Utente
Gentili, dal primo settembre soffro di un maldigola che talvolta blando, talvolta intenso, mi accompagna sempre. A metà settembre il medico prescrive erreflog o.1 colluttorio e viruxan bustine poiché la gola risulta esente da placche ma infiammata in maniera importante. Il dolore fastidio arriva sino quasi alla base del collo a sx, mentre sulla parete posteriore della gola ( dietro al velo pendulo, che risulta ipertrofico sembra un uncino gigante) si vedono delle bolle rosse che hanno un puntino minuscolo bianco.

Dopo la cura le bolle sn rimaste e per non so quale causa, ho dovuto faticare x respirare normalmente un paio di volte...l ultima mi ha costretto ad andare al ps che mi ha inviato dall otorino che mi ha controllato la gola e mi ha prescritto deltacortene 25mg. X 8 giorni e 4 12.5 mg...Delle bolle non mi ha detto nulla, però sono presenti. Le ho addirittura fotografate... cosa diamine può essere? Il problema della fatica a respirare può essere di origine ansiosa??

Un maldigola di solito nn dura al max 15gg??grazie mille



L otorino mi h

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non penso che la fatica a respirare sia dovuta all'ansia: magari questa puo' accentuare il sintomo. Comunque sia, pur pensando ad una forma allergica, farei sempre un tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni. Ne attendo la risposta. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Gentile, la ringrazio per la solerte risposta.

Andrò quanto prima dal medico di famiglia per ottenere l'impegnativa.

oggi è il secondo giorno di deltacortene, senza beneficio.

Anzi, sospendendo il colluttorio e il viruxan il dolore ovviamente si è accentuato, visto che nel mio lavoro parlare è indispensabile :)


La ringrazio, farò sapere al piu' presto per gli esiti.


[#3] dopo  
Utente
Gentile Dottore,

ho un aggiornamento sulla patologia:

8 giorni fa sono andato dall'otorino che mi ha prescritto per 8 giorni 25mg di deltacortene + pantopan 30mg.

Il dolore è sparito durante l'iter terapeutico, ed oggi sono andato alla visita di controllo.

Con quell'arnese tipo canula, ha controllato la gola, poichè sparito il dolore, ho avuto come la sensazione di un pezzo di "carne" nel lato sinistro.

Ecco cos'ha scritto.

FORMAZIONE LISCIA EDEMANTOSA VERTICALE, CHE PARTE DAL FORUS TUBARICUS E TERMINA DIETRO AL XXXX? PALATINO POSTERIORE SINISTRO.

ORECCHIO SX LIEVEMENTE IPEREMICO (FULLNESS +AUTOFONIA NON CONTINUI, SENSAZIONE PRESENTE DA ALCUNI MESI (- IMPORTANTE).


terapia: oki 2 volte al giorno dopo pranzo-cena. Pantopan mattino.

tolto il deltacortene che mi ha creato dei problemi ansiogeni


Mi ha detto che questa formazione liscia e gonfia non desta molte preoccupazioni, ma nel caso perduri, mi farà biopsia, poichè sono fumatore.

non è che sono all'inizio della fine?:|

grazie mille

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Credo e spero proprio di no! Consiglio di effettuare la terapia prescritta. Se al termine di questa dovesse persistere la formazione, giusta la biopsia. Attendo notizie dopo la cura. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente
Gentile dottore, nel frattempo vorrei approfittare per chiederLe qualche informazione sul sito del problema.

da quello che ho capito io, la sede dell'edema è "virtualmente" dietro all'orecchio sinistro, ma parte piu' o meno dalla base della lingua a sinistra, giusto?


potrebbe trattarsi di un corpo estraneo, magari una lisca di pesce, che non mi ha dato particolare fastidio e che poi ha innescato questa reazione? come si potrebbe verificare l'eventuale presenza di corpo estraneo?


nei mesi passati ho avuto un forte dolore all'orecchio sx, un otorino mi disse che fra setto nasale deviato, catarro nella tuba dell'orecchio (scusi il tecnicismo hehe), se non fossi stato operato al naso, avrei potuto sviluppare dei problemi alla gola....

lei ha già visto casi simili?

cerco di capire un attimo la possibile causa piu' che il sintomo, fermo restando che sono conscio (e stupido) che da fumatore non dovevo aspettarmi una gola splendida.

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non penso proprio che si tratti di un corpo estraneo. considera che il sintomo si è quasi risolto con la terapia a base di inibitori di pompa. Consideriamo anche che è stata individuata una formazione, probabilmente linfatica. Occore necessariamente una nuova fibroscopia e, eventualmente, una biopsia per una diagnosi. Altro problema la deviazione del setto nasale.
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
Buonasera, sabato sono passato dall otorino ( c era un collega in realta) che ha integrato la terapia oki con aerosol fluimucil 500 e cladil ( ennesimo cortisone). Sospeso il secondo, dopo nervosismo ed ansie varie (ormai prendo cortisoni da venti gg) sono finito al ps x dolori al torace e mi hanno fatto una radiografia, trovandomi pure una bronchite e qualche linea di febbre...


Il fastidio alla gola a sx, sembra essere diminuito lievemente con l antibiotico aerosol... Il medico che ha visto il referto dell otorino, xo, mi ha parlato di leucoplachia-eritroplachia che solitamente sono forme precancerose, quindi mi ha allarmato un po...ma se e un edema che centra?tra l altro ho sempre una specie di brufolo rosso con il puntino bianco sulla parete posteriore della gola che sembra non essere stato notato dai vari docs...






[#8] dopo  
Utente
Pardon, doppio post




[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Che dire: portiamo a termine la cura e, eventualmente, penseremo a fare una biopsia
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
Gentile dottore, ho finito la cura tra l altro associata al veclam antibiotico 500 x una sett a causa di una bronchite che è passata. L edema si é riassorbito al 90% e quindi nn ha ritenuto opportuno biopsia. Ho un linfonodo sotto la mascella sx verso la carotide sx gonfio ed ho sempre un po di dolore, assolutamente non paragonabile a prima...rispetto ai cortisoni, sospesi x problemi collaterali, sembrerebbe che il miglior effetto l abbiano fatto gli antibiotici...

Ho comunque una visita fra 6 gg x ricontrollare il tutto..

Ora non prendo piu nulla, anche se mi piacerebbe sapere come posso fare a capire se il tutto abbia origine batterica, ed eventualmente andare a mirare dritto al problema! Comunque decisamente meglio!!

[#11] dopo  
Utente
la ghiandola gonfia è sottomandibolare a sx (ho guardato la mappa dei linfonodi )


merci'!

[#12]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'unico modo per sapere se si tratti di una forma batterica, è quella di sottoposi ad un tampone per la ricerca di germi patogeni. Ovviamente, devono passare almeno dieci giorni dall'ultimo antibiotico assunto, pena l'inutilità dell'esame. Vediamo che succede a distanza! Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#13] dopo  
Utente
Gentile Dottore, ecco un aggiornamento. ho effettuato una tac senza mezzo di contrasto:

TAC ROCCHE E MASTOIDI SENZA CON:
SI OSSERVA REGOLARE TRASPARENZA DELLA CASSA DEL TIMPANO, DELLA REGIONE ANTRALE E DELLA MASTRO. LE CAPRINI OSSICULARI SONO REGOLARI.
B NON SI OSSERVANO LESIONI OSSEE. NON SONO EVIDENZIABILI ALTERAZIONI A LVL DELLE STRUTTURE DELL'ORECCHIO INTERNO E CONDOTTO UDITIVO INTERNO (AMBO I LATI).


TAC COLLO E MASSICCIO FACCIALE.

Regolare trasparenza del seno frontale, seno sfenoidale e dei seni mascellari.

Si evidenzia opacamento di alcune celle etmoidali, del gruppo posteriore di sx, le restanti celle hanno regolare trasparenza. il setto nasale è deviato a sn e si osserva sperone sx al suo terzo medio.

non si osservano lesioni ossee. si osserva ipertrofia dei turbinati nasali di dx. non si osservano alterazioni a livello delle regioni orbitarie.

non sono identificabili processi occupanti spazio e alivello delle ghiandole salivari maggiori, degli spazi parafangirei e masticatori, non si evidenziano linfonodi di dimensioni patologiche. non si visualizzano lesioni faringo laringee.

[#14] dopo  
Utente
aggiungo: a distanza di quindici giorni dalla fine della cura, i miei sintomi sono di nuovo li' a rompere, il dolore parte sempre nello stesso punto e mi pare di avere un salame sul lato sx della gola, a partire da dietro al naso sx per finire verso la carotide..


lascio un link ad un immagine della parete posteriore della gola, il punto bianco è poggiato su una specie di escrescenza che secondo me è la cosa che striscia e poi fa male
http://imageshack.com/a/img59/435/qned.jpg

ps: l'immagine è speculare, quindi il lato destro è quello sinistro ^_^


Grazie mille per l'attenzione!

[#15]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Fortunatamente, dall'indagine radiologica non è emersa alcuna patologia se non una deviazione del setto nasale. Per quanto riguarda la gola, sembrerebbe esserci una infiammazione del tessuto linfatico,Proverei con un antiinfiammatorio e dei gargarismi con un colluttorio.
Buona domenica
Dr. Raffaello Brunori

[#16] dopo  
Utente
Gentile Dottore, utilizzavo già un colluttorio e il viruxan e poi antinfiammatori, ovviamente posso rifare un ciclo.
Consideri che dovrei aver trovato l'origine dei dolori:


premettendo che mi soffio poco il naso, stamattina ho provato a "tirare su di naso" ed il risultato è stato un "bellissimo" composto di muco e sangue dalla bocca, proveniente dalle retrovie del naso...

spruzzando una soluzione di acqua marina nelle narici,mai usata prima di oggi, quello che mi esce dalla gola è caratterizzato da sangue vivo (piccole quantità).


cosa c'è li' dietro?come potrei comportarmi?
mi capitava anche altre volte, durante le influenze, con un muco verde ed a volte poco sangue..ma parlo di eoni fa :)

grazie mille per la pazienza


[#17]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
la zona in questione si chiama rinofaringe e, da cio' che descrive, si tratta di muco proveniente dai seni paranasali. Farei, al suo posto, una cura preventiva con lisati batterici, per esempio. Consulti a riguardo il suo medico di famiglia.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#18] dopo  
Utente
Grazie, tentar non nuoce !!


spero solo che non si cronicizzi il tutto, è abbastanza fastidioso !



Le farò sapere !

[#19] dopo  
Utente
Gentile, domenica mi controlla di nuovo l'otorino come già stabilito in partenza.

nel frattempo ho voluto fare una fotografia

http://imageshack.us/f/32/k6fs.jpg/

curiosità:
ho voluto rifare una foto, che si vede peggio dell'altra, poichè ho provato a farla di modo da evidenziare il luogo di partenza di questa specie di salamella.

purtroppo dalla foto non si evince lo spessore di quella cavolata...ma Le assicuro che sarà almeno 2-3 mm



la zona in questione come mi ha detto Lei si chiama rinofaringe, puo' quella formazione evidenziata in nero, partire dal rinofaringe per arrivare fino a li?

io credo che a bocca chiusa quella cosa si ispessisca (perchè si rilassa) e possa toccarmi proprio la base della lingua e quindi risultare dolorante.


in fondo il dolore parte proprio dal rinofaringe di sinistra, come quando hai uno spaghetto bloccato dentro.


scusi ancora se mi sveglio ogni tanto con queste domande.





[#20]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ovviamente, dalla foto non si puo' fare una diagnosi, in quanto sfocata. La zona in questione non è il rinofaringe ma la parete posteriore della faringe. Probabilmente, la volta scorsa non avevo capito bene la zona che lei intendeva.
Dr. Raffaello Brunori

[#21] dopo  
Utente
Grazie mille, si comprendo..usando un tablet mi è difficile fare di meglio.
A me pare che quella roba raschi sulla lingua e mi provochi il dolore. e mi sembra che parta da sopra per arrivare fino a quel punto

peraltro oggi è il primo giorno in cui il dolore (stamattina assente anche in quella zona) si è diffuso anche al palato molle, lato destro e base lingua. quando deglutisco soprattutto in alto.

se la guardo non è ne' piu' rossa, ne piu gonfia di prima...sento che brucia.

a sto punto se i 1 mese di farmaci non è servito a nulla (parliamo di cortisoni e antibiotici) non so quali soluzioni si possano trovare.
non credo che se ne andrà spontaneamente

[#22] dopo  
Utente
Sono tornato dalla visita dell'otorino:

il referto tac non l'ha nemmeno controllato, ma comunque non si evidenziavano particolari condizioni.

invece su quel puntino bianco e quel salsicciotto che conferma, parte dal torus tubarius ed arriva sino a dove si vede dalla foto, mi ha detto di andare a "tentativi" poichè è una formazione particolare dove tra l'altro non si puo' fare nulla a livello chirurgico, pur confermando che non è nulla di grave...

quindi axil (per le difese immunitarie) e flumucil (n'altra volta) aerosol per 6 giorni.


dice che prima o poi troverà la soluzione...mi sembra di far parte di "malattie misteriose".

anche se non posso piu' permettermelo (ho speso 130 euro per ogni seduta dall'otorino della mia città e sono già andato 4 volte) farò ancora una visita dal dottore che mi ha fatto la tac, certo però che è abbastanza frustrante come situazione....










[#23] dopo  
Utente
Buongiorno Doc, eccomi di nuovo qui: sono andato dall'otorino come avevo anticipato, mi ha ricontrollato con il fibroscopio e non ha trovato nulla...

vedendo il mio velopendulo che gira a sinistra ed è grosso come un acino d'uva, ha presupposto che sia proprio quello ad infilarsi sul lato sinistro base lingua e mi provochi quella sensazione di corpo estraneo...
l'unica cosa: dovrò farmi operare al naso per i turbinati ipertrofici a causa della deviazione del setto nasale.


mi ha fatto fare l'antibiotico dei 3 giorni e 3 gg di bentelan senza alcun successo..ora mi sveglio la notte, con il palato molle dolorante e secco e base lingua.

non saprei piu' come descrivere il tutto...piu' che altro ho paura che adesso ad essere intaccato sia il mio sistema sopportativo, non potendo contare su una cura efficace.

l'unica cosca che mi da un minimo di sollievo è il lavaggio nasale con siero di acqua marina, per il resto nemmeno l'oki spray (esempio) mi porta benefici...

boh non so che fare!

[#24]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ti comprendo benissimo e, purtroppo, non so come aiutarti. Quindi, mi pare di aver capito ce è l'ugola che dà fastidio, sbattendo sulla base lingua, non è vero?
Dr. Raffaello Brunori

[#25] dopo  
Utente
cosi' ha ipotizzato..effettivamente se provo a spostarla con la lingua sul lato destro, per quanto possibile, riesco a ridurre l'attrito e non sento il pezzetto di carne in gola, però permane sempre il dolore.

consideri che la mia gola non è messa malissimo a livello patologico, e che neppure la tac evidenza condizioni che possano creare gravi problematiche.

su 3 otorini 2 non hanno evidenziato nessun edema su torus tubarius, uno continua a vederlo (dico tre otorini poichè uno di loro "sostituiva" quel giorno, l'otorino a cui ho fatto riferimento)



posso anche essermi causato il bruciore alla lingua, a forza di muovere, aprire la bocca per controllare, spostarne l'ugola, fotografare, ecc ecc...

riesco comunque a capire che, già per chi mi visita non è facile e probabilmente nell'eziologia dei problemi alla gola, seppur disparati, potrebbe essere un caso strano o raro :).

Però capisce, se prendo continuamente farmaci rischio di creare altri problemi, quindi per me "andare a tentativi" come sostiene il dottore, seppur in buona fede, non è la via giusta. Poi mi prendo anche le mie responsabilità: prima male in basso, poi in alto, ora palato molle..non è facile per un medico che comunque usa degli esami strumentali obbiettivi come quella lucina che ti mette nel naso e non puo' sbagliarsi nel vedere le cose...

continuo ad usare le soluzioni saline di acqua di mare per lavare il naso (io faccio uscire il tutto dalla bocca, e non dall'altra narice, cosi' dovrei pulire anche meglio). perchè noto che quando si "umetta" il dolore si allevia, cosi' come è venuto passerà... e dire che 3 mesi fa cantavo e registravo! ora....

[#26]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Se si tratta effettivamente di un edema dell'ugola, con una resezione parziale della stessa il tutto si risolve. ma questo, ovviamente, deve deciderlo lo Specialista. Comunque non ti abbattere: vedrai a tutto c'è una soluzione!
Dr. Raffaello Brunori

[#27] dopo  
Utente
oddio secondo lui è quello che va a fare casino li sotto :)

tutto è possibile!

grazie mille per l'appoggio, appena ho news risolutive, farò subito un post qui :)


buon lavoro e buona serata


grazie!

[#28] dopo  
Utente
Dottore, non so se ho trovato la soluzione, ma in base a quanto mi è stato detto dall'otorino sul velopendulo, ho provato a fare cosi:


ogni qualvolta ho sentito fastidio sul lato sinistro, ho spostato il velopendulo con la lingua sul lato destro e piano piano il dolore ha cominciato a sparire.

Ad oggi mi è sparito praticamente del tutto, sia il fastidio, sia il dolore.


forse non è una diagnosi, però ad oggi va molto molto meglio!

vorrei sapere se possibile, in cosa comporta farsi operare al velopendulo per ridurlo :)

grazie!

[#29]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Stiamo parlando dell'ugola. L'intervento viene condotto in anestesia locale e non comporta alcuna complicanza od esito. Stai tranquillo, è un interventino.
Dr. Raffaello Brunori

[#30] dopo  
Utente
Egregio dottore! eccomi qui ad aggiornare il mio diario di bordo.

domani farò una visita di controllo: nel frattempo il dolore è sparito al 99% ed è già ottima cosa..

c'è solo piu' un fastidio neanche tanto importante.

Quello che scriverò qui sotto potrebbe essere strano.

L'altro ieri mi sono addormentato dopo pranzo, con la tv accesa. Io dormo stortissimo, con le mani praticamente incassate dal collo o giunte sotto la guancia -.-


Ero semisveglio, in quel momento ho sentito dapprima un leggero sibilo, e poi un vero e proprio EFFETTO LARSEN (casse che fischiano, stessa potenza mi creda) nell'orecchio ed un senso di paralisi, come una scarica che partiva dall'orecchio destro fino al piede.
Ho provato a riaddormentarmi e nonappena rientravo nel dormiveglia, di nuovo. per ben 3 volte. poi mi sono alzato ed oggi, a distanza di 2 giorni, sento ancora il sibilo, ovviamente (spero) di non riavere ste maledette scosse..da cosa puo' essere provocato? (sempre che non stia impazzendo io)


grazie!

[#31]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono contento che la sintomatologia dolorosa della gola sia quasi del tutto scomparsa. Per quanto riguarda le scosse, probabilmente sono state l'esito della posizione assunta per dormire. Per il sibilo, a breve dovrebbe scomparire. Comunque, domani lo specialista cui ti rivolgerai potrà darti spiegazioni piu' corrette, avendo modo di vederti. Fammi sapere!
Dr. Raffaello Brunori

[#32] dopo  
Utente
Eccomi! lo specialista mi ha visto, ma ha prestato piu' attenzione ovviamente alla gola e alla parte sinistra, controllando però con la lucetta anche l'orecchio destro.

tutto a posto yessss! ricontrollo fra un mese

Ad oggi il sibilo all'orecchio dx è aumentato ma comunque sento bene, la pressione è 129-86 quindi non è che sia legato a quello..

io uso le cuffie per ascoltare musica, dovrei piantarla, vero? :D


comunque auguro un buon natale e un felice anno nuovo!

[#33]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La pressione minima dovrebbe aggirarsi intorno ad 80. Puoi ascoltare la musica con le cuffie, ma ad un volume moderato.
Ringrazio degli auguri che ricambio con viva cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#34] dopo  
Utente
Gentile dottore! come va??
il dolore alla gola non esiste piu'!!!xD

l'acufene a destra invece è aumentato ed è costante ma "ondulatorio" e si aggira intorno ai 9000 hz (ho provato su internet a trovare un suono simile).

è molto intenso e mi accompagna ogni giorno.

Se premo dietro all'orecchio destro con le dita, aumenta di volume, e lo fa anche quando sposto la mascella in avanti, capita anche quando giro il collo a sinistra o a destra

se strofino i polpastrelli vicino alle orecchie non c'è differenza di udito...dolore non ne ho, mi da solo un sacco fastidio

forse ce l ho anche a sinistra, ma nn riesco a capire bene


esiste qualcosa da poter prendere?


grazie mille!!


[#35]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Io tutto bene, grazie. Mi fa piacere che almeno un problema si sia risolto. per quanto riguarda l'acufene, vogliamo anche prendere in considerazione una malocclusione, per esempio. Fai una Rx ortopanoramica e falla leggere dal tuo Odontoiatra di fiducia. fammi sapere il parere del Collega in merito.
Dr. Raffaello Brunori