Utente
salve ho 18 anni e domenica 8 aprile ho messo male il piede giocando a calcio.. sono andato subito a metterci il ghiaccio mi sono messo a letto per 1 ora e mezza con il ghiaccio quando ho provato ad alzarmi sono caduto in terra era come se la gamba destra non l'avessi più non la sentivo avevo una caviglia gonfia come un pugno.. sono andato subito al pronto soccorso dove mi hanno fatto i raggi per 3 volte non riuscendo a capire cosa avessi allora mi hanno fatto una tac.. L'esito della tac e stato minifrattura del astragalo con spostamento cartilagineo... sono stato operato 2 giorni fa ad arezzo dal dott. zucchini mi hanno immesso delle viti e mi hanno ingessato la gamba per 35 giorni.. cercando su internet ho visto molte ppersone con fratture al astragalo e ho letto che si sono operate e dopo 2 anni ancora camminando provano moto dolore alla caviglia.. vorrei sapere se diciamo avrò dolore quando tutto sarà finito oppure no.. anche perchè il medico prima di operarmi mi ha detto chiaramente che l'intervento potevo anche non farlo se non volevo ma andando avanti con gli anni avrei provato fastidio alla gamba... aspetto una risposta grazie mille

[#1]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
4% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

un fastidio alla gamba con gli anni mi sembra un motivo poco consistente per decidete se effettuare un intervento oppore no.
Detto questo, le fratture dell'astragalo composte possono guarire senza trattamento chirurgico, ma in caso discomposizione, anche di lieve entita', soprattutto nelle persone giovani, e' preferibile intervenire chirurgicamente anche perche' l'astragalo ha una vascolarizzazione molto particolare che, in caso di frattura, puo' provocare un'interruzione dell'afflusso di sangue in certe zone dell'osso con il rischio di necrosi.
Quindi penso che il collega abbia valutato tutto questo nel proporle l'intervento.

La saluto.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com