sono sminuita dal mio curante. Per carità, un bravissimo dottore e molto attento ma credo che dopo vari incontri con lui si sia un po stufato della mia presenza e quindi mi liquida molto facilmente.

Un'altra cosa a cui ho fatto caso è che qualche volta, solo di notte, se dormo sul lato destro inizio ad avere dolore all'anca e alla spalla (come segnalavo nel post iniziale) poi appena sveglia e in piedi non ho più nulla.
In più se cerco di abbassare la testa avvicinando il mento allo sterno sento tirare tutto dietro la schiena. Ma non giustifica allora tutti gli altri dolori che provo alle gambe, stinco e mani. Questo accade poche volte e ogni tanto. Ma si accumola a tutti gli altri sintomi descritti prima.

Non ho associato subito ad un qualcosa di grave perché le cause potevano e possono essere tante, ma ad esclusione fatte con visite ed esami l'unica cosa che era rimasta è proprio questo.
Lei crede che una visita dall'ortopedico basti ad arrivare a una conclusione? O posso fare, di mia spontanea volotnà, qualche raggio in più?

Ringrazio ancora per l'attenzione e se vorrà ancora rispondermi
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non dico che si arrivi ad una conclusione ma sicuramente apporterebbe un numero maggiore di informazioni.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com