Utente 224XXX
Buongiorno,volevo avere un vostro parere riguardo un referto inerente alla rimozione di una cisti sacrale di mio padre (77 anni) sul cui istologico è scritto:neoplasia epiteliale a cellule chiare.
L'aspetto morfologico e l'immunofenotipo orientano come prima ipotesei,verso una possibile lesione secondaria da neoplasia renale.
Necessario un approfondimento diagnostico per conferma.
Naturalmente abbiamo eseguito una TAC addominale da cui è emersa una massa di 9x7 cm occupante la fossa ischio rettale che può essere riferita a un cordoma sacrococcigeo.
Inoltre è stato rieseguito l'esame istologico sul cui referto è scritto:"Localizzazione di neoplasia a cellule chiare,ad architettura lobulare.
Caratteri morfologici e immunocitochimici,in considerazione anche del dato clinico-strumentale,compatibili in prima istanza con cordoma.
La mia domanda è se questa cisti rimossa è una conseguenza del cordoma per cui se si tratta di metastasi e quali sono i rischi.
Scusi se mi sono dilungato ma la situazione non è semplice.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giampaolo Montesi

20% attività
4% attualità
0% socialità
ROVIGO (RO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2016
Gentilissimo
Bisognerebbe valutare le immagini.
La localizzazione della prima "cisti" è comunque in regione sacrale e la lesione diagnosticata sfiorava i 10 cm. quindi è opportuno capire se siano espressione di un unica lesione piuttosto che di noduli satellite. Inoltre secondo me è utile che si rivolga ad un Oncologo Radioterapista che possa revisionare le immagini e l'esame istologico, avere una idea dello stato dei margini e in virtù delle dimensioni iniziali della massa e sulla base delle condizioni generali di suo padre porre una eventuale indicazione al trattamento adiuvante.

Resto a disposizione

Cordialità
Dr. Giampaolo Montesi
Oncologo Radioterapista
Dirigente Medico

[#2] dopo  
Utente 224XXX

Grazie per la sua risposta.
Attualmente siamo seguiti da un oncologo presso una struttura specializzata in oncologia;la revisione dell'istologico conferma la presenza del cordoma,la mia curiosità era se la cisti asportata poteva essere una metastasi,essendo classificata come una lesione secondaria.
Cordiali saluti