Utente
Buongiorno dottori di Medicitalia, con la presente sono a richiedervi un consulto in merito ad un problema che mi porto dietro da alcuni giorni. Vado con ordine: due settimane fa circa ho sofferto di una piccola infiammazione alla faringe ed alla tonsilla, curata in un paio di giorni (o almeno così credevo) con Oki e sciacqui con Ibuprofene. Poi a seguito dell'ultima nevicata ho dovuto spalare la neve nel mio cortile e, complice il fatto che nonostante la nevicata fosse piuttosto caldo, ho sudato molto. La sera stessa mi ritrovo con un male di gola molto più intenso del precedente, L'indomani così mi rivolgo al mio medico che mi prescrive antibiotico Neoduplamox (1 ogni 8 ore fino alla fine della confezione) più aerosol con Fluspiral (due volte al giorno), oltre al riposo, così mi prescrive pure 3 giorni di malattia e assenza dal lavoro. Premetto che nonostante il male fosse parecchio intenso non ho avuto ne placche ne febbre alta (mi saliva fino a 37,5 la sera). Comunque nel giro di 3/4 giorni la situazione ritorna alla normalità, il dolore via via scompare e faringe e tonsille si disinfiammano. Io comunque ho proseguito la cura con l'antibiotico come richiestomi dal medico finoa fien confezione. Tempo un paio di giorni dopo il mio ritorno al lavoro inizio nuovamente ad avere fastidi cavo orale, inizialmente più nella zona fra tonsille e palato in prossimità dell'ultimo molare e dell'attacco della lingua (non sono se sono stato chiaro ma non conosco il nome di quella zona della bocca), poi però già dal giorno dopo l'infiammazione di è estesa a tutta la gola, tonsille comprese. Anche questa volta non ho febbre (per il momento), nè placche e le tonsille seppur rosse mi sembrano di dimensioni normali. Il male però seppur meno intenso della volta scorsa si sente e faccio fatica a degluttire, oltre al fatto che ho pure abbassamenti di voce. Per il momento lo sto curando con Oki, aerosol e sciacqui con Ibuprofene...voi ritenete debba ancora prendere gli antibiotici?

Ringrazio per la cordiali attenzione.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
No, non deve assumere piu' antibiotici ma solo un antinfiammatorio per via orale, meglio se un cortisonico. Trascorsi almeno una decina di giorni dall'ultimo antibiotico assunto, si deve sottoporre ad un tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni e miceti. Poi, delle analisi di laboratorio: emocromo con formula, ves, tas, pcr, mucoproteine, ebv, citomegalovirus, toxoplasma, es. urine. Una volta in possesso delle relative risposte, vedremo cosa, nel suo caso, sarà piu' utile fare per la risoluzione della sintomatologia. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Intanto grazie per la risposta. poi volevo chiederle un suo parere: la parte della gola nella quale accuso maggior dolore (e della quale non conosco il nome) non potrebbe trattarsi della TONSILLA LINGUALE?

[#3] dopo  
Utente
Alla fine dottore, mi sono rivolto al mio medico, perchè ier i pomeriggio la gola iniziava ad essere molto dolorosa (come l aprima volta). Dopo accurata visita il mio medico ha appurato che le tonsille erano ancora infiammate ed erano grosse come due giuggiole. per cui ha ritenuto odi prescrivermi un nuovo tipo di antibiotico, il Macladin, motivando questa recidiva con il fatto che sono rientrato troppo presto al lavoro e che 3 giorni di convalescenza erano stati troppo pochi.

Speriamo funzioni.

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non sono d'accordo sulla nuova terapia antibiotica. Le avevo consigliato di fare prima gli accertamenti. Tutti questi antibiotici, che potrebbero essere inutili, non faranno altro che abbasare ulteriormente le sue difese immunitarie. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente
Allora dott. Brunori, sono tornato dal mio medico di base e gli ho proposto gli esami. Il mio medico è un pò testa dura, così me ne ha prescritti solo quelli relativi alla mononucleosi e a eventuali infezioni da streptococco, oltre al tampone faringeo. Poi mi sono fatto prescrivere una visita specialistica, visto che secondo il mio medico le tonsille sarebbero da togliere! Infine mi ha prescritto il Bentalan compresse per cercare di sfiammare la gola! Purtroppo la cura antibiotica ormai la devo terminare (mi mancano 3 giorni). Il problema è che la visita è fra un mese (data per la quale mi auguro vivamente di stare bene) ed il mio medico mi ha detto che per fare le analisi devo attendere 10 giorni come per il tampone. Secondo lei le posso fare anche prima oppure anche irisultati relativi alla mononucleosi possono essere falsati dall'antibiotico?

Saluti

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
No, gli esami per la mononucleosi non vengono falsati dall'antibiotico che, ovviamente deve portare a termine. Bene anche la prescrizione del cortisone. Mi faccia sapere le risposte degli esami. A presto
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
Gentile dott. Brunori,

oggi ho avuto la visita presso lo specialista otorinolaringoiatra. Dopo un'accurata visita secondo il dottore specialista all'80 % si tratta di Mononucleosi, fortunatamente in fase regressiva. Infatti le tonsille dopo l'utilizzo del Bentalan si sono sfiammate quasi completamente e non sono più doloranti. Però ho rimasto dei dolori sparsi per tutto il corpo oltre a una certa stanchezza in più i linfonodi del collo sono ancora un pò gonfi. Questi sintomi, oltre al fatto che le tonsille non presentavano nè placche nè essudato (tipico di infezioni batteriche) hanno indirizzato l'otorino a pensare seriamente alla mononucleosi. Comunque domani mattina per tagliare la testa al toro vado a fare le analisi ed il test. In quanto tempo secondo lei sapranno darmi i risultati? E secondo lei l epuò sembrare giusta come diagnosi?

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'ipotesi di diagnisi mi sembra giusta e condivido convalidarla con gli specifici esami di laboratorio. I risultati si hano nel giro di qualche giorno.
Dr. Raffaello Brunori

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Brunori,

mi sono arrivati i risultati delle analisi. Non li ho a portata di mano perchè sono al lavoro ma ne ricordo l'ordine di grandezza:

Monotest: NEGATIVO

Anticorpi ANti EBV IGG EBNA= 500 circa
Anticorpi ANti EBV IGG VCA= 700 circa
Anticorpi ANti EBV IGG EA= 10 circa

In linea di massima i primi due sono abbondantemente sopra la soglia massima mentre il terzo rientra nella normalità.

Questo che significa? Il Monotest negativo dice che non ho più il virus dell amononucleosi, ma gli alti risultati nei test significano che l'ho avuto da pochissimo tempo?

Ora mi sento un pò spossato e la gola ogni tanto fa i capricci (senza però infiammarsi mai come prima) e non ho più avuto febbre, però in linea di massima riesco a fare le mie normali cose (lavorare in ufficio, uscire qualche volta, fare la spesa, etc. etc.) senza grossi problemi.

C'è qualcosa che si sente di consigliarmi? Dovrei assumere dei ricostituenti, oppure fare altri test specifici (mi auguro di no perchè gli esami mi mettono stati d'ansia e poi mi sento male davvero).

La ringrazio per la disponibilità

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Brunori,

mi sono arrivati i risultati delle analisi. Non li ho a portata di mano perchè sono al lavoro ma ne ricordo l'ordine di grandezza:

Monotest: NEGATIVO

Anticorpi ANti EBV IGG EBNA= 500 circa
Anticorpi ANti EBV IGG VCA= 700 circa
Anticorpi ANti EBV IGG EA= 10 circa

In linea di massima i primi due sono abbondantemente sopra la soglia massima mentre il terzo rientra nella normalità.

Questo che significa? Il Monotest negativo dice che non ho più il virus dell amononucleosi, ma gli alti risultati nei test significano che l'ho avuto da pochissimo tempo?

Ora mi sento un pò spossato e la gola ogni tanto fa i capricci (senza però infiammarsi mai come prima) e non ho più avuto febbre, però in linea di massima riesco a fare le mie normali cose (lavorare in ufficio, uscire qualche volta, fare la spesa, etc. etc.) senza grossi problemi.

C'è qualcosa che si sente di consigliarmi? Dovrei assumere dei ricostituenti, oppure fare altri test specifici (mi auguro di no perchè gli esami mi mettono stati d'ansia e poi mi sento male davvero).

La ringrazio per la disponibilità

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Puo' assumere un integratore polivitaminico, certo. Sempre utile una visita generale del suo Medico curante. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#12] dopo  
Utente
Un'ultima cosa: in questo periodo il mio fisico risentirà molto della malattia? Mi spiego meglio: può capitare più facilmente l'eventualità che mi possa ammalare di patologie batteriche, tipo tonsilliti, bronchiti, etc.?

[#13] dopo  
Utente
Oggi per esempio mi è tornata un pò su la febbre 37,4 e mi è ritornato un pò di mal di gola, oltre a vari dolori ossei/articolari. E' il normale decorso?

[#14]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non assuma antibiotici, mi raccomando! utilizzi solo un antinfiammatorio o del paracetamolo. Inizierei subito anche con un immunostimolante a base di pidotimod, per esempio. Certo, ormai ha un punto debole, per cui per almeno un anno, nella stagione invernale, sarà soggetto a delle ricadute. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori