Utente
Salve, ho 24 anni, sono un giocatore di pallanuoto, pratico da molti anni questo sport e contemporaneamente anche pallavolo. Dopo una partita ho accusato un forte dolore alla spalla sinistra che mi impediva quasi la rotazione del braccio e l'extra-rotazione.Ho applicato per più giorni ghiaccio e pomata a base di diclofenac...ma il dolore persisteva ancora anche se con entità decisamente minore rispetto ai primi 2-3 giorni.Dopo 1 mese dall'infortunio esausto della situazione ( anche perchè di notte dormendo inavvertitamente sulla spalla interessata sentivo dei dolori allucinanti) sono riuscito a fare un' ecografia con il seguente referto: "lieve distensione da versamento della acromionclaveare; segni di tenosinovite del tendine del capo lungo del bicipite brachiale; normali le restanti strutture tendinee locoregionali."
Sono andato direttamente da una fisioterapista che oltre a consigliarmi ancora ghiaccio per 3 volte al giorno e pomata a base di ketoprofene sale di lisina mi ha detto che le normali terapie come tekar, ultrasuoni, ionoforesi ecc. non sarebbero di grande aiuto vista la profondità della parte interessata al contrario della mesoterapia che potrebbe risolvermi il problema con 3-4 sedute!
Inoltre mi ha consigliato alcuni esercizi con gli elastici per rinforzare i muscoli della cuffia dei rotatori (cosa che ho sempre fatto in questi anni di pari passo con esercizi di potenziamento in sala pesi) e un esercizio di decapsulazione (non ricordo se questo sia il termine esatto) della testa dell'omero.
Sinceramente a distanza di 10 giorni il dolore non è acuto come i primi 20 giorni ma non sembra migliorare ulteriormente e sono molto stanco di non poter riprendere a praticare sport normalmente!
Preciso che dopo aver fatto esercizi con gli elastici il dolore si riacutizza leggermente per poi tornare in forma molto lieve a distanza di 24 ore circa!

Cosa posso fare? La mesoterapia è consigliabile? ha qualche controindicazione oltre all'eccessivo costo?Ci sono altre terapie alternative?Posso riprendere pian piano a fare sport nonostante il dolore?Il nuoto è consigliato o va a sforzare eccessivamente i tendini delle spalle? Degli integratori alimentari potrebbero accelerare il processo di guarigione?

Distinti saluti.

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile Utente, non credo che sottoporsi ad un ciclo di mesoterapia, (specie se non fatta da un medico!) sia in questo momento la cosa più saggia. Innanzitutto deve rivolgersi ad uno specialista, perché l'ecografia va interpretata sulla base di un esame clinico, e perché la spalla di uno sportivo che effettua proiezioni del braccio dall'alto in basso è sottoposta a lesioni caratteristiche e molto "famose" a noi ortopedici. Potrebbero essere necessari altri accertamenti e questo solo un medico può dirlo. Per adesso cerchi di stare a riposo, non usi il braccio per lanciare alcunché fino a che non ha escluso possibili lesioni dell'ancora bicipite. Restando a disposizione, porgo cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la celere risposta al consulto!
Comunque volevo chiarire che per fortuna il braccio sinistro non è il braccio che uso per lanciare o schiacciare e che la mesoterapia consigliatami dalla fisioterapista doveva essermi praticata da un medico specialista e non da lei stessa!
Seguirò il suo consiglio, attenderò per la mesoterapia e cercherò uno specialista!
Ma secondo lei posso riprendere con la sala pesi? Naturalmente con carichi leggeri!
Grazie ancora!
Distinti saluti.

[#3]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
se vuole può fare gli esercizi che non implicano l'uso della spalla del bicipite brachiale, magari lavorare per adesso solo con gli arto inferiori, addominali, tricipiti alla multi-station con il braccio ben fermo, tralasciando pettorali, dorsali, spalle e bicipiti fino alla definizione del quadro. Comunque con l'arto sinistro Lei nuota e si stabilizza nell'acqua, quindi le sollecitazioni ci sono! La partita dopo la quale ha sentito dolore era di pallavolo o pallanuoto? Faccia valutare anche la articolazione acromioclaveare che a volte è sottoposta a traumi.
A Sua disposizione, Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it