Utente 551XXX
Salve,
il 13 novembre ho subito un intervento in artroscopia alla spalla destra.
Testualmente: "riparazione della cdr (#1 Twinfix 5.5 a tre suture), tenotomia del Clb, bursectomia spalla destra".
Durante la visita di controllo a 40 giorni dall'intervento mi è stata riscontrata una mobilità attiva a 60 e passiva a 90.
Il dolore permane, molto forte, tant'è che sono ancora sotto antidolorifico ogni giorno e la notte, per poter dormire, devo ancora usare il tutore in abduzione a 10.
La valutazione fisiatrica mi ha dato poche speranze per il recupero della mobilità.

Cosa occorre fare per migliorare la situazione e, possibilmente, liberarmi dal dolore?

Grazie in anticipo e buon 2020

[#1]  
Dr. Diego Esposito

28% attività
16% attualità
8% socialità
SALICE SALENTINO (LE)
ALLISTE (LE)
LECCE (LE)
TAVIANO (LE)
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2011
Il percorso riabilitativo dopo un intervento di riparazione della cdr è piuttosto lungo... Non è raro che la spalla possa andare incontro ad un quadro di rigidità post-operatoria dipendente da molti fattori quali il tipo di lesione che è stata riparata.. Dalla tecnica di sutura utilizzata.. Dalla tipologia stessa di paziente.. La strada da battere è quella riabilitativa inesorabilmente.. Contano molto la pazienza e l'esperienza del fisioterapista.. Non mi scoraggerei affatto... La spalla tenderà a migliorare col tempo.
Dr. DIEGO ESPOSITO
specialista in ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
CHIRURGIA ARTROSCOPICA SPALLA E GINOCCHIO
CHIRURGIA DELLA MANO