Utente
Buonasera
soffro da un circa due mesi di una sensazione fastidiosa di stordimento alla testa, senso di pesantezza nella zona frontale che qualche volta si sposta anche dietro e zona orecchie e senso di calore.
Ho provveduto a fare una risonanza all’encefalo e al massiccio frontale.
Nella parte del referto relativo al massiccio centrale viene descritto: “ nel seno frontale di sinistra si osserva un tessuto disomogeneo basso segnale in T1 e T2 con tenue marginale irregolare ipersensibilità in T2 e STIR, si associa apparente interruzione dell’integrita’ della parete posteriore de seno frontale stesso; lievissima flogosi della della mucosa del seno mascellare sinistro; scoliosi ad S italica del setto osseo nasale con ipertrofia della mucosa dei turbinati nasali e riduzione della’ampiezza dello spazio aereo delle fosse nasali”.
Il dottore che ha referto fa riferimento ad una sinusite fungina allergica? Poliposi?
Consiglia una visita otorinolaringoiatra ed eventuale Tac con contrasto per studio seni paranasali per coinvolgimento osseo e studio RM de cranio.
Ho prenotato visita ma Sono un po’ preoccupato e Vi chiedo se effettivamente possa essere plausibile una sinusite o una poliposo, che possa portare questi fastidì di stordimento alla testa, oppure potrebbe trattarsi di qualcosa più grave visto che mi viene consigliata una Tac con contrasto
Vi ringrazio anticipatamente

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non credo che si possa trattare di una grave patologia, ma solo di una rinosinusite cronica con presenza di formazione di aspetto polipoide. Giusta la richiesta di una tac dei seni paranasali, poiché l'osso si studia solo con la tac, al contrario dei tessuti con la RM.
Si, la patologia in questione puo' darle la sintomatologia sofferta.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dott.Brunori,
premesso che continuo ad avere quella sensazione fastidiosa di stordimento e senso di pesantezza nella zona frontale facendomi sentire un senso estraneità de mondo circostante che le riferivo in precedenza,
ho eseguito la tac con mezzo di contrasto ed in attesa di andare a visita da un suo collega le riporto il referto che a dir la verità mi preoccupa un po’.
Il referto dice: nella sede del seno frontale di sinistra, che tuttavia non appare riconoscibile con certezza, si osserva un’ alterazione strutturale dell’osso frontale, disomogeneamente ipodensa per la presenza di foci calcifici nel suo. Ontesto, senza significativa impregnazione cartografica e con assottigliamento della corticale sul versante intracranico ma senza evidente interruzione della stessa e con pneumatizazzione dell’osso retrostante in prima ipotesi riferibile a fibroma non ossificante dell’osso frontale e meno verosimilmente a displadia fibrosa, con ipoplasia del seno frontale; necessaria caratterizzazione dei reperti con ulteriori indagini clinico-strumentali ed esame endoscopico a conferma della pertinenza extrasinusale del referto; modesto ispessimento fligistico della mucosa del seno mascellare sinistro e del seno sfenoidale che appare setto; scoliosi sinistro convessa del setto osseo nasale con ipertrofia dei turbinati inferiori .

Le chiedo se può darmi delle delucidazioni in merito al referto? il fatto che mi consigliano di fare ulteriori indagini fanno pensare che possa trattarsi di qualche patologia importante è non di una sinusite cronica ipotizzata in prima battuta?
A quali esami Ulteriori si riferiscono avendo già fatto una RMN è una tac con contrasto?
La ringrazio in anticipo

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dalla tac cui si è sottoposto, risulta si un processo infiammatorio di piu' seni paranasali, ma non molto rilevante. A livello del seno frontale, invece, ci sarebbe questo fibroma, responsabile della sintomatologia sofferta. Ovviamente, si devono leggere le immagini e, quindi, lo Specialista che avrà modo di farlo, potrà avere una chiara situazione del suo caso. Per la risoluzione, servirà un intervento chirurgico ma, ripeto, ogni delucidazione le verrà data con la visita cui si sottoporrà a breve. Non servono ulteriori accertamenti diagnostici.
Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Buonasera Dottore
ho sostenuto la visita e il suo collega mi ha confermato, come per altro lei,la presenza del fibroma, presente da diverso tempo, che tende a crescere e che va rimosso chirurgicamente.
Purtroppo mi sono fatto prendere dall’ansia di quanto mi diceva e non mi sono tolto un ulteriore dubbio: questo sensanzazione di stonamemto, non sempre frontalmente ma anche nella parte alla testa, potrebbe dipendere da qualche formazione anomala al cervello??
Le chiedo questo perché prima di effettuare la tac con contrasto ai seni para nasali avevo fatto una RM al cervello e massiccio senza contrasto e nel referto dell’ encefalo non erano indicate aree di alterato segnale a carico de tessuto cerebrale anche in DWI ma avendola fatta senza contrasto si sarebbero comunque rese evidenti eventuali aree patologiche a livello cerebrale??
Mi perdoni per la mia ansia
La ringrazio anticipatamente

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La comprendo perfettamente, ma posso tranquillizzarla sull'assenza di patologie tumorali cerebrali- Vedrà che con l'intervento chirurgico , con l'asportazione del fibroma, il tutto si risolverà per il meglio.
In bocca al lupo!
Dr. Raffaello Brunori