Utente
Salve,
tempo fa ho preso una botta e dal quel momento mi si infiamma il coccige, il dolore è sempre stato sopportabile, avevo un po' di problemi a stare seduta più di qualche minuto, ma col tempo passava. La settimana scorsa ho cominciato a lamentare un fortissimo dolore, così, ieri, mi sono recata al pronto soccorso perché ero lontana da casa e il mio medico curante avrei potuto vederlo solo tra qualche giorno. Non riesco a muovermi dal dolore, l'unica cosa che riesco a fare è stare in posizione sdraiata a pancia in giù, il coccige è visibilmente gonfio e dolorante e gli antidolorifici non hanno effetto sul dolore.
Al pronto soccorso mi hanno somministrato una puntura per il dolore, poi mi hanno fatto i raggi, che non mostravano niente di preoccupante, mi hanno detto di prendere antidolorifici e di stare seduta sulla ciambella.
Volevo chiedere, dato che è un dolore invalidante, se ci fosse qualcosa da fare per il dolore. Per mia fortuna ho concluso gli studi da poco, quindi questo mese non avrei avuto da fare esami o quant'altro, ma se mi ricapitasse nel momento sbagliato non saprei proprio come gestirla.
Grazie per la disponibilità

[#1]  
Dr. Ibrahim Akkawi

36% attività
20% attualità
12% socialità
SASSO MARCONI (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Buongiorno. Visto che è molto addolorante Le consiglio di fare le iniezioni intramuscolari di antiinfiammatorio e miorilassante. Se non passa, può fare del laser o TECAR. Saluti
Dr. Ibrahim Akkawi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
i.akkawi@libero.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno,
mi sono recata dal mio medico curante, che mi ha diagnosticato un ascesso causato da una cisti pilonidale suppurata, e quindi mi ha mandata al pronto soccorso per una visita urgente dal chirurgo.
Assurdo il fatto che dopo essere stata visitata da tre dottori , nessuno ha saputo individuare il problema, ed è ancora più assurdo che al pronto soccorso mi hanno fatto pagare 75 euro per una diagnosi sbagliata.

[#3] dopo  
Utente
Sono più confusa di prima...
il chirurgo del P.S. mi ha detto che era un ematoma infetto che ha causato l'ascesso.
Invece il chirurgo che mi sta facendo le medicazioni dice che c'è una cisti pilonidale, molto probabilmente prendendo la botta si è creato un ematoma, che ha causato l'ascesso.
Ha detto che non c'è bisogno di asportare la cisti, ma solo di drenare l'ascesso e guarire l'infezione con antibiotici.
La mia domanda è, se non vado a togliere la cisti chirurgicamente, c'è probabilità che mi torni l'ascesso?

[#4]  
Dr. Ibrahim Akkawi

36% attività
20% attualità
12% socialità
SASSO MARCONI (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Di solito si prova sempre col trattamento non chirurgico per evitare le complicanze dell'intervento chirurgico. Per il suo problema (leggendo su internet non essendo il mio campo) il rischio di recidiva esiste anche se viene trattata chirurgicamente. Addirittura arriva al 50%. La causa di questa cisti è un pelo che si incarnisce e causa lo sviluppo della cisti che diventa sintomatico solo se se subisce un trauma o si infetta. Saluti
Dr. Ibrahim Akkawi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
i.akkawi@libero.it