Utente 117XXX
A mio padre (68 anni) è stato diagnosticato un tumore al polmone sinistro. La diagnosi dell'esame istologico è la seguente: "Lembi di parte bronchiale con infiltrazione da carcinoma scarsamente differenziato a pattern prevalente di diffusione endolinfatica e morfologicamente coerente con adenocarcinoma". Vorrei avere dei chiarimenti circa la natura del tumore e quindi lo stadio di avanzamento. Gli specialisti consultati non consigliano l'intervento, ma preferiscono iniziare un ciclo di chemioterapia. Perchè?
Il fatto che la tac ha rilevato che nessun altro organo è interessato da tumore costituisce l'unico aspetto positivo della vicenda? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
lei ha riportato la diagnosi istologica ottenuta verosimilmente da un prelievio broncoscopico, tuttavia per esprimersi sulla scelta terapeutica bisogna avere a disposizione la stadiazione completa, che ritengo sia stata fatta, con TC e scintigrafia ossea.
Anche se, come lei dice, la TAC non indica interessamento di altri organi bisogna vedere quanto il tumore è esteso a livello toracico (omolateralmente o bilateralmente, verso il mediastino ed i linfonodi, ecc...).
Solo con le informazioni complete è possibile valutare l'estensione della malattia e indicare quale trattamento è attuabile e quale non lo è.
Cordiali saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro