Utente
Da almeno 10 anni ho catarro nell'orecchio sinistro e senso di fulness. Sono allergico alle graminacee e questo problema si presenta maggiormente in periodo primaverile. Ho provato a fare cateterismi tubarici presso il centro termale di Tabiano (Parma) ma l'efficacia di tale cura dura non più di due mesi, poi il problema si ripresenta. Più di un medico mi ha proposto di effettuare una piccola incisione nel timpano, inserire una valvola e favorire in questa maniera la ventilazione dell'orecchio medio. Sostengono che dopo circa 6 mesi la valvola sarà espulsa e poi il taglio si richiuderà da solo. Ho parecchie perplessità nell'affrontare tale intervento, perchè:
- temo che l'orecchio medio si possa infettare facilmente attraverso le valvola;
- temo che la ferita dopo l'espulsione della valvola non si rimargini, dato che io ho 69 anni.
Oltre a sentire io la presenza di muco nell'orecchio gli esami impedenziometrici lo evidenziano. Qualche volta ho preso cortisonici che hanno risolto momentaneamente la situazione, come i cateterismi tubarici.
Potrà essere risolutivo un intervento di questo genere o rischio di avere più danni che vantaggi? Se il timpano non si richiude non c'è pericolo per le infezionI all'orecchio medio? E inoltre non ci sarà un ulteriore abbassamento della capacità uditiva?
Grazie.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Se lo Specialista che la segue le consiglia un intervento di neotuba, non vedo il motivo da parte sua di dubitarne. E', questo, un intervento che viene eseguito anche ai bambini, in anestesia locale. Una volta asciutto l'orecchio medio, il tubicino di drenaggio viene espulso naturalmente ed il timpano si richiude. Importante è che nel condotto uditivo esterno non entri acqua, shampoo, etc finchè è posizionata la neotuba, per evitare infezioni. Non ci sono altre precauzioni da seguire. un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto Dr. Brunori, mi ha tranquillizato. Avevo ricevuto valutazioni contrastanti da parte di diversi specialisti, alcuni dei quali erano contrari a questo tipo di intervento. Lei ritiene che questo intervento possa essere più vantaggioso e duraturo rispetto ad un normale cateterismo tubarico con acqua termale? In genere l'effetto del cateterismo tubarico non durava più di un paio di mesi, poi il senso di fullness si ripresentava. In questo caso suppongo che almeno finchè il tubicino sarà inserito ci dovrà essere un beneficio. Ma poi? Si ricomincerà da capo?.
Grazie di nuovo.
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sicuramente, con l'intervento, i vantaggi saranno evidenti, se non la guarigione. Cerchiamo di essere ottimisti e non pensiamo ad eventuali possibili recidive.Prima dell'intervento è necessaria una tac dell'orecchio medio senza mezzo di contrasto. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio ancora una volta. La Tac è gia stata effettuata su richiesta dell'otorino curante ed ha evidenziato la presenza di sostanza densa nei tessuti molli, nella cavità dell'orecchio medio e nell'antro mastoideo sinistro.
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
A questo punto, ok per l'intervento!
Dr. Raffaello Brunori