Utente 519XXX
Salve, 3 anni fa ho avuto una lussazione della rotula destra, mentre stavo camminando.
ieri pomeriggio, durante un allenamento, ho avuto un trauma molto forte alla stessa rotula subendo una lussazione.
Dal forte dolore ho perso conoscenza.

Il mio allenatore ha eseguito la manovra, rimettendomi la rotula a posto.
dopodiché
mi sono recata in pronto soccorso dove mi è stata fatta una radiografia, i cui esiti erano negativi.

Mi hanno raccomandato di indossare un tutore, utilizzare le stampelle, e massimo riposo per 30 giorni.
E inoltre di fare una risonanza il prima possibile.
rispetto alla prima volta il dolore è molto più acuto nonostante antidolorifici e il gonfiore non passa nonostante il ghiaccio.

Riesco a stendere la gamba, ma non a piegarla, nemmeno di pochi centimetri.
Mentre la prima volta che mi è successo riuscivo anche camminare dopo un paio di giorni.

Cosa potrebbe essere?

[#1]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
CIGLIANO (VC)
QUAREGNA (BI)
MATERA (MT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

mi dispiace per quanto capitato.
Ma sono allibito per ciò che scrive: "ho avuto un trauma molto forte alla stessa rotula subendo una lussazione.
[...]il mio allenatore ha eseguito la manovra, rimettendomi la rotula a posto"

Se è vero, è un fatto molto grave. La riduzione di una lussazione è una manovra di competenza medica specialistica. Nemmeno i soccorritori dell'ambulanza né tantomeno il medico dell'elicottero o dell'automedica si azzarderebbero a praticarla, ma si limiterebbero a stabilizzarla in attesa di affidare il paziente alle cure di un ortopedico.
Una manovra mal eseguita può portare a conseguenze molto gravi, che configurerebbero una grave responsabilità civile e penale per il Suo allenatore. Mi auguro che non sia così, ma di certo leggere cose di questo tipo nel 2019 mi mette i brividi. In questi tempi in cui, a causa di tutti i vari pubblicizzati casi di "malasanità" l'attenzione alla buona pratica clinica è altissima da parte di tutti, non abbiamo certo bisogno di guaritori improvvisati.
Detto questo ovviamente è impossibile formulare ipotesi su "cosa potrebbe essere". Attendiamo la risonanza e speriamo nulla di grave. Una volta ottenuti i risultati si potrà ragionarci sopra.

Cordiali saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it