Utente 413XXX
Di tumori causati da amianto-eternit se ne sente parlare, ma capisco se gli stessi derivino anche da un'esposizione anche occasionale (e anche unica) o da esposizione prolungata (e semmai di quanto tempo). Ho visto che ci sono altri consulti in merito, ma i miei bubbi paiono diversi:
In particolare ho questi dubbi che mi assillano molto:
- sono salita per 10 minuti su un camper d'epoca di una mia amica, e poi ho saputo che lei e suo marito qualche settimana prima hanno asportato autonomamente dell'eternit-amianto dal pavimento dello stesso, rifancedolo successivamente e provvedendo ad una pulizia casalinga;
- da piccola giocavo occasionalmente (qualche volta all'anno) in un prato ove c'era un deposito di vecchie lamiere e forse anche di eternit, che puntualmente toccavo;
- il padre del mio compagno negli anni 70 ha effettuato da solo l'asportazione di una parte della stufa di amianto dalla cucina effettuando una pulizia casalinga: comporta rischi, anche per chi vi ha abitato li di rado (una settimana)?
- nella casa di fronte la mio condominio (datata di oltre mezzo secolo sicuramente) stanno facendo dei lavori di ristrutturazione edilizia e so che non di rado in suddette attività si trova l'amianto-eternit: debbo prendere delle precauzioni al riguardo, avendo anche un bimbo di pochi mesi?

Molte grazie per chiarirmi le idee su questo argomento.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'esposizione complessiva che riporta nella sua richiesta non mi sembra sufficiente a giustificare le sue preoccupazioni.

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2]  
Dr. Vincenzo Petrosino

28% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2001
L'esposizione alle fibre di amianto sono associate al mesotelioma pleurico. In Italia ho visto diverse realtà ad esempio 2 isochima Graziano ad Avellino " dove erano presenti fibre di amianto nell'aria . Fibre che si rilevavano ad un chilometro in una scuola e trasportate dal vento. Ovviamente per onestà dobbiamo dire che anche una singola fibra potrebbe scatenare qualcosa. Meno male che ciò in pratica anche se dovesse accadere è abbastanza infrequente. Ovvio che altra cosa è l'esposizione cronica all'amianto come ad esempio è accaduto nel passato con molte categorie di lavoratori. Inoltre non tutti hanno asbestosi e non tutti tumori alla pleura. Ciò che rende complesso l'argomento inquinanti- cancro è proprio questo . Ovviamente evitare " psicosi e panico" , potremmo dire la stessa cosa del fumo e fumo passivo. Al momento resta sempre valido e importante il principio di precauzione sempre e comunque e ovviamente una attenta 2 prevenzione oncologica" non stressante e non " fai da te.
Dott.Vincenzo Petrosino

[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E quindi quale sarebbe la conclusione per la nostra allarmatissima utente se

>>Ovviamente per onestà dobbiamo dire che anche una singola fibra potrebbe scatenare qualcosa. Meno male che ciò in pratica anche se dovesse accadere è abbastanza infrequente. Ovvio che altra cosa è l'esposizione cronica all'amianto come ad esempio è accaduto nel passato con molte categorie di lavoratori >>

??????????????????????????????????????????????????????

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4]  
Dr. Vincenzo Petrosino

28% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2001
In ultima analisi aggiungo come ha ben detto il collega Salvo che
l'esposizione complessiva che riporta nella sua richiesta non mi sembra sufficiente a giustificare le sue preoccupazioni.
Entra probabilmente in quello che è un rischio generivùco comune a tutti.
Dott.Vincenzo Petrosino

[#5] dopo  
Utente 413XXX

Molte grazie per le risposte e, dott. Catania, grazie mille anche per la richiesta puntualizzazione (che mi occorreva per non rimanere troppo in ansia..).
Grazie per il lavoro che fate e per le risposte che date ai quesiti.