Polipi nasali

Gentile dottore, sono un uomo di 40 anni e soffro di rinite allergica sin da piccolo, dopo una ultima visita specialistica il dottore sospettando un polipo nasale mi ha consigliato la tac del massiccio facciale che ha dato il seguente responso:
masiva obliterazione del seno mascellare sinistro da parte di materiale ipodenso, verosimilmente flogistico, con coinvolgimento della regione infunbolare ed assottigliamento della parete ossea mediale.
modesto ispessimento mucoso parietale del seno mascellare dx.
addensate alcune cellette etmoidali. parzialmente obliterato il seno sfenoidale in particolare a sx.
setto nasale angolato.
e' una situazione molto seria?
il mio dottore ha detto confermato la diagnosi e in fatti dovrò sottopormi ad intervento.
che tipo di intervento sarà? sono un po preoccupato anche se ho saputo che sarà con tecniche endoscopiche.
aspetto una sua gentile risposta e nel frattempo la ringrazio
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
La patologia non è seria ma necessita di un intervento chirurgico di apertura e svuotamento dei seni paranasali per via endonasale, in endoscopia, con tecnica debrider (fess). In pratica, con l'aiuto delle fibre ottiche, lavorando all'interno del naso con il microtrapano ,si mangiano le mucose nasali e si acceda ai forellini di apertura dei seni paranasali, allargandoli e si effettua l'asportazione di tutto il materiale presente all'interno . lLintervento viene condotto in anestesia generale e non è doloroso nel post-operatorio. Importante è scegliere un Chirurgo con una buona esperienza per questo tipo di chirurgia. Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dr Brunori,
la ringrazio per la risposta, farò l'intervento presso l'ospedale di Cerignola, dato che lo specialista che mi ha in cura da anni è il primario del suddetto ospedale. Volevo solo chiederle ancora entro quanti giorni si potrà riprendere l'attività lavorativa e se sarà necessario l'uso dei "terribili " tamponi nel post- operatorio.
La ringrazio nuovamente per l'attenzione.
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Non si puo' fare a meno dei tamponi. In genere, si è operativi fatto lo stamponamento. Buona serata
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottor Brunori,
approfitto della sua disponibilità per chiederle se l'allineamento del setto nasale verrà effettuato sempre per via endoscopica o usando i vecchi e più dolorosi metodi tradizionali. le chiedo inoltre se lo " stamponamento "potrà risultare particolarmente doloroso.
La ringrazio in anticipo per l'attenzione.
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
La correzione della deformità del setto nasale viene eseguita secondo la tecnica tradizionale di Cottle e puo' essere anche fatta in endoscopia. L'intervento, condotto in anestesia generale non è assolutamente doloroso nell'intraoperatorio e nel post. Anche lo stamponamento, se vengono utilizzati tamponi in merocell o lyofoam, non è doloroso. Coraggio!
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott.Brunori,
sono stato dimesso ieri dopo intervento di settoplastica nasale, sinusopatia mascellare cronica, ipertrofia dei turbinati. Volevo porle alcune domande approfittando della sua disponibilità.
1) e' normale avere ancora la sensazione di naso non completamento libero ad oggi?
2) visto che non posso soffiare il naso per 20gg devo solo liberarlo con i lavaggi nasali?
3) è normale che ogni tanto mi capiti di sputare muco con piccole quantità di sangue dalla bocca?
4) sono un insegnante, quando crede potro riprendere la normale attività lavorativa?

al solito la ringrazio per la gentilezza e per la disponibilità
Cordiali saluti
[#7]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Le rispondo in ordine cronologico:
1- Certo, in quanto si formano delle croste ematiche. Ma già hanno tolto i tamponi?
2-Non comprendo il perchè non possa soffiarsi il naso. Comunque, puo' utilizzare soluzione fisiologica e gel od olio balsamico per ammorbidire le croste.
3- Certo, è normale, specialmente se è stato rimosso il tamponamento
4- Di solito, si puo' riprendere dopo una settimana dal giorno dell'intervento.
Le auguro una buona domenica
[#8]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dott Brunori, i tamponi sono stati rimossi dopo 80 ore dall'intervento e le chiedo:
nonostante i continui lavaggi ho tuttora il naso ostruito e respiro sopratutto di notte con la bocca, è normale?
è normale avere ancora una sensazione di pesantezza sugli occhi e sulla testa dopo tale intervento?
mi preme chiederle soprattutto, da qualche giorno avverto fortissimi dolori dietro la parte destra della nuca sotto l'orecchio, il medico di famiglia mi ha parlato di contrattura muscolare da " tavolo operatorio ", ma visto il dolore intenso è possibile che sia un infiammazione del nervo magari stimolato durante l'intervento?
Non so piu come ringraziarla per la disponibilità.
Cordiali saluti
[#9]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Non credo che il dolore lamentato possa essere dipeso dalla posizione sul tavolo operatorio o da un collegamento con l'intervento cui si è sottoposto. Poichè necessita di un esame clinico, le consiglio di farsi rivedere dallo Specialista cui si è rivolto. Una volta in possesso del parere di questi, cerchero' di esserle di aiuto. Per quanto riguarda il problema respiratorio, invece, la sintomatologia rientra nel normale decorso post-operatorio qualora la causa consista nella formazione di croste ematiche. Anche per questo, occorre un nuovo controllo fibroscopico. Le auguro una buona giornata
[#10]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottor Brunori,
per quel dolore al collo che le riferivo mi sono sottoposto a rx della colonna cervicale con seguente responso: unco_spondilosi del tratto c4-c7, nei limiti l'ampiezza degli spazi inter-somatici. Di che si tratta? a che terapia è necessario sottoporsi? Devo preoccuparmi? al solito la ringrazio per l'attenzione dimostrata.
Cordiali saluti
[#11]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Si tratta di una artroci cervicale con riduzione dello spazio fra la 4 e la 5 vertebra. Forse, l'unico giovamento potrà averlo con una terapia fisiatrica. Per questo, è utile che consulti un Ortopedico. Buona serata

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test