Utente
richiedo cortesemente una "traduzione" dell'esito della risonanza magnetica effettuata al ginocchio sinistro a circa 20 giorni dalla lesione:
rottura L.C.A. a cui si associa frattura intrasponginosa sub condrale da impatto sul versante anteriore del condilo femorale esterno dove concomita anche un micro affossamento del piano articolare a tale livello; modico edema intrasponginoso si rileva anche sul versante posteriore del piatto tibiale contrapposto.
significativa e diffusa componente versamentale endoarticolare specie ai recessi superiori e posteriori.
rottura di secondo grado del L.C.M. con associato interessamento distrattivo di basso grado del guscio postero mediale.
non immagini attualmente riferibili a lesioni delle strutture meniscali, del L.C.P., e delle restanti componenti legamentose.
rotula in asse.
è normale che ancora non riesco a piegare la gamba a piu di 30 gradi?
sono ormai 25 giorni che utilizzo un immobilizzatore e quando dormo avendo avuto il permesso di toglierlo dopo le prime due settimane, se piego involontariamente la gamba lesa a piu di 25/30 gradi mi sveglio dal dolore! grazie della disponibilità

[#1]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
1) Rottura del Legamento crociato anteriore
2) Una lesione da impatto sulla cartilagine con minimo affossamento della stessa. Il trauma, o meglio l'energia attraverso la quale il trauma si e' esplicato e' stata verosimilmente molto elevata.
Sarebbe necessario l'utilizzo di stampelle per deambulare in carico parziale.
3) Lesione del legamento collaterale mediale.
Utile non forzare la flessione oltre i 70 - 90 ° per il momento sino al 30° giorno dal trauma
4)Flessione limitata a 30°
In effetti lei e' un po' indietro dal punto di vista riabilitativo.
La causa probabilmente e' il tutore di cui lei ci ha parlato.
Consulti a breve il suo ortopedico di fiducia per valutare quando rimuovere il tutore ed iniziare una intensa FKT per il recupero funzionale.
Cordiali saluti.
Dr. Roberto LEO

[#2] dopo  
Utente
grazie della rapida risposta!
l'ortopedico dell'ospedale mi ha visitato a distanza di 3 settimane dal trauma e mi ha prescritto altri 10 giorni di tutore perche l'LCM non era ancora guarito. inoltre mi ha prescritto laser TPCO2 all'inserzione del collaterale per favorirne la guarigione. mi ha anche suggerito una nuova risonanza tra 30 giorni. l'ortopedico non aveva il referto dell'RMN ma solo il cd con le immagini e mi disse che secondo lei c'era una lesione al menisco interno. la laser terapia me la consiglia anche lei? premetto che credo di farmi operare da un altro ortopedico che mi hanno consigliato e che opera ormai da molto tempo tutti i ragazzi della mia zona. tanto col ginocchio in queste condizioni credo che la ricostruzione dell'LCA sia il minimo. un'ultima curiosità, come sono le viti che mi fisseranno alle ossa?
grazie è mi scuso per la lunghezza del messaggio!

[#3]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Il programma che le e' stato proposto e' un programma "prudente" e va bene.
personalmente avendo a che fare spesso con sportivi di alto livellotendo ad accelerare un pochino i tempi di recupero.
Comunque va bene quello che sta facendo!!!!
La lserterapia e' ottima per il recupero.
No la lesione del LCA non e' il minimo. E' la cosa piu' importante e che necessita di una intervento di ricostruzione ! Tutte le altre lesioni citate guariranno bene da sole senza intervento!
Oggi usiamo viti e chiodini in materiale "polilattico" riassorbibile per fissare il legamento all'osso.
Saluti.
Dr. Roberto LEO

[#4] dopo  
Utente
un mio amico mi ha parlato di una delle due viti che "va via da sola" e l'altra che invece resta....lei crede che prima mi opero e meglio è? un ultima cosa, quando la RMN parla di interessamento distrattivo di basso grado del guscio postero mediale, che cosa si intende? è una cosa grave?


[#5]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Il materiale riassorbilibe "va via da solo" come dice la parola stessa.
Quanto alla vite che "resta" non so cosa dire.
Dovrei leggere il foglio di intervento per vedere che tipo di materiale e' stato utilizzato.
------------------
interessamento distrattivo di basso grado del guscio postero mediale

Ritengo che cio' si riferisca ad una piccola lesione non preoccupante del LCM.

Saluti
Dr. Roberto LEO

[#6] dopo  
Utente
lunedi 20 ottobre dovrei rimuovere il tutore, il problema è che nonostante la terapia laser che sto facendo ancora non riesco a piegare la gamba lesa a piu di 30/45° se non con intenso dolore sul versante interno. secondo voi da cosa dipende? possibile che ad un mese dal trauma ancora abbia il ginocchio in queste condizioni? è ancora un po gonfio, ma la cosa che piu mi preoccupa e il dolore che sento nel piegarla. c'e qualcosa che posso fare a livello di esercizi per migliorare la flessione del ginocchio e per alleviare il dolore?

[#7]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Il ginocchio non si piega con la terapia laser ma con la terapia fisica.
Le avevo gia' detto che lei era inditro rispetto alla media ma non si preoccupi. Questo deve essere solo un monito per lavorare con maggiore energia e non una reale paura.
Normale sentire dolore nel piegarla.
Non tema non si rompe nulla!
INSISTA SEMPRE MA SI FACCIA SEGUIRE DA UN FISIOTERAPISTA.
Saluti.
Dr. Roberto LEO

[#8] dopo  
Utente
da ieri sto camminando senza tutore. riesco a flettere la gamba circa a 70/80°. se vado oltre sento il ginocchio che mi "tira" nella parte anteriore interna, mi da un forte dolore nella stessa zona, quindi piegarla di piu non riesco proprio, inoltre se sto un po di tempo seduto appena mi alzo non riesco a stendere la gamba completamente e mi fa male! dalla risonanza non sembrano esserci lesioni meniscali, da cosa puo dipendere questo dolore? sto facendo qualche esercizio tipo tenere la gamba alzata per un po...cammino a stento, zoppico vistosamente...spero di operarmi al massimo tra un mese anche perche in questo stato la situazione è molto invalidante!

[#9]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
a questo punto diventa difficile rispondere a tali quesiti cosi' specifici senza l'ausilio di una visita clinica.
Dalla storia da lei esposta quello che posso dirle e' che potrebbe trattarsi solamente di un semplice ritardo nella riabilitazione al seguito di aderenze prodottesi dopo il noto trauma.
Le consiglio di farsi rivedere dal'ortopedico che eventualmentre eseguira' l'intervento prima della esecuzione dello stesso.
Cordiali saluti.
Dr. Roberto LEO

[#10] dopo  
Utente
La ringrazio per tutte le precedenti risposte!
Mi opererò il 25 novembre. L'ortopedico che mi opererà dopo avermi visitato circa alla fine di ottobre mi disse che dovevo migliorare la flessione e riuscire a piegare la gamba quanto l'altra per ottenere dei buoni risultati dall'intervento. Come ha letto già nelle mie comunicazioni precedenti avevo grosse difficoltà; ho fatto idroterapia ed esercizi isometrici a casa. Adesso riesco a piegare la gamba molto piu di prima, non zoppico assolutamente, riesco a salire e scendere le scale, la muscolatura si è ripresa un po (diametro gamba lesa circa 2cm inferiore all'arrto sano), non ho piu dolore internamente, il dolore quando raggiungo circa i 120/125°(l'attuale mio limite) è esternamente dietro il perone, e mi impedisce di piegare ulteriormente l'arto; inoltre avviene un leggero scricchiolio durante l'arco del movimento nella zona anteriore esterna, prima era doloroso, ora non lo è più. Purtroppo non sono riuscito a raggiungere la stessa flessione dell'arto sano, pertanto le chiedo se a suo parere i progressi che ho raggiunto siano sufficienti per ottenere buoni risultati dall'intervento. Mi scuso per la prolissità e la ringrazio della disponibilità.

[#11]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Anche in questo caso devo purtroppo dirLe che sarebbe da parte mia poco professionale, senza averla visitata, rispondere ad una domanda cosi' precisa.
Sono spiacente.
Cordiali saluti
Dr. Roberto LEO

[#12] dopo  
Utente
salve! l'operazione è andata bene, cosi mi han detto, premetto cmq che il mio ginocchio anche prima dell'operazione non era molto lasso...
mi hanno dimesso giovedi, ed ora mi si è formato un leggero ematoma posteriormente al ginocchio, e questa zona mi brucia e fa male al tatto, è normale che si formi?
ho noleggiato l'apparecchio kinetek o fisiotek...per ora faccio quello, domani togliero i punti sperando di iniziare a far qualcosa in piscina presto visto che mi ha aiutato molto, grazie cmq per la risposta, in effetti il mio quesito era un po troppo specifico...

[#13]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Capita spesso che si formi un ematoma.
Non si preoccupi
Buona riabilitazione!!!
Dr. Roberto LEO