Utente 397XXX
SALVE,
CHIEDO GENTILMENTE UN CONSULTO SU UN PROBLEMA CHE SI E' PRESENTATO DOPO 4 MESI DI TRATTAMENTO CON PLACCA DI RIPOSIZIONAMENTO MANDIBOLARE.
DOPO LA NASCITA DELLA MIA BAMBINA HO COMINCITATO AD AVERE PROBLEMI ALLE ORECCHIE E ALLA MANDIBOLA PER CUI MI SONO RIVOLTA AD UNO GNATOLOGO DELLA MIA CITTA' IL QUALE DOPO AVER ESEGUITO ALCUNI ESAMI MI HA SOTTOPOSTO AD UN TRATTAMENTO CON PLACCHE DI TANAKA .
HO COMINCIATO IL TRATTAMENTO CON LA PRIMA PLACCA IL 26 GENNAIO 2016 E DOPO UN PERIODO DI ADATTAMENTO IN CUI LA PLACCA E' STATA ANCHE MODIFICATA A CAUSA DEL PEGGIORARE DEI SINTOMI HO COMINCIATO AD AVERE BENEFICI SULLA SINTOMATOLOGIA FINO AL MESE DI APRILE DOVE PURTROPPO HO COMINCIATO AD AVVERTIRE LA PRESENZA DI NUOVI SINTOMI TRA CUI PARESTESIE E DOLORI ALL'ALTEZZA DEI CONDILI.
HO INFORMATO IL MIO DOTTORE IL QUALE MI HA COMUNICATO CHE LA SINTOMATOLOGIA ERA DOVUTA AL FATTO CHE MI TROVAVO NEL PERIODO DI PASSAGGIO ALLA NUOVA PLACCA,COSI QUESTA SETTIMANA MI E' STATA CONSEGNATA LA NUOVA PLACCA.
LE PARESTESIE SONO QUASI SCOMPARSE MENTRE IL DOLORE ALL'ALTEZZA DEI CONDILI E' AUMENTATO INSIEME ALLA SENSAZIONE DI PELLE CHE TIRA.
IL DUBBIO CHE MI ASSALE E' SE IL DOTTORE HA CAPITO REALMENTE COME INTERVENIRE.
IO PRESENTO , DA COME MI HA SPIEGATO,UN'ASSIMETRIA MANDIBOLARE E ATTRAVERSO LE PLACCHE HA SPOSTATO LA MIA MANDIBOLA IN AVANTI E POI DA SINISTRA VERSO DESTRA.
IL FATTO DI AVER SPOSTASTO LA MANDIBOLA DI SINISTRA VERSO DESTRA ATTRAVERSO LE PLACCHE E' UNA PROCEDURA CORRETTA IN CASO DI ASSIMETRIA?
DATO CHE I MIEI PROBLEMI SONO MAGGIORMENTE ALLE ORECCHIE (ACUFENI E DISFUNZIONE TUBARICA) NON BASTAVA PORTARE IN AVANTI LA MANDIBOLA, PER POI INTERVENIRE IN SEGUITO CON L'ORTODONZIA ,SENZA FAR COMPIERE QUESTO MOVIMENTO LATERALE DA SINISTRA VERSO DESTRA DATO CHE LA MIA ASSIMETRIA E' CONGENITA?
DAL MIO REFERTO RADIOGRAFICO RISULTA:SOGGETTO NORMODIVERGENTE:LA LINEA MANDIBOLARE ,PROLUNGATA POSTERIORMENTE ,RISULTA TANGENTE ALL'OCCIPITE. A LIVELLO SCHELETRICO :RAPPORTO SPAZIALE DI 2 CLASSE TRA MASCELLARE E MANDIBOLA. A LIVELLO DENTALE:CLASSE 2 SECONDO ANGLE.DEVIAZIONE AD S ITALICA DEL SETTO NASALE.IPOPLASIA CONDILO DESTRO. ASSENZA DI COASSIALITA' CONDILARE CONFERMATA DALLA MISURAZIONE DEGLI ANGOLI CONDILOIDEI ESEGUITA NEL TOMOGRAMMA IN PROIEZIONE ASSIALE-TRAVERSA :A DESTRA 36.8°, A SINISTRA 26.7°.
SCUSATE LE NUMEROSE DOMANDE MA SONO DISPERATA SONO ORMAI 8 MESI CHE COMBATTO QUESTO PROBLEMA E DOPO UN PERIODO DI APPARENTE BENESSERE ADESSO STO DI NUOVO MALE HO PAURA DI NON ESSERE SULLA GIUSTA STRADA E DI STAR SPRECANDO TEMPO E DENARO !!IGRAZIE DI CUORE PER LA RISPOSTA

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Buongiorno.
Dal suo racconto si evince che il trattamento gnatologico nel suo caso è indicato, tanto che ne ha avuto un iniziale chiaro beneficio. Purtroppo non è possibile giudicare oggi specificamente la situazione via rete senza una visita diretta del caso.
Eventualmente , se i suoi dubbi permangono, l'unica soluzioone può essere la richiesta di un secondo parere.
Cordiali saluti ed auguri
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#2] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Per cortesia gentile utente non scriva in maiuscolo può disturbare un poco la lettura.
Grazie
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum