Orecchio ovattato

Cari medici, è da un po' di tempo che sto riscontrando problemi con le orecchie, principalmente con quello sinistro.
I primi episodi sono successi circa 3 anni fa, durante un bagno a mare mi si è improvvisamente ovattato un'orecchio e il fastidio è perdurato per ogni bagno a mare di tutta l'estate. Avendo effettuato comunque una pulizia (avevo molto cerume) credevo che il problema fosse collegato unicamente al tappo.
Da un anno invece sto notando che ogni volta faccio uno sforzo fisico ,l'orecchio (al 99%quello sinistro) mi si ovatta, il che compromette notevolmente la mia vita sportiva. Ho notato che comunque questo fastidio lo sentivo accentuato quando effettuavo esercizi come salti o in cui andavo ad elevare la mia persona con step o esercizi simili.
L'altro giorno stavo regolarmente facendo la doccia, l'acqua divenuta improvvisamente fredda mi ha provocato l'ovattamento dell'orecchio sinistro e per circa 15 ore mi era impossibile aprire totalmente la mandibola perchè nella zona sinistra provavo dolore.
Oggi, primo bagno al mare, dopo essermi asciugata ho toccato l'orecchio che mi si è ovattato completamente non riuscendo nemmeno a sentire. Un fastidio più leggero l'ho avuto anche nell'altro orecchio.
Ancora dopo ore ho sempre questa sensazione di orecchio chiuso (non più come all'inizio per fortuna. come dicevo non sentivo nemmeno...ora è solo un piccolo fastidio).
a cosa potrebbe essere dovuto tutto ciò? premetto che tengo la pressione bassa (spesso sono anche svenuta per via delle alte temperature), da piccola soffrivo di frequenti epistassi e da poco ho scoperto di essere predisposta ad un'insufficienza venosa...magari non vi è collegamento ma preferisco dare un quadro generale. Grazie a tutti anticipatamente.
[#1]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,3k 186 26
Gentile Paziente, penso che nel suo caso possa trattarsi di una disfunzione di quel tubicino (la tromba o tuba di Eustachio) che mette in comunicazione il retrobocca con l’orecchio medio, e serve , tra l'altro, a compensare eventuali sbalzi di pressione fra le due superfici del timpano:quando sentiamo l' "ovattamento" che lei riferisce, solitamente cerchiamo di muovere la mandibola o deglutire, il che, in un orecchio normale, favorisce lo "stappamento" , che é in realtà un ripristino della pervietà tubarica e un compenso delle diverse pressioni sulle due superfici del timpano.
Quando invece, come mi pare di capire nel suo caso, in condizioni particolari questo accade con difficoltà, (disfunzione tubarica) a volte siamo di fronte ad un conflitto che si instaura fra la tuba e il condilo della mandibola, che può essere dovuto a sua volta alla malocclusione dentaria con malplosizione mandibolare: in pratica, se da un lato il movimento di apertura della bocca viene comunemente sfruttato per il ripristino, all'interno della cassa timpanica, dell'equilibrio pressorio alterato ad esempio per sbalzi di quota, dall'altro un cronico dislocamento posteriore di uno o entrambi i condili e lo squilibrio dei muscoli della masticazione e della deglutizione, possono dar luogo ad una ipofunzionalità tubarica e quindi alla spiacevole sensazione che lei lamenta: in pratica l'ostruzione della tuba può in parte avvenire dal di dentro, per la presenza di muco , ma anche per compressione dall'esterno.
Le consiglio pertanto di farsi visitare anche da un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) e sopratutto dei rapporti fra questa e l’orecchio.
Anche nella letteratura scientifica si legge che quando un problema all'orecchio non trova spiegazioni in ambito specialistico Otorinolaringoiatrico, spesso é all'Articolazione Temporo Mandibolare che bisogna guardare.
Può trovare qualche informazione utile in più sui rapporti fra ATM e orecchio nel mio sito internet.
"da poco ho scoperto di essere predisposta ad un'insufficienza venosa": bisognerebbe capire cosa si intende con questo, e come si sia arrivati a questa diagnosi.

Le consiglio anche di dare un'occhiata ad un caso che ritengo simile al suo, sempre su questo sito:

https://www.medicitalia.it/consulti/otorinolaringoiatria/72945-il-medico-ha-diagnosticato-una-infiammazione-della-tuba.html

e a questi articoli su questo stesso sito, nell'ipotesi che possa riconoscervi qualche elemento di somiglianza con il suo caso. Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1898-ceruminosi-e-tappo-di-cerume.html

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-dei-denti.html

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Carissimo dott. Bernkopf, grazie per la sua risposta.
Ho letto ciò che mi ha consigliato , grazie mille per il suo parere. Vorrei chiederLe, ma questa patologia di cui sta parlando è visibile con una radiografia odontoiatrica?
L'ultima l'ho fatta due anni fa ed era tutto nella norma.
Per quanto riguarda la mia insufficienza venosa, me l'ha diagnosticata il cardiologo a seguito di un esame "doppler".
Mi ha parlato di una predisposizione in quanto non è a un livello grave (considerando la mia età) ma con il passare degli anni se non usassi apposite precauzioni (come calze compressive) questa mia situazione potrebbe peggiorare. Chiedevo se quindi ci potesse essere una correlazione.
Comunque vorrei aggiornarla dicendole che l'altro giorno, dopo un'altro bagno a mare, non ho avuto fortunatamente problemi, ma la notte successiva mi svegliavo spesso perchè dormendo lateralmente mi si ovattavano di nuovo le orecchie. quando però cambiavo posizione questo fastidio scompariva.
non è comunque la prima volta che mi è capitato che le orecchie mi si ovattino durante il sonno. Ciò che rendeva il tutto fastidioso non era tanto il senso "dell'ovattamento" ma quando esso "scoppiava" liberandomi da quella sensazione. (mi scuso per i termini poco tecnici)
In questi giorni di forte caldo invece, tengo la pressione (sopratutto la mattina) molto bassa, arrivando anche a valori di 80/40. come le ripeto non so se vi possa essere un collegamento. grazie ancora
[#3]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,3k 186 26
Non trovo collegamenti con il problema di insufficienza venosa nè con quello di pressione bassa.
Il suo problema, dal punto dio vista gnatologico, non si esamina con diagnostica per immagini, ma con un attento esame clinico. Come le scrissi, l'importante è che il dentista-gnatologo si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) e sopratutto dei rapporti fra questa e l’orecchio.
Cordiali saluti ed auguri.

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa