Il mio medico curante mi ha prescritto "airtal 100 mg, polvere

Gentili Dottori,
sono una ragazza di 23 anni e non pratico moltissimo sport. Tre settimane fa sono andata a sciare e ho fatto una brutta caduta in avanti, lo sci non si è staccato e ho sentito un forte "crack" al ginocchio seguito da un forte dolore. le lastre non hanno evidenziato nessuna lesione ossea, una settimana più tardi ho fatto una risonanza magnetica al ginocchio, questi i risultati:

"L'esame RM del ginocchio sn non evidenzia alterazioni a carico delle fibrocartilagini meniscali ben visibili in tutta la loro estensione. Il legamento crociato anteriore appare ispessito e iperintenso nelle sequenze specifichein sequele di lesione intrasinoviale. Regolare il segnale RM ed il decorso delle restanti strutture legamentose del crociato posteriore e dei collaterali. La rotula è in asse.
Aree di alterato segnale RM a carattere iperintenso nelle sequenze specifiche si apprezzano in corrispondenza del condilo femorale mediale , dell'emipiatto tibiale contrapposto e dell'emipiatto tibiale laterale da edema intraspongioso in lesione da impatto. Modifica falda di versamento articolare."

Vorrei chiedervi per prima cosa una delucidazione sui risultati della RM. In secondo luogo il mio medico curante mi ha prescritto "Airtal 100 mg, polvere per sospensione orale" (che assumo una volta al giono) e "Xylocaina 5% unguento"; vi paiono congeniali questi farmaci? In più mi è stata prescritta una visita dal fisiatra. Volevo chiedervi se a Vs giudizio sarà necessario fare delle sedute di fisioterapia o se basta tenere a riposo il ginocchio magari con un tutore (purtoppo per ora non posso fare a meno di camminarci un po' sopra e temo di sforzarlo troppo. Quanto potrebbe essere lungo il periodo di convalescenza? Quando più o meno potrei tornare a praticare attività sportive?
Vi ringrazio moltissimo
[#1]
Prof. Alessandro Caruso Ortopedico, Medico fisiatra, Medico dello sport, Medico osteopata 4,1k 134 1
Gentile sig.ra di Torino anzitutto è d'obbligo un consulto ortopedico per un trauma così delicato che lei ha già ritenuto di esaminare con RX. e R.M.N. Per un trauma distorsivo così serio il ginocchio va tenuto immobilizzato almeno 21 gg.; evitando il carico totale in fase acuta, ossia nei primi 20 gg.
Dopo aver consultato un collega specialista ortopedico si stabilirà il da fare e se iniziare con un fisiatra un protocollo di riabilitazione funzionale del ginocchio che dovrà essere graduale e costante.
Certamente la massoterapia e la chinesiterapia attiva e passiva è necessaria.
Ma segua il parere di chi le farà una diagnosi clinica ed un iter riabilitativo.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedico-Traumatologo //Fisiatra
Messina

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Prof. Caruso, la ringrazio innanzitutto per la celere risposta. Purtroppo a quanto leggo temo che il mio problema sia stato un po' sottovalutato dagli specialisti che mi hanno visitata al pronto soccorso (i quali mi avevano detto addirittura che dovevo mantenere il bendaggio che mi avevano fatto loro per una settimana ma potevo camminare senza stampelle)e per questo motivo ho trascurato il trauma. Ho pertanto utilizzato le stampelle solo per la prima settimana e in seguito ho camminato senza di esse. Ad ogni modo ho prenotato la visita dal fisiatra per la prossima settimana. La ringrazio ancora moltissimo, cordiali saluti
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori, avrei ancora una domanda da farvi. Qualche giorno fa ho fatto la visita dal fisiatra e gli ho portato i risultati della rmn che ho trascritto sopra. Gli ho anche fatto presente che nei primi 20 giorni avevo cercato di tenere il ginocchio fermo ma che comunque non avevo potuto mantenerlo immobile come mi avrebbe permesso un'ingessatura. Il dottore ha eseguito una visita e ho sentito un acutissimo dolore quando mi piegava la gamba o quando tentava di stenderla (nonostante continuasse a ripetermi di stare rilassata mi era molto difficile con quel dolore). Il fisiatra ha sostenuto che i dolori che sento sono solo i tendini "intorpiditi" e che devo fare esercizio (flettere e piegare la gamba più spesso) per farli tornare funzionali. Mi ha anche consigliato di abbandonare le stampelle e camminare facendo un po' di esercizio. Il dubbio che mi è venuto riguarda proprio i dolori.. è possibile che siano solo i tendini? Ricordo perfettamente che anche il giorno dopo la distorsione avevo lo stesso identico male quando facevo quei movimenti (erano i tendini anche allora?). Ora è circa una settimana che cammino senza ausili, ma mi duole ancora piegare il ginocchio o estendere completamente la gamba. Posso fidarmi di ciò che mi ha riferito il fisiatra o è preferibile eseguire un'ulteriore visita? Vi ringrazio moltissimo
[#4]
Dr. Daniele De Vita Ortopedico 17 2
Ho letto attentamente tutto quanto da lei fatto precedentemente e detto dai colleghi ( con i quali concordo ).
Se ad oggi persiste sintomatologia, la sollecito a farsi valutare clinicamente da uno specialista ortopedico. Sembra esserci una lesione al LCA (da quanto raccontato e dal referto rm). Ovviamente questa resta una semplice ipotesi diagnostica e può essere smentita o confermata da una valutazione clinica.

Dr. Daniele De Vita

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio