Utente 107XXX
Salve.
Solo una domanda da profano: ho letto e sentito che se si e' affetti da tumore in eta' avanzata, questo impiega molto tempo nel propagarsi a causa della lenta metabolizzazione delle cellule in una persona anziana.
Mio padre ha 77 anni ed e' affetto da carcinoma non a piccole cellule al lobo inferiore del polmone destro.
E' in ospedale da circa 4 mesi e solo circa due mesi fa, tramite una biopsia, si e' riusciti ad arrivare alla diagnosi.
Come mai, visto che e' una persona anziana, nell'ultimo mese le sue condizioni sono peggiorate a vista d'occhio e giorno dopo giorno vanno peggiorando sempre di piu'?
Tra le altre cose e' soggetto a lancinanti dolori forti e persistenti all'altezza dei polmoni che lo sfiancano, non so se causati dal tumore.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quanto scrive è solo parzialmente vero.

In realtà più che dall'età anagrafica la velocità di crescita dei tumori è influenzata ed è in relazione alle loro caratteristiche biologiche.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com