Utente
IL 25/04/06 HO ROTTO TIBIA E MALLEOLO CON LA MOTO. LA ROTTURA DELLA TIBIA E' A SPIRALE IN QUANTO IL PIEDE HA SUBITO UNA TORSIONE. GRAZIE ALLE PROTEZIONI LA FRATTURA E' RIMASTA DRITTA (COMPOSTA). SONO STATO OPERATO E MI SONO STATE MESSE 2 PLACCHE. VOLEVO SAPERE SE ESISTE QUALCHE FARMACO CHE PUO ACCELLERARE LA CALCIFICAZIONE. IL DECA DURABOLIN VIENE USATO DALLE PERSONE CHE SOFFRONO DI OSTEOPOROS. POTREBBE ANDARE BENE PER ME ? MAGARI FALE SOLO UNA PUNTURA DA 50ml? HO 27 ANNI SONO ALTO 187 E PESO 85KG, SONO UNO SPORTIVO. UN ULTIMA DOMANDA, POSSIBILE CHE TOTTI CON LA STESSA FRATTURA UN MESE ED E' GIA' IN CAMPO?!
GRAZIE MILLE

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Egr. paziente di Viterbo: a parte il fatto che lei non ha ben specificato il tipo di lesione traumatica che si è procurato, comunque andando ad intuito, lei potrebbe essere stato operato con una placca al terzo distale della tibia ed una al terzo distale del perone per una frattura doppia di collo-piede ovvero per una “ Frattura sovra malleolare tibia e perone “ . Comunque , qualunque sia stata la sua frattura, è certamente una lesione più complessa, più ad “ alta energia “ di quella riportata dal Campione della Roma; la sua è una patologia da trauma della strada e certamente più seria di quella riportata da Totti, “ il terzo distale del perone, o sovramalleolare peroneale “ che poi ci ha messo sempre due mesi e qualcosa !
Ma indipendente da ciò, nessuna frattura è la stessa, nessuna guarisce in maniera identica, essendo ogni lesione scheletrica simile e/o similare ma mai la stessa di un’altra, per molteplici fattori , ed ancora più specifici sono i modi, ed i tempi di reazione, di
di ogni singolo individuo ad una stessa patologia, con varianti personalissime alla riabilitazione, all’intervento, a qualsiasi stimolo interno ed esterno , alla stessa ripresa funzionale .
I tempi di recupero, nel caso suo , saranno per lei certamente maggiori riguardo la sola frattura malleolare del perone, essendo stata interessata la tibia, osso certamente molto più importante del perone per tantissimi motivi che qui non sto ad analizzare. Non deve fare alcun accelerante la calcificazione, perchè non serve a nulla, in quanto il callo osseo si forma in maniera ottimale in età giovane e media, in simili fratture, ed in simili zone dello scheletro.
Comunque guarirà bene, con un’adeguata e mirata riabilitazione ! Auguri e cordiali saluti
Alessandro CARUSO
Ortopedico-Traumatologo
Fisiatra


Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2]  
Dr. Simone Cigni

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
VOGHERA (PV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Non ritengo utile a 27 anni, se non in casi particolari, effettuare alcunchè per "accelerare" la calcificazione. Tantomeno ritengo utile paragonarsi a qualsiasi altro paziente: ogni paziente, ogni frattura o patologia è diversa dalle altre.
senza considerare che Totti ha a disposizione modalità di trattamento e assistenza continuativa improponibili (purtroppo) per chiunque altro.

Cordialità
Dr Simone Cigni