Utente
salve,
ho bisogno di un buon ortopedico specialista della caviglia
e da piu di 10mesi che ho dolore e bruciore alla caviglia zona laterale e mediale, ho effettuato una ecografia con risultato imbibizione delle guaina dei peronei,causato da scatti ripetiti a freddo in salita da premettere che non correvo da 2anni circa, sono stato a riposo ho effettuato sedute di laser e ultrasuoni e 8sedute di mesoterapia con depomedrol e lidocaina senza risultati
ho visitato due ortopedici e mi hanno risposto di stare a riposo, ma sono piu di 10mesi che sono fermo,devo prendere l'antinfiammatorio quasi tutti i giorni, non so piu che devo fare! sono in attesa di effettuare una rmn, ma sono alle ricerca di un buon specialista della caviglia preferibilmente a palermo sono disposo ad andare fuori la sicilia pur di risolvere il problema
grazie

[#1]  
Dr. Alberto Picinotti

24% attività
0% attualità
12% socialità
AREZZO (AR)
SINALUNGA (SI)
SUBBIANO (AR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
buongiorno, come può vedere dal mio curriculum la caviglia non è la mia prima specialità, tuttavia penso di poter comunque dire qualcosa: da come lo descrive sembra essere una instabilità dei tendini peronieri, tuttavia questa per verificarsi ha di norma bisogno di un trauma. per cui mi sembra strano che si tratti di questo. Vediamo la rmn ma da sola puo' non far fare diagnosi.
Spesso il dolore esterno è da riferire ad un appoggio alterato del piede (piatto? cavo?). mai fatto un esame baropodometrico?

e comunque se non riesce ad uscir fuori dalla situazione, mi sento di spendere una parola per i colleghi del gruppo del Rizzoli che fanno capo al prof. giannini.
Dr. alberto  picinotti

[#2] dopo  
Utente
Dr.Picinotti grazie per la sua risposta!
anni fa avevo fatto l'esame baropodometrico in quanto poggiavo il piede esternamente,infatti il l'esame faceva notare che il carico del peso era piu sull'esterno, ma il dottore mi disse che era una cosa minima che non poteva portare problemi.
Per quanto riguarda il dolore alla caviglia fa male sulla parte interna della caviglia nella zona sotto il malleolo e tutta la zona mediale.
I scatti in salita fatti completamente a freddo e da premettere che non correvo da anni possono portare a un trauma?
Leggendo su internet inizio ad avere paura che si tratti di artrite. L'artrite può dare problemi ai tendini peronieri?
grazie
saluti

[#3]  
Dr. Paolo Tessari

24% attività
4% attualità
12% socialità
VILLAFRANCA DI VERONA (VR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
penso che il problema della sua caviglia possa derivare o da una infiammazione dei tendini che scorrono limitrofi al malleolo peroneale o ad una borsite della regione retromalleolare, conseguenza di uno sforzo violento su strutture che da tempo non venivano sollecitate.
Talvolta una situazione come Lei descrive potrebbe derivare da una osteocondrite dell'astragalo, determinata sia da un traumatismo che da un atteggiamento alterato nella postura d'appoggio della tibio-astragalica.
Per quanto riguarda la possibilità di un'artrite,penso sia la meno probabile, in quanto l'ecografia ha rilevato una infiammazione da imbibizione della guaina dei peronei senza descrivere un quadro di versamento articolare o di sua compromissione.
Penso che la RMN ci fornirà importanti elementi per una conclusione diagnostica.
A quel punto si potrà decidere, dopo attenta valutazione clinica, la miglior terapia.
NB: se dovesse essere confermata una patologia osteocondritica dell'astragalo, potrebbe rendersi necessaria una artroscopia di caviglia, tipo di intervento che pratico da molti anni.
Cordialmente saluto,
dr. Paolo Tessari
ortopedico in Verona
045-8300454
dr. Paolo Tessari
ortopedico, artroscopista, protesista
specialista in medicina dello sport
Verona

[#4] dopo  
Utente
Grazie dr Tessari per la risposta.
per dirla tutta io ho un inizio di spondiloartrite. dopo il trauma con gli scatti in salita nell'altra caviglia la sx nella ecografia e uscito un versamento articolare con infiammazione dei tessuti molli, ma diciamo che il dolore li e quasi passato compare qualche volta. per quanto posso capire io non penso sia dovuta all'artrite in quanto nella caviglia dx insieme alla imbibizione dei peronei usci pure una tendinite achillea di 2 grado che con il laser e gli ultrasuoni sono riuscito a farla passare. purtroppo e al mese di agosto che a giorni alterni sono costretto a fare uso di antinfiammatori.
e il caso di fare oltre la rmn una rx?
nel caso di un intervento chirurgico andrebbe ingessata la caviglia? i tempi di recupero in quanto tempo?
su internet dr. si parla molto bene di Lei, io sono di palermo , pratica visite in sicilia?
grazie distinti saluti

[#5]  
Dr. Paolo Tessari

24% attività
4% attualità
12% socialità
VILLAFRANCA DI VERONA (VR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
gentile utente,
la radiografia standar ha senso ripeterla se è intercorso un tempo che ha significato nell'evoluzione di una patologia (6 mesi,1 anno).
L'apparecchio gessato viene posizionato solo in seguito ad un intervento che necessiti di un periodo di immobilità per permettere che si stabilizzi una frattura o una plastica legamentosa o un nuovo assetto muscoloscheletrico corretto.
Dopo un'artroscopia di caviglia, solitamente non immobilizzo l'articolazione, tuttalpiù la lascio libera o con un bendaggio funzionale e la tengo per un congruo periodo in scarico (può deambulare con 2 bastoni canadesi senza dare peso all'arto operato).
Nelle patologie tendinee sto avendo buoni risultati (specie negli sportivi) con l'uso di iniezioni da sangue autologo centrifugato (prp)associato a bendaggio con kinesiotape.
Ho molti suoi conterranei tra i miei pazienti, ma non visito in Sicilia.
Cordialmente saluto
dr. Paolo Tessari
ortopedico in Verona
045 8300454
dr. Paolo Tessari
ortopedico, artroscopista, protesista
specialista in medicina dello sport
Verona

[#6] dopo  
Utente
non ho mai fatto una rx penso allora sia il caso di farla.
giorno 18 maggio farò la risonanza!
grazie distinti saluti

[#7] dopo  
Utente
salve, ho effettuato la rmn caviglia bilaterale, questo l'esito:
caviglia dx: - Non evidente alterazione del comparto legamentoso mediale e laterale
- Tendini peronei,tibiale posteriore e tendine achilleo inseriti.
- Modesta quota fluida dell'articolazione tibio tarsica con note di reazione sinoviale al comparto posteriore.
- Nel complesso non alterazione del segnale osseo.

caviglia sx: identico alla dx...

dalla mia ignoranza mi viene da pensare dato che soffro di spondiloartrite che "quota fluida dell'articolazione tibio tarsica con note di reazione sinoviale al comparto posteriore" sta a significa un principio di artrite.

aspetto qualche vostra replica , sono molto confuso e abbattuto
saluti