Sinusite sfenoidale sx

Buonasera
Ad aprile ho effettuato una risonanza encefalo e troncoencefalo senza liquido di contrasto per trauma cranico ed è emersa una ciste al verme macellare e sinusite sfenoidale.
Sono andata da un otorino quest’estate ad agosto che mi ha prescritto una cura con fluimucil compresse e aircort prima di fare L’endoscopia avevo prenotato.
Dopo aver concluso la cura stavo meglio e sono rimasta incinta perciò non ho più fatto esame endoscopico. Ho avuto un aborto spontaneo e ora mi è tornata la sinusite. Ho naso gocciolante e dolori da supina alla fronte, dietro agli occhi e ai denti. Secondo voi posso rifare la cura e poi fare endiscopia? Ora ho trovato posto a febbraio ma credo che sia troppo tardi. Meglio farlo prima giusto?
Volevo chiederle, ho letto di alcune complicazioni gravi per questo tipo di sinusite. È sempre consigliata l’operazione o dipende dalla severità della malattia? Le complicazioni sono rare? Grazie cordiali saluti
[#1]
Prof. Giorgio Bandiera Otorinolaringoiatra, Foniatra 59 2
gentile signora, la sinusite sfenoidale isolata è una patologia non frequente. sarebbe opportuno che lei facesse, oltre all'esame endoscopico una tc cone beam 3D del massiccio facciale che è l'esame corretto per studiare eventuali piccole alterazioni anatomiche che possono essere la causa del suo problema. una volta fatta la diagnosi, nella persistenza dei sintomi, sarebbe opportuno procedere all'apertura del seno sfenoidale e alla sua pulizia. cordiali saluti. giorgio bandiera

Prof. giorgio bandiera
direttore U.O. chirurgia endoscopica rinosinusale
policlinico SantAndrea
università "Sapienza" Roma

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test