Utente
Buonasera, è da quasi un mese che una strana sensazione al piede sinistro ed ora anche al polpaccio...lo sento strano...anche con sensazione di calore...non credo sia addormentato se si intende così quando il piede "non si sente" diciamo...
Non ho dolore, nè alterazione di sensibilità.
Non so proprio cosa possa essere.
Potete darmi qualche consiglio?
Domani farò le analisi del sangue e ho prenotato già una risonanza magnetica encefalica e midollare tratto cervicale con mezzo di contrasto.
Grazie mille

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Chi Le ha prescritto "una risonanza magnetica encefalica e midollare tratto cervicale con mezzo di contrasto" ?
Premesso che non è possibile fare ipotesi solo in base alla sola descrizione che Lei fa, con il rischio che Lei perda tempo e denaro in accertamenti che possono non essere specifici per Lei, la prima cosa da fare è consultare un ortopedico o un neurochirurgo che possa valutare se possa trattarsi di una parestesia dovuta alla irritazione di una radice nervosa, e di qui decidere quali accertamenti fare oppure a quale altro specialista ricorrere.
Se invece questo percorso è stato fatto, allora bisogna sapere quali sospetti lo specialista abbia avanzato.
Ci tenga aggiornati, se vuole
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
Utente
Egregio Dottore,
La ringrazio per la Sua risposta.
Ho già fatto una visita dal neurologo il quale mi ha prescitto la risonanza però nn per il problema del piede, per il quale mi ha detto che nn ho nulla (nn so come può dirlo solo con la prima visita semplice insomma), ma perchè ho frequenti mal di testa ogni volta che cambia il tempo da quando 2 anni fa sono caduta dalle scale. Lui mi ha detto di non preoccuparmi ma dato che sono una persona molto ansiosa mi ha detto di fare questo esame per la mia e la sua tranquillità.
Ma come mai parla di parestesia?
Le aggiungo anche che dal mese di settembre ho iniziato ad andare in palestra, pratico una specie di danza, dove si fanno molti allungamenti, ti fanno tirare le punte del piede e nn so se questo possa influire...la sensazione non è di dolore o di perdita di sensibilità. E' come un calore, come se fosse pesante ma lo muovo benissimo e risponde a tutti i miei implusi.
Potrebe davvero trattarsi di una cosa neurologica?
Con il tipo di risonanza si vede questo? Ho paura che il mezzo di contrasto possa dar fastidio..è vero?
Intanto sono in attesa della risposta delle analise del sangue...ho fatto tutte quelle di routine tranne la tiroide...
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Parestesia vuole solo indicare una sensazione che non corrisponde alla realtà: il formicolìo, la sensazione di corrente, l'impressione che l'arto sia pesante, ecc sono sensazioni alterate che non corrispondono a un fenomeno reale (nel senso che non ci sono formiche, non sta passando una corrente ecc). Non si preoccupi quindi per la parola parestesia che è solo un termine per raccogliere queste sensazioni.
Adesso che mi ha spiegato il motivo per cui ha in programma la RMN ho più chiara la cosa. Il mezzo di contrasto ha alcune controindicazioni e possibili complicazioni piuttosto circoscritte, che devono venire illustrate da chi eseguirà l'esame.
Ribadisco la necessità della visita dell'ortopedico o del neurochirurgo per capire l'origine di questo disturbo. Nell'attesa limiti gli sforzi, e la danza.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#4] dopo  
Utente
Dottore La ringrazio ancora per la risposta...il guaio è anche che sono una persona molto ansiosa, quindi con questo disturbo la prima cosa che ho fatto è andare a cercare su internet (cosa sbagliatissima lo so)dove sono uscite cose tipo Sclerosi e altro e quindi la mia paura è peggiorata perchè ho paura che questo mio sintomo possa essere dovuto a queste cose...la RMN prescritta evidenzierebbe una cosa del genere?
Peraltro aggiungo che la sensazione di calore mi passa a volte anche all'altro polpaccio...
...avendo poi già fatto la visita dal neurologo, a cosa potrebbe servire quella dal neurochirurgo? Sono diverse?
Grazie ancora per la sua disponibilità...il mio essere così ansiosa sicuramente non aiuta anzi...
Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La RMN può permettere di fare diagnosi di sclerosi multipla, ma penso che possa stare tranquilla.
Una volta che ha fatto la RMN e l'ha mostrata al neurologo ribadisca la presenza dei Suoi disturbi all'arto inferiore.
Il consiglio di rivolgersi all'ortopedico o al neurochirugo è per controllare se il problema può derivare da una discopatia lombare; anche il neurologo può dirlo ma mi sembra di aver capito che Le ha detto "stia tranquilla, non è nulla", mentre secndo me è opportuno capire se c'è una causa organica e cosa fare
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#6] dopo  
Utente
Dottore grazie ancora,
oggi intanto vado a ritirare le analisi del sangue e il 23 dicembre farò la risonanza!
La terrò aggiornata.
Grazie ancora.
Cordiali saluti

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
ieri ho fatto la risonanza..naturalmente ancora nn ho il risultato ma lì mi hanno detto di stare tranquilla..e le analisi del sangue sono tutto ok!
E' da ieri però che sento come una vibrazione leggera sotto il piede sinistro...ad intermittenza...tipo "fusa di un gatto"...e mi sto preoccupando!
Cosa potrebb essere?
Grazie ancora e tantissimi auguroni!

[#8]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Come Le ho detto tutte queste sensazioni sono "parestesie" che potrebbero derivare dalla schiena. Quando avrà fatto la visita dall'ortopedico sarà più serena. Buona parte della responsabiolità è comunque dell'ansia.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it