Utente
Buongiorno, sono una donna di 45anni e da circa un mese il pollice della mano sinistra durante la notte si blocca, mentre alla mattina prima a scatti poi sempre più in modo fluido riprende le sue funzioni pressochè totalmente; oltre a fare male negli ultimi giorni sulla "nocca", è dolente al tatto anche alla base del dito che peraltro sembra essere appena gonfio; non posso operare alcune pressione (spingere un interruttore) che vedo le stelle. Il mio medico dice che si tratta del dito a scatto facilmente operabile, ma mi chiedo se invece non ci sia dell'altro a livello osseo. Inoltre anche il pollice destro fa male, solo quando esercito una pressione, quasi fosse in questo caso solo un fenomeno tendineo.
Devo a breve fare una elettromiografia ad entrambi i polsi per sospetto tunnel carpale; può esserci un collegamento fra i due fenomeni? che tipo di cura potrei tentare prima di dover ricorrere all'intervento?

[#1]  
Dr. Matteo Bianchi

24% attività
4% attualità
12% socialità
PAVIA (PV)
VOGHERA (PV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2000
Per risponderle correttamente è necessario visitarla; sono disponibile; distinti saluti
Matteo Bianchi

[#2]  
Dr.ssa Mirka Cocconcelli

24% attività
8% attualità
0% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2000
Gent.le Sig.ra,da quello che Lei riferisce,pare proprio trattarsi di una patologia infiammatoria del tendine flessore lungo del pollice.A volte,può recedere con una infiltrazione peri-tendinea che io eseguo una volta sola;se l'esito della stessa è infruttuoso opero ed eseguo una tenolisi.La tenosinovite stenosante può associarsi ad una sindrome del tunnel carpale,in quanto sia i tendini flessori delle dita che il nervo mediano sono alloggiati nel medesimo distretto detto canale carpale.Le consiglierei una visita specialistica ortopedica per valutare le cure opportune.
Saluti.
Dott.ssa Mirka Cocconcelli
Specialista in ortopedia
Specialista in Medicina dello sport

[#3]  
Dr. Fulvio Di Cosmo

24% attività
20% attualità
12% socialità
TRIESTE (TS)
PORDENONE (PN)
PORTOGRUARO (VE)
SAN DONA' DI PIAVE (VE)
ODERZO (TV)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile signora,
il così detto dito a scatto. che, per quanto descrive, la affligge, è una patologia molto fastidiosa, ma per fortuna semplicemente risolvibile.
Talvolta il solo riposo funzionale porta ad una renmissione della sintomatologia. può essere tentata una terapia infiltrativa con cortisone. Tale approccio non garantisce il risultato e può indurre un'atrofia da cortisone delle strutture tendinee e talvolta della cute.
La cura radicale è rappresentata da un intervento chirurgico di modesta portata, che si effettua ambulatorialmente, in anestesia locale. Tale intervento in media non impegna più di quindici minuti e porta a completa immediata risoluzione del quadro clinico. Certo saranno necessarie un paio di medicazioni e la rimozione dei punti di sutura, ma è ben poca cosa.
Cordiali saluti.
fdc
Dr. Fulvio Di Cosmo
Specialista in
Ortopedia, Chirurgia vascolare, Medicina dello sport.
Master in Medicina legale

[#4]  
Dr. Simone Cigni

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
VOGHERA (PV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gent.ma Signora,
in base a quanto lei descrive la sua sintomatologia è da riferire ad una tendinite dei tendini flessori del pollice che le causa il blocco dolente comunemente chiamato "dito a scatto".
E' necessario comunque eseguire una radiografia volta ad escludere (rare) patologie concomitanti a livello osseo.I sintomi possono migliorare a seguito di una-due infiltrazioni locali di anestetico e cortisonico. Raramente la soluzione è definitiva. Quasi sempre è consigliabile l'intervento di tenolisi (in anestesia locale) che, se corretamente eseguito, risolve completamente i sintomi.
A disposizione per chiarimenti
3336024188
Dr Simone Cigni