Utente
Buonasera!Ho 55 anni e ho da sempre il piede cavo sia sx che ds, ma negli ultimi due anni ho dolori molto forti oltre a gonfiore alla parte superiore del piede destro.
Ho già effettutato sia l'ecografia che le radiografie al piede destro non risultando alcun problema.
Dopo aver fatto una visita dal fisioterapista mi è stata prescritta un ciclo di 10 laser-terapia. Non ho avuto alcun beneficio.
Ho effettuato tre applicazioni TECAR senza beneficio.
Sto portando plantare fatto da un tecnico ortopedico avendo un leggero beneficio.
Il dolore non è continuo ma è molto forte.
Dopo la visita da un ortopedico ho fatto una risonanza magnetica che non ha riscontrato il neuroma di Morton ma è metatarsalgia destra da iperappoggio metatarsale in piede cavo.
Visto che il dolore continua se dopo questi esami e visite è possibile fare qualcosa per attenuarlo.
Grazie

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente, prendiamo per buona la diagnosi fatta dall'ortopedico. Per una metatarsalgia in piede cavo sono fondamentali plantari a contatto totale con barra retrocapitata e alloggi/scarichi delle teste metatarsali dolenti. Se questi non bastassero, esistono degli interventi chirurgici in cui le teste dolenti vengono arretrate e rialzate per ridurre il sovraccarico, ma solo una visita specialistica può valutare se i plantari sono fatti bene e se serve un intervento. Quando è stata dall'ortopedico cosa le ha consigliato?
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2] dopo  
Utente
L'ortopedico dopo aver visionato l'esito della risonanza magnetica CD con referto:
"indagine condotta con sequenze ultiparametriche di immagini, mirate su piani assiali.
Non si apprezzano aspetti di alterazioni focali del segnale RM, in particolare a carattere configurato, a livello degli spazi inter digito metatarsali, eventualmente compatibili con neuroma di Cividini-Morton."
mi ha consigliato di continuare a usare il sottopiede e di aspettare se questo mi dava qualche beneficio. Lo sto usando da febbraio 2010 ma con pochi benefici.

RingraziandoLa Le porgo distinti saluti

[#3]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Con sottopiede intende dire che è un rialzo o che sono due plantari fatti su misura attraverso calco gessato o in schiuma dei suoi piedi?
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#4] dopo  
Utente
Sono due plantari fatti su misura attraverso calco in schiuma dei piedi.

[#5]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se finora non ha avuto sollievo le consiglio di farsi vedere nuovamente dal suo ortopedico, che studierà insieme a lei una nuova strategia terapeutica. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it