Utente 161XXX
Salve a tutti.4
Chiedo un vostro consiglio per una questione che, detto in parole povere, mi angoscia abbastanza. Da quasi tre settimane ho avuto un raffreddore piuttosto violento, cominciato tutto con un po di mal di gola. Verso la meta della prima settimana di sintomi, oltre ad avere le orecchie ovattate, ho cominciato a non sentire più alcun sapore e odore, ma non ho dato alcun peso alla cosa in quanto ho creduto fosse una cosa del tutto normale, visto lo stato di congestione del mio naso. Dopo due settimane di tentativi tra cui aerosol di fluimucil e clenil A non notando alcun miglioramento mi sono rivolto all'otorino il quale mi ha consigliato di effettuare delle radiografie ai seni paranasali il cui referto recita:
Opacamento seni mascellari. Leggero opacamento parziale del seno frontale sinistro. Ipertrofia dei turbinati.
Alla luce di ciò l'otorino mi prescrive lavaggi nasali con Physiomer, AirCort e il fastidiosissimo Zirtec, il tutto per due settimane. La cura è cominciata da appena un giorno, data in cui in realtà avevo già notavo che la sintomatologia da raffreddore stava notevolmente regredendo e, ad oggi, non posso non notare come il mio naso sia quasi del tutto libero, pur permanendo il senso di ovattamento alle orecchie e qualche colpo di tosse. Purtroppo però il mio senso dell'olfatto sembra essere del tutto azzerato (con la piccola eccezione di alcuni gusti particolarmente forti come arance etc, gusti che avverto lievissimamente soffiandomi il naso subito dopo aver mangiato la pietanza).

I miei dubbi principali sono:
1)Trovate la cura prescritta idonea al mio caso?
2)Che possibilità ho in percentuale di aver perso totalmente l'olfatto? E di riacquistarlo completamente?
3)Consigliate qualche altro controllo?

Grazie per la disponibilità

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Tutto cio' che lamenti, rientra nelle complicanze di una patologia da raffreddamento. Da cio' che descrivi, credo che l'olfatto venga recuperato totalmente anche se non in tempi rapidi. Tutto sommato, la terapia prescritta la trovo idonea, anche se, personalmente, la integrerei con dei mucolitici e del cortisone. Comunque, segui sino al termine la cura e torna dallo Specialista per un controllo finale. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 161XXX

La ringrazio per la risposta.
I sintomi del raffreddore stanno via via svanendo. Per quel che riguarda l'olfatto invece, l'unico cambiamento che ho notato è che, di tanto in tanto, avverto una sorta di "maleodore interno" (come quell'odore di catarro che si sente quando si è raffreddati). Rimane l'impossibilità di sentire gli odori esterni e i sapori dei cibi. Solo mentre mi soffio il naso dopo aver mangiato avverto qualcosa. (in verità mi capita solo con le arance come detto nel post precedente).
Volevo porle un'altra domanda se possibile:
I tempi di recupero "normali" dell'olfatto per la mia situazione a quanto ammontano (qualora ovviamente questo disturbo sia solo l'effetto del raffreddore)?

La ringrazio ancora per la disponibilità

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dobbiamo capire se la riduzione dell'olfatto segue una forma virale da raffreddamento, oppure sia dovuta ad una rinosinusite. Le cure sono diverse ed i tempi di recupero lo stesso. Solo lo Specialista che ha avuto modo di visitarti puo' rispondere al tuo quesito. Se si tratta di una forma virale, i tempi di guarigione sono molto lunghi, anche qualche mese. Se si tratta di una rinosinusite, con una adeguata terapia i tempi sono moto ridotti , circa una ventina di giorni, Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori