Utente
2 mesi fa ho avuto una lussazione alla spalla, finito il trattamento (riposo 20 gg) il dolore non è passato fatta l'ecografia risulta il sospetto lesione Hill-Sachs) fatta la rm sul referto risulta oltre ai versamenti endo-articolare e nella guaina del capo lungo del bicipide,il cercine cartilagineo glenoideo della scapola risulta mal definito nel suo margine ventrale e inferioreche risulta diastasato dalla glenoide ossea. normale trofismo dei costituenti muscolari della cuffia dei rotatori cui relativi prolungamenti tendinei, continui x tutto il loro decorso, presentano irregolarità di segnale a carattere degenerativo in assenza di immagini francamente sospette x la presenza di lesioni parziali o complete della cuffia medesima.

[#1]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il primo episodio di lussazione di spalla avvenuto alla sua eta' (over 40), generalmente, non deve destare grossa preoccupazione in termini di inabilita' residua e di rischio di recidiva (ossia rischio di sviluppare un nuovo episodio di lussazione).
Tutto cio' purche' lei abbia rispettato con attenzione e precisione il periodo di riposo sempre con il braccio al collo per tutte le 3 settimane successive al giorno del trauma.
Il cercine glenoideo "mal definito", cosi' come riportato nell'esame di Risonanza magnetica che Lei pone alla nostra attenezione, non e', di per se, elemento che deve porla in allarme.
Indubbiamente si tratta di una lesione anatomica che, tuttavia, non sempre crea problemi grossolani se viene affrontata una buona riabilitazione successivamente al trauma.
Mi auguro, che allo stato attuale, ossia 2 mesi dal trauma, lei abbia recuperato il 90% circa del normale arco di movimento della spalla.
Cio' e' essenziale per completare un buon recupero funzionale della sua spalla.
Cordiali saluti
Dr. Roberto LEO

[#2] dopo  
Utente
innanzitutto volevo ringraziare x la risposta esaudiende e molto solerte, io sono stato a riposo x il tempo dovuto e anzi a tuttora non dico che la tengo a riposo ma poco ci manca anche perchè nel cercare di ruotorla sento tutt'ora lo stesso dolore che avevo il giorno seguente all'incidente. non riesco a fare sforzi e di notte ho problemi nel trovare posizioni x riposare ( mi sveglio 3-4 volte a notte x il fastidio al braccio.

[#3]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il suo racconto e' nella norma per un paziente che esce come lei da una recente lussazione traumatica anteriore della spalla.
Molto utile per accelerare il recupero e' la ginnastica in acqua con lo scopo di accelerare la velocita' di recupero della mobilita' articolare.
Cordiali saluti
Dr. Roberto LEO

[#4] dopo  
Utente
le sue parole mi confortano, ieri quando ho letto, se avevo raggiunto il 90% di mobilità mi ero un pò preoccupato, perchè ruotare il braccio tenendo la verticale non mi pone problemi, ma quando è laterale è molto ridotta. se è solo il dover sopportare il dolore non c'è problema, mi domando piuttosto visto che devo fare fisio, io sono un kayakista (infatti è su un torrente che ho avuto l'incidente) e praticamente vivo x il kayak dice che posso iniziare a fare qualcosa, qualcosa di non troppo impegnativo, o è troppo presto.
la ringrazio veramente molto x il suo interesse

[#5]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Difficile per noi professionisti rispondere alle giuste domande degli utenti quando queste ultime giustamente cominciano a farsi precise del tipo:
- dovro' essere sottoposto ad intervento (NON E' IL SUO CASO)
- quando potro' caricare il piede al suolo (NON E' IL SUO CASO)
- quando potro' tornare a praticare con sicurezza il mio sport?
(E' IL SUO CASO)
La difficolta' nasce dal fatto che il consulto telematico per sua natura intrinseca e' privo di 2 elementi fondamentali ad uno specialista per rispondere adeguatamente a domande tanto precise:
1) La visita clinica diretta
2) la osservazione di eventuali esami strumentali eseguiti.
----------------------
Tuttavia quello che le posso dire e' che, in linea generale, in uno sport non di contatto come il suo, dopo una lussazione di spalla, il ritorno "sul campo" potrebbe avvenire dopo non meno di 3 mesi.
Tale ritorno allo sport potra' avvenire pero' solo se avra' recuperato piu' che bene l'arco di movimento ed avra' potenziato adeguatamente la muscolatura di tutta la spalla.
Altrimenti il ritorno ad uno sport come il suo sara', oltre che sconsigliabile, anche pericoloso!
Cordiali saluti
Dr. Roberto LEO

[#6] dopo  
Utente
grazie x tutto il tempo che vi ho fatto perdere siete stati veramente gentili