Utente
Gentilissimi Dottori,
mi Chiamo Gerardo,ho 36 anni,sono alto 1.95 e peso 96kg,attività lavorativa molto attiva.
Lunedì 27 settembre sono rimasto bloccato con la schiena a seguito di uno spostamento di un carico in maniera errata (lavoro in magazzino).Sono stato a casa 2 giorni,fascia lombare contenitiva,diclofenac pastiglie, sembrava essere passato.Mercoledì 29 settembre,due giorni dopo ho preso un'altra botta semplicemente alzandomi dalla sedia.Mi ha completamente paralizzato dalla schiena in giù.Il dottore mi ha prescritto punture di Bentelan 4mg con Piroxicam 20mg.Il ciclo è stato di 6 punture, terminate ieri il 5/10.Nessun problema fino a stamane,un piccolo movimento mi ha fatto di nuovo soffrire rilegandomi al letto.Sono episodi che purtroppo ricorrono spesso.Infatti a seguito di un brutto blocco avvenuto nel dicembre 2008,ed altri avvenuti in passato (legati alla cervicale),il mio medico curante ha voluto farmi fare una TC COLONNA LOMBO-SACRALE senza MDC il cui responso è stato:
"E' stato esaminato il tratto comprendente gli spazi intersomatici da L3 ad S1.
Non si osservano protusioni discali significative in corrispondenza dello spazio L3-L4. A livello L4-L5 evidenza di protusione eccentrica,erniaria,in sedemediana-paramediana destra,tendente all'estrusione caudale,nettamente improntante il sacco durale,e lambente l'emergenza della radice nervosa di livello L4 omolaterale. A livello L5-S1 si evidenzia protusione discale ad ampio raggio,in sede intraforamidale sinistra,che collide con il decorso della radice nervosa di livello L5. A tutti i livelli in esame,non si evidenziano significativi segni di artropatia;i diametri canalari sono nella norma".

Nel successivo 26/01/09 feci una visita fisiatrica (molto deludente per me) la quale conclusero:CERVICOLOMBOALGIA MECCANICA POSTURALE.PIù CHE MALE ALLA SCHIENA AVEVO BLOCCATO IL COLLO.Infatti feci una serie di trattamenti per il collo ma nulla per la schiena.Nel maggio del 2009 rimasi nuovamente bloccato,di nuovo punture e riposo.Poi nulla fino all'altra settimana.

Gentilmente potrei avere delle vostre indicazioni?
Sono un pò preouccupato perchè nonostante ho fatto le punture, al mimino movimento errato sto di nuovo male.E' possibile che sia peggiorato qualcosa?
Cosa mi consigliate di chiedere al mio medico, nuova TC o RMN?Visita fisiatrica o ortopedica?

Vi ringrazio per l'attenzione che fi da ora mi dedicherete.
L'occasione mi è lieta per porgerVi i miei più cordiali saluti.

Gerardo Colucci

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente, le consiglierei una visita fisiatrica e magari una RM. Così può studiare il problema in maniera "aggiornata" e vedere se ci sono strategie posturali che possono aiutarla a non ricadere nel dolore. Le alterazioni degenerative dei dischi nel suo caso ci sono, e i dischi protrudono e toccano i nervi della schiena, ma non sempre i sintomi sono riconducibili a quello che dice l'esame TC o RM che un paziente ha eseguito. Da qui l'importanza di una visita, necessaria per correlare i sintomi agli esami fatti e trovare una soluzione. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
non me ne voglia, ma avrei bisogno di alcuni chiarimenti in merito alla mia patologia/situazione,si tratta di ernia del disco?Discopatia?esiste una dicitura più semplice?
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente, mi scuso se rispondo solo ora, ma mi ero "perso" la sua replica. Allora, per discopatia si intende una generica patologia del disco che sta tra due vertebre, è un termine che io non uso spesso perché vuol dire tutto e nulla. Se il disco tra due vertebre è degenerato, invecchiato, alterato nella sua struttura da fenomeni di disidratazione e scompaginamento delle fibre che lo compongono, può uscire dalla sua sede come della marmellata tra due fette di pane quando si dà un morso. Questa fuoriuscita può essere lungo tutto il perimetro delle fette di pane (protrusione ad ampio raggio), solo in una parte (protrusione focale), può esserci un pò di marmellata che si stacca e va un pò più lontano (ernia espulsa e migrata), può infilarsi in uno dei buchi per i nervi che stanno lì accanto (protrusione ad estrinsecazione intraforaminale), eccetera. Noi medici siamo famosi per trovare sempre termini strani che descrivano le diverse sfaccettature delle alterazioni del corpo umano, così complesso, e quindi chiamiamo in modi così diversi i vari modi in cui un pò di disco intervertebrale esce, e si avvicina alle strutture che gli stanno vicino (come i nervi, così importanti perché portano la sensazione del dolore lungo le gambe). Ma alla fine, sempre di un disco che sporge si tratta, questo è tutto. Quindi a volte una bella ernia grossa, ma che non tocca nervi lì vicino, può fare meno danni di una piccola protrusione (= marmellata che sporge senza staccarsi dal resto) che va proprio nel punto di passaggio di un nervo, e sono dolori. Spero di averle fatto capire un pò meglio che a lei deve interessare fino ad un certo punto se ha un'ernia o una protrusione, perché è tutta roba simile che deve essere trattata in modi diversi a seconda che dia un sintomo o un altro. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottore,
la ringrazio per la risposta, mi ha ben spiegato il problema.
Di seguito,un'informazione in più, la RM Colonna Lombo-Sacrale che ho effettuato domenica scorsa:

"L'esame è stato eseguito con tecnica FSE secondo piani sagittali ed assiali con immagini T1-T2 dipendenti.
Conservata la fisiologica lordosi lombare.
Ad L4-L5 il disco intersomatico tende alla disidratazione ed appare caratterizzato da un breve fissurazione del margine posteriore dell'anulus.
Il disco ernia nel canale vertebrale sollevando il legamento longitudinale posteriore con decorso verso l'alto in sede paramediana sinistra, con conseguente impronta sul margine ventrale del sacco durale; non significative compressioni delle radici spinali.
Ad L5-S1 il disco intersomatico,assottigliato,impegna parzialmente lo spazio adiposo epidurale anteriore senza determinare significative compressioni delle radici spinali e del sacco durale.
L'ampiezza del canale vertebrale è nei limiti della norma così come quella dei forami di coniugazione.
Il cono midollare termina all'altezza di D12-L1.
I muri posteriori dei metameri sono allineati.
Non altri reperti di rilievo."

Seguirà giovedì prossimo, come da suo consiglio,visita fisiatrica.

La ringrazio sin d'ora per il tempo che mi dedicherà.
L'occasione mi è lieta per porgerLe I miei più cordiali saluti.

Gerardo

[#5]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Ci sono delle protrusioni dovute a degenerazione dei dischi a due livelli, ma non sembrano gravi e nemmeno da operare. Attendiamo la visita fisiatrica, si faccia spiegare bene di che terapie ha bisogno e dei cambiamenti dello stile di vita deve fare per non ricadere nel problema e impedire che le protrusioni peggiorino. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it