Utente
Salve.
Dopo aver letto numerosi post su questo sito e non avere trovato una soluzione chiedo un Vostro consulto per il mio problema.
Non so se i vari episodi siano collegati ma per chiarezza scirvo tutto quello che mi è successo nell'ultimo mese.
Circa un mesetto fa stavo guidando ed all'improvviso senza nessun sintomo premonitore ho avuto la sensazione di svenimento o capogiro, mi sono subito fermato con l'auto. Questa senzazione è durata qualche istante ma poi probabilmente è subentrato un attacco di panico che mi faceva provare una sensazione strana alla testa. Subito dopo ho avvertito la sensazione di dover digerire ma lo facevo a fatica. Sono tornato a casa e con mia moglie sono andato dalla guardia medica, la quale mi ha diagnosticato una congestione.
Per 2 giorni sono stato bene ma poi ho iniziato a sentire una oppressione al petto, in posizione centrale, e il cuore che mi veniva in gola.
Ho cercato di portare pazienza ma una sera questi episodi di "cuore in gola" erano sempre più frequenti e mi sono deciso ad andare al pronto soccorso. Mi hanno fatto subito un ecg e le analisi del sangue e alla luce dei risultati mi hanno detto che si trattava di gastrite. Ho seguito una cura con pastiglie per 15 gg terminata lunedì di Pasqua. Adesso la sensazione di cuore in gola mi viene in forma molto più leggera e al massimo 2 o tre volte al giorno.

Da un mesetto a questa parte ho un altro problema, quando respiro avverto un fastidio che coinvolge l'orecchio sinistro e la tempia, questo solo se respiro con la narice sinistra, di cosa può trattarsi? Il mio medico di base mi ha prescritto l'oki, secondo voi è corretto o dovrei rivolgermi ad un otorino?

Ultimo quesito e poi ho finito, da tre giorni ho uno strano formicolio alla mano sinistra e a volte si estende al braccio, in particolar modo lo sento sul mignolo, sull'anulare, sul palmo e sul dorso della mano, è una sensazione poco simpatica che mi fa perdere sensibilità all'arto.

Riassumendo vorrei capire se tutto quello che mi è successo ha un nesso logico o se è solo un periodo sfortunato.

Dimenticavo che le analisi del sangue sono perfette.

Cordiali saluti e grazie per il tempo che ci dedicate.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Comprenda che, a distanza, senza un esame clinico, mi è praticamente impossibile esserle di aiuto. Iniziamo le ricerche con una visita gastroenterologica con esofagogastroduodenoscopia per avvalorare la diagnosi di gastroesofagite. Poi, sarebbe utile un doppler dei vasi epiaortici e degli arti superiori. Infine, è consigliabile una visita otorinolaringoiatrica. Cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta.
Ho fissato un appuntamento con il medico di base.
Mi perdoni se le pongo un ultimo quesito riguardante il formicolìo. In pratica vorrei sapere se può accadere che una mano abbia questo formicolìo per qualche giorno o per forza di cose c'è un qualcosa di anomalo da controllare?

Grazie ancora

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Oviamente, il permanere del formicolio alla mano per piu' giorni non è normale: probabilmente c'è un deficit microcircolatorio, per esempio. Comunque, sarà il suo Medico ad evidenziarne la causa. Grazie a Lei
Dr. Raffaello Brunori