Utente
Gentili dottori sei giorni fa sono caduto da una scala mentre imbiancavo casa è ho sbattuto l'osso sacro. non si tratta di una bruttissima caduta ma essendo molto magro ho avvertito un grosso colpo. i primi due giorni non riuscivo a sedermi dal dolore poi con il tempo il disturbo è migliorato anche se non è scomparso completamente in quanto se urto sulla parte interessata avverto ancora un grande dolore. oggi ho fatto una radiografia. il referto dice: frattura affossata della prima vertebra coccigea. la mia domanda è questa a parte il dolore che comunque è sopportabile dovrei fare delle punture di calciparina per maggiore tranquillità? ho paura di qualche trombosi anche se io non sto immobilizzato ma bensì sto continuando a fare una vita normale. nel caso riteniate che non debba fare quelle punture potete spiegarmi anche il motivo visto che sono completamente ignorante in medicina cosi sto piu tranquillo? grazie mille anticipatamente.

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Egr. signore, consulti uno specialista ortopedico e faccia esaminare le sue radiografie ed il da fare in casi simili.
In genere riguardando la frattura una zona ristretta scheletrica, ossia solamente la prima v. coccigea, non dovrebbero esserci rischi in tal senso, circa una trombosi venosa profonda, considerando anche la sua giovanissima età.
Ma appunto ovviamente è indispensabile un consulto ortopedico e la valutazione clinica del suo caso e l'attenta valutazione dell'esame radiografico, oltre allo stabilire programma terapeutico e successiva fase riabilitativa.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente
gentile dottor caruso, innanzitutto grazie per la sua immediata risposta. di domenica trovare uno specialista non è molto semplice. non ho trovato un ortopedico come lei suggeriva ma sono comunque riuscito a parlare con un neurologo, che spero sia ugualmente competente. mi ha consigliato di usare una ciambella. per quanto riguarda la profilassi della trombosi ha detto che è evitabile confermando del resto la sua tesi. principalmente perchè la frattura è su un osso piccolo e poi a suo dire si tratterebbe di una micro frattura a differenza del referto del radiologo che aveva scritto frattura. poi perchè dice che sono giovane e che ho camminato da subito. credo a questo punto che anche lei si trovarà d'accordo il neurologo. dunque il movimento giocherebbe a mio favore in questo caso? pensi che io credevo il contrario cioè che se camminavo facilitavo la trombosi. da profano ho cercato di spiegare che una puntura del genere nel mio caso potrebbe farmi solo del bene e che certamente non mi avrebbe fatto male ma il medico non ha voluto sentire ragione e non me l'ha prescritta ci sara da fidarsi? grazie mille dottore per la sua pazienza e disponibilità.