Utente 102XXX
Buon giorno, scrivo in merito ad una Tac fatta da mio suocero.
Ecco il referto:

15/07/2015
TAC
Esame eseguito in condizioni basali e dopo somministrazione di MdC e.v. Al termine dell'esame si è verificata reazione cutanea orticarioide trattata con Trimeton i.m. e Urbason e.v. Esame messo a confronto con precedente TC del torace del 03/04/2015 e TC dell'addome del 10/05/2012, disponibili in archivio.

TC TORACE: al controllo odierno la lesione solida del LSSn a sede parassicurale presenta dimensioni lievemente aumentate (diametro massimo 25mm). Si documenta inoltre significativo incremento dimensionale delle linfoadenomegalie a sede mediastinica omolaterale, in particolare nella finestra aorto-polmonare (diametro massimo 15mm) e ilare sinistro (diametro massimo 25mm), di aspetto patologico.

Invariato il micronodulo aspecifico del lobo medio, privo di caratteri evolutivi. Non versamento pleurico.

TC ADDOME: Si documenta la comparsa di piccola immagine nodulare ipodensa (7mm) a carico del V segmento epatico in paziente sottoposto a enucleoresezione a carico del VI e VII segmento.

Il suddetto reperto, non presente al precedente esame TC, potrebbe essere riferibile a secondarismo. Si documenta inoltre la comparsa di formazione nodulare con porzione centrale necrotica e porzione periferica captante MdC, delle dimensioni di 32 x28 mm nella regione del fianco destro adiacente alla parete addominale postero-laterale. Il reperto appare sospetto per secondarismo. Vie biliari non dilatate in colecistectomizzato.

Non alterazioni a carico di pancreas, milza, surreni e rene destro. Cisti corticale del rene sinistro. Doppia vena renale a sinistra la più caudale delle quali a decorso retro aortico. Non linfoadenomegalie addomino-pelviche. Non versamento endoperitoneale. Prostrata di dimensioni lievemente aumentate (diametro LL 4,5 cm), con calcificazioni nel suo contesto. Esiti di resezione a carico del sigma.

Sono oggi apprezzabili due aree litiche rispettivamente a carico del soma di L1 ed L3, non apprezzabili al precedente accertamento, sospetti per secondarismi.

Grazie, non ho caricato il quadro cronostorico oncologico per mancanza di spazio. Se serve posso provvedere con un secondo invio come risposta al primo feddback. Grazie di cuore!!!!!

[#1]  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
questo è il quadro TC di una malattia neoplastica in progressione rispetto a un precedente.
Se vuole qualche ulteriore consiglio è necessario che dia delle informazioni complete, sia pure sintetiche sulla diagnosi e sui trattamenti precedenti.
Qualunque consulto, "de visu" o online, merita che si riferisca qualche dato in più.
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#2] dopo  
Utente 102XXX

Grazie, ecco una breve cronostoria:
---

Premetto che mio suocero è classe 1937.

CENNI DI ANAMNESI ONCOLOGICA
09/03/2000 Chirurgia:intervento di emicolectomia sinistra

09/03/2000 Diagnosi:adenocarcinoma del sigma G2

09/03/2000 Stadiazione: pT3 pN1 cM0

10/04/2000 Chemioterapia: chemioterapia adiuvante con Fluorofolato (5Fu 370 mg/mq più AF 10 mg/mq 1-5 ogni 28 giorni per sei cicli sino al 04/09/2000

25/05/2001 Progressione: Tc torace più addome evidenzia lesione metastatica epatica di circa 3 cm.

11/06/2001 Chemioterapia: In data 07/06/2001 posizionato CVC tipo Port con accesso sottoclaveare sinistro, quindi in data 11/06/2001 iniziata chemioterapia secondo lo schema FOLFOX 6

07/09/2001 Rivalutazione: Ect addome di rivalutazione effettuata dopo il quarto ciclo FOLFOX 6 evidenziò una risposta parziale con riduzione della mts epatica di circa il 50% (da 3,8 a 2cm).

23/10/2001 Accertamento tale lesione mts unica sita la VII segmento ed in sede paracavale venne confermata da PET effettuata presso H S.Raffaele di Milano.

21/12/2001 Chirurgia: Enucleoresezione epatica del VI e VII segmento più colecistectomia effettuata presso H S.Raffaele per metastasi nodulare epatica di adenocarcinoma G2 con estesa necrosi e margini epatici indenni, negativi per mts i linfonodi periportali e periduodenali.

13/02/2002 Consulenza oncologica: prof. Villa (H S.Raffaele-Oncologia) propone trattamento"adiuvante" con FUDR 0,125 mg/kg/die più FOLFOX 6 per 4-6 mesi.

19/02/2002 Consulenza oncologica: dopo rivalutazione collegiale presso questa U.O. in considerazione della neurotossicità di grado 1 deposta dal pz. a seguito della precedente CT con oxaliplatino e della dose raggiunta (850 mg pari a 500 mg/mq) si optò per associazione FUDR più CPT-11 sistemica di cui vennero praticati 5 cicli sino al 01/07/2002

15/07/2002 Rivalutazione: Tc torace più addome di rivalutazione effettuata il 10/07/2002 evidenziò esiti di resezione epatica atipica a carico del VI e VII segmento epatico e lesione ipodensa in sede sottoglissoniana paracavale di 26 x 26 mm compatibile con raccolta saccata, ob.

30/07/2002 Accertamento Ect addome confermò la raccolta saccata sita in prossimità dell estremo distale del catetere del Port intraepatico anche con studio EcocolorDoppler.

23/07/2002 Accertamento pancolonscopia: Negativa per neoplasie o altra patologia di rilievo (indagine condotta sino al cieco).

27/01/2003 Accertamento Tc addome più torace con mdc risultò negativa per riprese di malattia in dette sedi.

03/09/2003 Accertamento Tc torace più addome in toto sempre negative se non persistenza della suddetta raccolta saccata di mm 15 sita in prossimità della vena cava inferiore nel tratto intraepatico.

23/10/2003 Accertamento esofagogastroscopia positiva per moniliasi esofagea ed ernia gastrica jatale, risoluzione della sintomatologia disfagica e tussigena con Fluconazolo.

20/12/2003 Accertamento visita oncologica negativa per sedi di sospetta ricaduta. CEA e Ca 199 ed obiettività fisica nella norma. In conclusione non segni di ricadute (NED) a circa 24 mesi da chirurgia resettiva epatica.
---
Grazie di cuore!

[#3]  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La storia che lei riporta ha una particolarità. una diagnosi di tumore del colon nel 2000, operato e trattato con chemioterapia e poi recidivato dopo solo un anno cui hanno fatto seguito due altri diversi trattamenti chemioterapici.
Da quello che scriva la malattia sarebbe rimasta ferma per quasi 12 anni (2003-2015) ma ora la TC che ha riportato nel primo post è compatibile con progressione del tumore in più sedi.
Peccato che dopo tanto tempo la malattia si sia risvegliata, comunque, se le condizioni lo permettono, esistono ora alcuni farmaci nuovi indicati in queste situazioni.
Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#4] dopo  
Utente 102XXX

Buon giorno gent.mo dott. mi permetto di inviare l'ultimo esame tac per avere un ulteriore prezioso consulto. Grazie di cuore!
---

24/09/2015
Studio Tac del rachide cervicale eseguito con acquisizioni volumetriche e completato da ricostruzioni MPR saggitali e coronali. Presenti diffuse alterazioni ostelitiche dei metameri in esame. In particolare ampia perdita di sostanza da ostelolisi della massa laterale di C1 e del condilo ocapitale omolaterale, del processo traverso ds di C2, dell'arco posteriore sn di C2, dell'emisoma ds e del processo spinoso di C5. Ampia alterazione destruente il corpo di D1 e il suo processo traverso con presenza di tessuto solido che diffonde nel canale spinale.

[#5]  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Sono evidenti metastasi ossee con possibili complicanze a carico del midollo spinale.
Non spiega se il paziente ha nel frattempo ricevuto un trattamento chemioterapico e biologico.
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro