x

x

Intorpidimento dita mano destra

Buongiorno,
sono un'igienista dentale di 34 anni e da parecchi mesi ormai soffro di un disturbo che inizia a causarmi qualche disagio soprattutto al lavoro. Per lavoro sono costretta a stare molte ore seduta, spesso con posizioni scorrette, ma da qualche tempo ho iniziato a soffrire di un intorpidimento prima delle dita e poi della mano destra che passa solo se poso gli strumenti e abbasso il braccio. L'anno scorso ho effettuato un'elettromiografia che ha escluso il tunnel carpale; mi è stata invece diagnosticata la sindrome di De Quervain ad entrambe le mani che però al momento non mi da particolari disturbi e tengo sotto controllo indossando, seppur saltuariamente, dei tutori.
Quello che ho attualmente non è un dolore, ma il formicolio mi succede quando dormo (anche se il braccio in questione non è schiacciato), quando guido e quando lavoro, attività per le quali devo tenere il braccio alzato.
Ringrazio anticipatamente chiunque mi risponderà
[#1]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
Gentile Signora,

non sarebbe la prima volta che l'EMG dà dei falsi negativi.

I sintomi da lei riferiti sono invece tipici di una Sindrome del Tunnel Carpale se interessano le prime tre dita e metà anulare, di una compressione del nervo ulnare (in genere al gomito) se invece interessano mignolo e l'altra metà dell'anulare.

Il De Quervain si manifesto solo con dolore localizzato al polso che si accentua nei movimenti del pollice: non mi sembra soffra di tali disturbi.

Buona giornata.

Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottor Leccese la ringrazio per la risposta, ripeterò l'esame allora perché effettivamente sta diventando sempre piu un problema vista la mia professione.
Il dolore al polso fortunatamente è per ora sotto controllo con l'utilizzo dei tutori.
La ringrazio ulteriormente per il tempo che mi ha dedicato
Buona giornata a lei
[#3]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
Personalmente ho operato numerosi pazienti con una o anche più EMG negative, pur in presenza di una chiarissima e inequivocabile storia clinica e obiettività per una compressione nervosa, datata da un tempo sufficientemente lungo.

In tutti i casi, la sintomatologia parestesica è scomparsa dopo l'intervento.

Non si meravigli, pertanto, che anche una prossima EMG dia risultato "nella norma".
[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per l'esauriente consulto, ripeterò l'esame e prenoterò quanto prima una visita specialistica tenendo conto delle informazioni che mi ha fornito.
[#5]
Dr. Giorgio Leccese Chirurgo generale, Chirurgo della mano 9,7k 314
OK.