Utente 690XXX
A mio zio gli sono stati diagnosticati un tumore al rene, uno alla vescica, una massa tumorale nell'addome vicino all'aorta e metastasi ossee. I dottori ci hanno detto che per i tumori al rene e vescica avrebbero potuto fare qualcosa se non avesse avuto anche le metastasi ossee. Ad oggi lo stanno trattando con la terapia del dolore in un hospice. Non mettiamo in discussione l'operato dei medici, ma desideravamo avere un altro parere in merito. Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

in effetti la diffusione della malattia a livello osseo peggiora assai la prognosi. Occorrerebbe vedere però tutta la documentazione, soprattutto per verificare la coesistenza dei due tumori (cosa piuttosto inusuale, potrebbero essere quelle renali metastasi dal primitivo vescicale o viceversa). Inoltre occorrerebbe valutare le condizioni generali del malato e le sue altre patologie concomitanti (eventuali) per verificare se non si può tentare alcuna terapia.

Resto a disposizione

Cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it