Utente
Cari dottori,
vorrei un vostro parere inerente ad un problema che ormai mi influenza e non di poco la mia quotidianità.
Premetto che sono un soggetto allergico( graminacee++++ cotylus + plantago++ olivo+) e che tre anni fa fui operato con un intervento di turbinoplastica dove vennero svuotati i turbinati.
I miglioramenti purtroppo non ci sono stati.
Vorrei capire come mai ogni qual volta mi rechi in un locale dove è presente aria condizionata anche in maniera molto lieve, mi si chiude dopo poco il naso, le orecchie si tappano e ho molto muco che mi sale dalla gola con conseguente abbassamento della voce; e molto spesso se mi soffermo in questi posti un mal di testa viene puntualmente nella parte dx o sx( feci un paio di anni fa una tac dei seni paranasali e non mi trovarono nessuna forma di sinusite.
Lo stesso mi capita anche quando mi reco in una zona di mare o in un ambiente ventilato.
Vorrei sapere se si tratta di un'ipersensibilità delle mie mucose o che altro possa essere.
Vi ringrazio per l'attenzione e vi porgo i miei più cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Con molta probabilità, la sintomatologia lamentata potrebbe dipendere da un aumento di volume di quelle mucose nasali che prendono il nome di turbinati. Tali mucose, che hanno il compito di filtrare, umidificare e riscaldare l'aria che respiriamo, risentono molto dell'ambinte in cui vuviamo, ovvero risentono molto della qualità dell'aria, della temperatura, dell'umidità. Utile, quindi, una visita specialistica otorinolaringoiatrica con fibroscopia nasale. Cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Caro Dottor Brunori
La ringrazio per l'attenzione; Le riporto il responso della tac dei seni paranasali eseguita sei mesi dopo l'intervento di settoplastica e turbinoplastica.
"Esame eseguito con tecnica spirale con acquisizioni volumetriche. Ricostruzioni a strato sottile (2mm) secondo piani coronali e assiali. Le immagini sono elaborate in finestra ossea e per le parti molli.
Esiti di intervento con amputazione parziale del cornetto nasale inferiore di dx.
Attualmente lo spazio aereo coanale è bilateralmente pervio. Non versamento flogistico a carico di tutti i seni paranasali. Non lesioni osse a carattere focale".

Le chiedo se al momento della prenotazione specialistica devo sottolineare la richiesta di eseguire una fibroscopia nasale.

La ringrazio e La saluto cordialmente

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La tac cui si è sottoposto è negativa: comunque, ritengo sempre utile una fibroscopia nasale
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Caro dottore oggi volevo effettuare la prenotazione da lei indicata; ma la prenotazione prevedeva la rinoscopia anzichè fibroscopia nasale;quest'ultima non era presente; le volevo chiedere se è la stessa cosa e quindi posso confermare il tutto.
Grazie

[#5] dopo  
Utente
Caro dottore come da lei consigliato ho eseguito la fibroscopia nasale; questi sono i risultati:
esiti di tonsillectomia
faringite cronica ipertrofica colonnare
esiti di turbinosettoplastica

La cura consigliata è avamys spray nasale 1 volta al dì
pantorc 40 cpr 1 cpr al mattino

Il tutto per 2 mesi.

Consigliato programma terapia termale inalatoria.

Vorrei un Suo parere
Grazie

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi pare di capire, da quanto riferito, che dalla fibroscopia cui si è sottoposto, è emersa una faringite cronica da reflusso esofageo. la terapia prescritta è utile, anche se i risultati si vedranno non a breve. Probabilmente utile, una esofagogastroduodenoscopia. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori