Utente
Gentili dottori,
anzitutto mi scuso se ho sbagliato sezione. Sono un ragazzo di 22 anni, studente universitario. Parto dall'inizio.
Circa una settimana-dieci giorni fa ho avuto alcuni episodi di febbricola notturna, (non oltre i 37,5 solitamente, e tendevo a sfebbrare da solo senza bisogno di farmaci, svegliandomi la notte sudato ma senza febbre) ed un forte mal di collo. Inizialmente per il mal di collo (e torcicollo) ho preso un Brufen da 400, giusto per far passare il dolore. Poi sono andato a farmi visitare dal mio medico di famiglia: mi ha controllato polmoni e linfonodi e non ha trovato niente di che. Solo i linfonodi del collo e le tonsille erano leggermente ingrossati, ma questo perchè all'età di 4 anni sono stato operato di adenoidi e mi hanno spiegato che è normale averceli sempre un pò più grandi della norma, e così le tonsille (una vostra collega odontoiatra mi disse una volta che avevo rischiato la tonsillectomia per un soffio). Alla gola non sentivo quasi nulla.
Mi prescrive il Froben spray, visto che la gola era appunto un pò arrossata.
Nel giro di qualche giorno il torcicollo è passato e pure la febbre. Però tre giorni fa tastandomi il collo ho trovato la tonsilla sinistra parecchio ingrossata e con placche bianche ben visibili. Qui ho fatto l'errore di non consultare il medico, e ho iniziato a prendere il Macladin da 500 la sera di due giorni fa (l'altroieri) come si è alzata la febbre, dal momento che il Macladin è l'antibiotico che usiamo più spesso in famiglia per questo tipo di disturbi. L'ho preso l'altro ieri sera, ieri mattina e sera e stamattina. Le placche sono aumentate, e ieri verso le 23 la febbre è arrivata a 38,5, scesa poi sotto i 37 con una tachipirina che ho preso sul momento. Non sento particolari miglioramenti, continuo ad avere una voce nasale, dolore durante la deglutizione a livello di faringe/laringe, scarichi di muco in fondo alla gola (per la verità oggi un pò meno), la febbre continua e si abbassa solo prendendo qualcosa (questo pomeriggio ho preso un Brufen a differenza della tachipirina), solo la tonsilla sinistra si è piuttosto sgonfiata
Stamattina sono andato dal medico, e se al telefono mi aveva detto che il Macladin andava bene, dopo aver controllato le tonsille mi ha detto di prendere il Macladin ancora per stasera, e poi passare alla levofloxacina (lui ha parlato del Tavanic, ho preso l'equivalente), due pasticche al giorno per tre giorni e poi una al giorno per altri tre.

Volevo chiedervi : secondo voi è una terapia giusta? È giusto passare da un'antibiotico all'altro così? Con la levofloxacina se volessi prendere un antinfiammatorio posso prendere il brufen? E la tachipirina?

Vi ringrazio cortesemente aspettando una vostra risposta.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Tutto sommato, posso condividere, nel tuo caso, il passaggio da un macrolide ad un chinolone. Giusto associare un antinfiammatorio e non il paracetamolo, visto che non abbiamo febbre alta. per scrupolo, farei il test per la mononucleosi. Utili dei gargarismi con the molto scuro o coca-cola.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottor Brunori,
mi scuso con il ritardo con cui le rispondo, dal momento che ho visto la sua risposta solo ora.
A seguito di analisi per il virus di Epstein-Barr, consigliate dal Pronto soccorso, la mononucleosi è stata confermata.
Dopo una settimana circa è passata la febbre e le placche alla gola, dopo altre due la stanchezza.

La ringrazio comunque per il suo consiglio.
Un caro saluto e buoni ultimi giorni d'estate.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Era cio' che si sospettava. Ora, devi solo continuare con una dieta ed astenerti da sforzi fisici per un altro po' di tempo.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori