acufeni e asportazione papilloma faringe

Buongiorno. Ho un problema di acufeni da circa due anni e già a febbraio 2015 mi sono sottoposta a visita ORL ed esame audiovestibolare dove si rilevava "modesta ipoacusia ""neurosensoriale""-?- sinistra alle alte frequenze: Mi veniva prescritta "RM cranica con contrasto con attenzione all'angolo poi...-?- cerebrellare" che io però non ho eseguito.
Essendo aumentato notevolmente l'acufene (prima sentivo il sibilo solo la notte adesso anche di giorno e in modo più forte) mi sottoponevo ad una seconda visita ORL nei giorni scorsi: il medico -diverso dal precedente- a poco più di un anno di distanza oltre a prescrivermi di nuovo l'esame audiovestib. nell'esaminare la gola prima con una paletta di legno poi con uno strumento lungo in acciaio rilevava la presenza sulla base della tonsilla di un papilloma e prescriveva "asportazione del papilloma della faringe" dicendomi che è un intervento che si svolge in anestesia locale, che avrebbe fatto l'esame istologico e anche dei virus e se c'erano determinati virus sarei dovuta andare dal ginecologo -?!-
Al mio stupore e alla mia richiesta se si trattava di una cosa sessuale mi è stato detto che anche se io semplicemente stringo la mano a qualcuno posso esser contagiata : vorrei sapere se è vero. Io so per certo di non aver potuto contrarre questi virus per via sessuale e mi sembra un pò semplicistica la spiegazione del dottore.Inoltre il termine papilloma si riferisce solo a formazioni generate da questo virus oppure il dottore lo ha usato in modo generico.
E' proprio indispensabile toccare chirurgicamente un qualcosa che non mi ha mai dato fastidio? E che mi da fastidio solo da quando il dottore me l'ha toccato? preciso che io non soffro di tonsilliti febbre infiammazioni alla faringe.
Ho un vero terrore di sottopormi a quest'intervento (quando poi il mio problema erano gli acufeni...)
Vi ringrazio di avermi prestato attenzione e spero che mi rispondiate
[#1]
Dr. Morando Morandi Otorinolaringoiatra, Foniatra 372 7
Il papilloma faringeo riconosce un'origine virale ( infezione da HPV ) analogamente alle lesioni papillomatose della sfera sessuale. Naturalmente,trattandosi di un virus, il contagio può essere avvenuto anche in altri modi ma è in ogni caso corretto procedere alla sua asportazione anche perché potrebbe aumentare di dimensioni o comunque determinare altri contagi

dott. M. Morandi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore (vedo solo oggi la sua risposta).
Mi sembra di capire che si parla di papilloma solo in presenza di virus HPV? Oppure è un termine generico che si usa in presenza di qualunque formazione si trovi sulle tonsille, di natura benigna nella maggior parte dei casi.
Negli altri consulti presenti su questo sito si parla di papillomi del pilastro della tonsilla, ma non riferendosi a virus...
Sperando in una sua risposta la saluto cordialmente
[#3]
Dr. Morando Morandi Otorinolaringoiatra, Foniatra 372 7
Premesso che si tratta di una patologia molto frequente riscontrabile nel cavo orale e che la sede preferenziale è proprio il pilastro tonsillare, va detto che già visivamente la lesione e' individuabile come papilloma ma che è sempre l'esame istologico che deve confermare.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora della risposta.
Ho però ancora alcune domande:
ma se non è presente il virus HPV è meglio o peggio? Allora da cosa dipende? E che cosa può essere se non è un papilloma?
Inoltre domani dovrei subire l'intervento ma mi sento la gola irritata-sarà forse l'aria condizionata -come per un inizio di faringite...forse è opportuno rimandarlo?
Le confesso che ho molta paura e non vorrei sottopormi a un intervento inutile
Sperando in una sua (spero celere, visto le poche ore che mi separano dal temuto intervento) risposta, la saluto cordialmente
[#5]
Dr. Morando Morandi Otorinolaringoiatra, Foniatra 372 7
Per quanto riguarda la prima domanda sarà l'esame immunoistochimico a darci la risposta. In ogni caso non e' nulla di grave! Circa la seconda non credo che possano esserci problemi per un po' di faringite a meno che non sia febbrile...
[#6]
dopo
Utente
Utente
Leggo solo ora la sua risposta...ho rimandato l'intervento al mese prossimo con l'accordo del medico poiché la gola mi faceva davvero male e credo che non avrei sopportato l'inevitabile dolore dell'intervento aggiungersi al mal di gola...da cui non sono ancora guarita.
La terrò informato . La ringrazio e la saluto cordialmente

L'acufene (o tinnito) è un disturbo dell'orecchio che si manifesta sotto forma di ronzio o fischio costante o pulsante. Scopri i sintomi, le cause e i rimedi.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test