Utente 113XXX
Sono disperata. Mia madre all'età di 54 anni nel 1999 ebbe un intervento di quadrantectomia e dissezione ascellare omolaterale per un carcinoma duttale infiltrante pt1c, diametro tumorale 2cm, pN0, N-0/25, G3, negativa la ricerca dei recettori estroprogestinici. 02.01.05 Tac con evidenza di lesione osteodestruente che coinvolge la metà del corpo sternale e le parti molle attigue delle dimensioni di circa 3 cm. Viene attivata chemioterapia con Epirubicina + TXT. successiva biopsia con esame istologico deponente per carcinoma duttale compatibile con origine mammaria, ER- PgR-, HER2 1+.Segue 6 cicli di chemioterapia e quindi radioterapia. Il 13.09.07 effettua Tac torace e si apprezza nodulo parenchimale in campo medio polmonare dx di 1cm, modico versamento pleurico omolaterale, con ispessimenti pleurici associati. Inizia 6 cicli di chemioterapia con Myocet. 03.04.2008 Scintigrafiaossea:ipercaptazioni del tracciante a carico dello sterno, della regione temporale sn e della nona costola dx. 17.04.2008 inizia terapia con Zometa.22.08.2008 Torace: si apprezzano lmeno 5 formazioni nodulari di diametro massimo di 15mm sparse in ambito del polmone destro da riferire a secondarismi.Addome:fegato si apprezza al IV segmento formazione ipodensa intorno ai 10mm.7cicli di Xeloda. Febbraio 2009 comparsa in entrambi i polmoni di minute formazioni nodulari dipochi millimetri massimo 3cm.Versamento pleurico a carico del campo polmonare mediosuperiore.adenopatia del diam.2cm sede sottocarenale.A carico dei rami lobari inferiori di entrambe le arterie polmonari riempimento da tromboembolia.Fegato:entrambi i lobi epatici multiple lesioni secondarie,la maggiore al IV seg.di 3 cm.Parziale trombosi delle vene iliache specie a sin. con evidenza trombo flottante endolumiale. Alterazione osteo strutturale dello sterno e dell'arco della IX costola destra. Per gli oncologi rimane solo un mese di vita.Sono trascorsi 3 mesi mia madre è ancora viva non fa chemio ma solo terapia del dolore con Transtec 70mg cerotti e Synacthen fiale.Stato di salute: poco appetito e un pò di affanno quando cammina; stanchezza e sonnolenza.E' possibile che non ci sia nessuna cura? Come posso aiutarla? Non sopporto vederla spegnere ogni giorno.C'è possibilità? Vi prego datemi al più presto una risposta!

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

si tratta di una malattia politrattata e quindi senza dubbio assai resistente ai farmaci. Si può tentare, condizioni generali permettendo, un ulteriore linea di chemioterapia ma senza, purtroppo, aspettarsi grandissimi risultati. Magari in abbinamento ad una ipertermia locoregionale (versamento permettendo). La sonnolenza e la stanchezza oltre che alla malattia possono essere anche imputabili alla terapia del dolore. Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 113XXX

In cosa consiste la ipertermia locoregionale e in quale centri d'Italia si esegue?

[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Puoi avere tutte le informazioni sull'ipertermia oncologica sul mio sito www.ipertermiaroma.it . Una lista completa dei Centri in Italia che la eseguono è presente sul sito www.assie.it . L'associazione europea di ipertermia risponde anche ad un numero telefonico che troverai sul sito. Puoi chiedere se lo desideri informazioni anche a mio nome al Sig. Rolando.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#4] dopo  
Utente 113XXX

Gentile dottore, mi domando se per mia madre sia possibile solo eseguire l'ipertermia senza chemio, anche perchè è molto debole. Se ritiene che non ci siano grandi risultati non vorrei più farla sottoporre a queste terribili torture. Cosa ne pensa? Grazie