Metastasi fegato

Slave mia madre è una paziente oncologica ha delle metastasi al.fegato gia da 5 anni e fa tutt'ora chemio.....vi allego gli esiti degli esami generici che ha fatto...potreste spiegarmeli?...

-glucosio 93mg . 60/110
-creatinina. 1.02.mg 0.50/0.90
-acido urico 6.2mg. 2.4/5.7
-colesterolo 149mg 109/200
-colesterolo hdl 79mg. 35/60
-trigliceridi 169mg. 30/200
bilirubina frazionata
-bilirubina totale 0.32mg. 0.00/1.00
-bilirubina diretta 0.22mg. 0.00/0.30
-bilirubina indiretta 0.10mg
-proteine totali 6.6g. 6.4/8.3
-sodio 142meq. 135/150
-potassio 4.1meq. 3.6/5.5
-ferro 55ug. 37/145
-AST 45 0/37
-ALT 21. 0/40
-gamma-GT 325 3/36
-fosfatasi alcalina 202. 35/104


Emocromo
RBC 3.99 x10^6/mmc. 3.80-5.00
HGB10.7 g/dl 12.00-16.00
HCT 34.4 % 35.00-48.00
MCV 86.2fL. 80.00-99.00
MCH 26.8pg. 26.00-31.00
MCHC 31.1 g/dl. 31.00-36.00
RDW-SD 45.5 fL. 38.00-48.00
RDW-CV 15.1 % 11.00-15.00
PLT 387. 150-450
MPV 9.7FL. 7.00-12.00
P-LCR. 22.6% 15.00-40.00
PDW 10.5 FL. 9.00-17.00
WBC 9.07. 4.00-11.00
NEUT% 72.4% 40.00-74.00
LYMPH% 17.1% 20.00-48.00
MONO% 10.3% 3.00-11.00
EOSI%0.1% 0.00/8.00
BASO% 0.1% 0.00/8.00
NEUT# 6.57 2.00-8.00
LYMPH# 1.55. 1.00-5.00
MONO # 0.93. 0.16-1.00
EOSI# 0.01. 0.00-0.80
BASO# 0.01. 0.00-0.20
Ferritina 1 354ng/ml. 18.20-341.20

Profilo tiroideo
f/T4 1.59ng/dl. 0.80/1.70
TSH 2.16ulU/l. 0.30/4.00


Biomarcatori
CA 15-3. 846.4 U/ml.

[#1]
Dr. Vito Barbieri Oncologo 1.6k 57 1
Gentile Utente,
la spiegazione degli esami gliela può dare meglio il medico che li ha prescritti, perchè è informato sui dettagli della malattia di sua madre.
Qui non ha scritto praticamente nulla.
Si intuisce che:
1) dal valore di Ca 15.3 il tumore di partenza dovrebbe essere mammella (lei non lo ha scritto).
2) dai valori degli esami non sembra che la chemioterapia stia dando tossicità al midollo osseo o ad altri organi.
3) la funzionalità epatica è abbastanza ben conservata (tranne gammaGT ed FA) nonostante le metastasi (delle quali non indica nè numero e nè sede).

Di più non si può dire.
Se fermasse un oncologo per strada (senza dirgli niente altro della malattia principale) e gli mettesse sotto gli stessi esami, riceverebbe le stesse osservazioni.

Cordiali Saluti

Dr Vito Barbieri
direttore Struttura Complessa di Oncologia
Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio - Catanzaro

Il tumore al seno è il cancro più diffuso in Italia: quali sono i fattori di rischio e come fare prevenzione? Sintomi, diagnosi e cura del carcinoma mammario.

Leggi tutto