Utente 426XXX
Buongiorno, chiedo gentilmente un parere su possibili tentativi di cura per un colangiocarcinoma con carcinosi peritoneali. Oltre la chemio con gemcitabina e derivati di platino, quale terapia anche in via sperimentale si puó tentare per aumentare la sopravvivenza e ovviamente la qualità di vita? Se la chemio dovesse portare risultati positivi è possibile un futuro intervento chirurgico? So che è improbabile, ma c'è qualche remota speranza? L'immunoterapia si puó fare? Grazie a tutti

[#1]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore sfortunatamente il colangiocarcinoma avanzato (carcinosi) ha una scarsa risposta a qualunque terapia chemioterapica compresa l'immunoterapia. Poichè non è operabile perchè troppo avanzato, le possibilità terapeutiche sono molto limitate. Mi dispiace molto. cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#2] dopo  
Utente 426XXX

La ringrazio tanto per la risposta. Ma è possibile che non si possa fare manco la chemioterapia? Nel senso è possibile che sia talmente avanzato (anche se fisicamente si sta bene in generale a parte un po di debolezza) che non si possa fare neanche la chemio?

[#3]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile signore la chemioterapia in queste forme di tumore è poco attiva e la diffusione al peritoneo ( carcinosi) non permette di proporre terapie che diano qualche giovamento. Mi dispiace molto. cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#4] dopo  
Utente 426XXX

Buongiorno, chiedo nuovamente un consiglio per il problema dell'ascite e edema.. pancia e piedi sono gonfissimi.. la terapia prescritta è lasix come diuretico, fisiologica e albumina 3 volte a settimana e bere almeno 2 l d'acqua al giorno! Sembra peggio.. la paracentesi si può fare? Come posso ridurre il gonfiore? Grazie

[#5]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile signora in queste condizioni è difficile fare qualche cosa di utile. la paracentesi può essere fatta sotto controllo ecografico perchè le anse intestinali potrebbero essere dilatate e quindi c'è il rischio di fare una perforazione. La paracentesi può migliorare la situazione anche se per breve tempo.I diuretici possono essere di aiuto anche se l'acqua in pancia è ricca di proteine e quindi i farmaci funzionano poco. Potrebbe esserci il rischio di insufficienza renale e in questo senso l'infusione di albumina è molto utile. Purtroppo sono solo palliativi e non modificano la sostanza della situazione che è grave. Mi dispiace. cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia