Utente
Buongiorno,
quello che voglio esporvi oggi è un acufene monolaterale, orecchio dx, che mi perseguita da oramai 4 anni. Cercherò di semplificare il tutto, anche se ci sarebbero una marea di cose da dire in merito.

- Sintomi:
tale acufene ha 3 manifestazioni differenti: scoppi (che variano di intensità), fruscii (come dei granuli di sabbia) e ticchettii irregolari (come se due biglie impattassero fra loro)

- Quando si manifesta:
si manifesta dalle 2 alle 5 volte nell'arco di una giornata, indipendentemente da cosa faccia. I ticchettii vengono sempre la sera, e se non la sera, il mattino seguente. Le altre tiplogie tendono a manifestarsi maggiormente dopo un lieve sforzo fisico, dopo che bevo lontano dai pasti o dopo che tengo la testa abbassata per lavarmi i capelli.

- Cosa intendo per "scoppio":
intendo dire che percepisco come se l'orecchio si stappasse da qualcosa; più o meno lo stesso rumore che si percepisce quando c'è un cambio di pressione atmosferica. Il mio rumore, però, è più "chiuso" e non stappa un bel niente.

- Quando l'ho sentito per la prima volta:
4 anni fa, per l'appunto, correndo sul tapis roulant.

- Terapie provate:
diversi integratori di magnesio ed ananas(?), mucolitici, antibiotici, aerosol, miorilassanti, antistaminici, lavaggi nasali, manovre di decompressione tubarica, pulizia del cerume, spray nasali

- Esami (tutti nella norma)
sangue, densità del sangue, impedenziometrico, audiometrico

- Elementi aggiuntivi:
riesco a provocarmi lo scoppio inspirando ed espirando . Con naso o bocca, è indifferente
sono allergico alla polvere
i rumori li sento indipendentemente dall'aprire o chiudere la bocca e/o per masticare
non sento dolore

Cosa potrebbe essere? Grazie per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Giuseppe Murruni

24% attività
0% attualità
8% socialità
GIUSSANO (MB)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente, dal suo racconto molto dettagliato , ...2 alle 5 volte nell'arco di una giornata, ....., dopo che bevo lontano dai pasti ......., percepisco come se l'orecchio si stappasse......riesco a provocarmi lo scoppio inspirando ed espirando ......., i rumori li sento indipendentemente dall'aprire o chiudere la bocca e/o per masticare......., è possibile focalizzare l'attenzione su una origine dell'acufene multifattoriale legata a problemi tubarici, avvalorati dal fatto che lei ha una rinite allergica, e da problemi legati all'articolazione temporomandibolare,....fruscii (come dei granuli di sabbia) ......
Sarebbe interessante sapere se lei ha portato in passato un apparecchio orotodontico e se ha notato un digrignamento notturno dei denti. Cordiali saluti.
Dr. Giuseppe Murruni

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dottore, la ringrazio per la sua risposta.

Digrignavo da piccolo, ora non più, e non ho mai portato alcun appareccho orotodontico.

Possibile quindi che tali scoppi siano causati dall'allergia? Perchè, allora, non traggo beneficio da antistaminici e spay nasali, e la manifestazione dell'acufene stesso non sembra accentuarsi in momenti di reazioni allergiche?

Per quanto riguarda l'articolazione temporo-mandibolare, il problema potrebbe essere legato a quella anche se l'acufene non si manifesta quando apro e chiudo la bocca e/o mastico?

Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Giuseppe Murruni

24% attività
0% attualità
8% socialità
GIUSSANO (MB)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2016
Qualsiasi problema nasale può provocare una sintomatologia simile, per quanto riguarda l'atm, l'acufene solitamente viene percepito durante i movimenti di masticazione. La questione può essere chiarita con una visita ORL e l'esame audiometrico e impedenzometrico che ci dà informazioni sulla situazione attuale dell'apparato uditivo.
Dr. Giuseppe Murruni

[#4] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, Dottore.
Ho fatto entrambi gli esami da lei citati, audiometrico e impedenzometrico: tutto nella norma. Ho inoltre chiesto un consulto da diversi otorinolaringoiatri, ma niente. Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Giuseppe Murruni

24% attività
0% attualità
8% socialità
GIUSSANO (MB)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2016
Allora deve avere pazienza e tutto passerà. Queta estate vada al mare. Cordiali saluti.
Dr. Giuseppe Murruni