Utente
Buongiorno dottori, ringrazio innanzi a tutto per la cortese attenzione.

Vi scrivo in merito ad una vicenda/episodio accaduto a mia mamma negli ultimi mesi pertanto il consulto è riferito a mia mamma.

APR: 8 anni fa k mammario non metastatico con esecuzione di mastectomia + chemioterapia.
Attualmente in terapia con inibitore dell’aromatasi.
Follow up sempre negativi, ultimo esame strumentale RM whole body nel marzo 2019 completamente negativa (vedeva anche il cranio).

Esami ematochimici eseguiti a maggio 2019 con markers negativi.

No fumo, no alcol, no altre patologie, buona forma fisica, no febbre ecc...
APP: nel mese di giugno/agosto 2019 riferisce otodinia e senso di ottundimento all’orecchio.
Il dolore si sposta in zona post-auricolare.
Assume cortisone senza alleviamento della sintomatologia.

Esegue a inizio settembre una visita ORL negativa con diagnosi di possibile otite media catarrale.
La sintomatologia auricolare scompare spontaneamente entro 10 giorni e non si ripresenta fino a metà aprile 2020 (6 mesi e mezzo dopo).

A metà aprile 2020 presenta nuovamente un senso di ottundimento auricolare dopodiché compare nuovamente il dolore post-auricolare che si irradia anche ai muscoli del collo.

NON c’è mai stata ipoacusia.

Da due giorni, a seguito di assunzione di antinfiammatori enzimatici (ananase) c è un alleviamento della sintomatologia.


Da ieri sera, pulendosi con il cotton fioc osserva la presenza di tracce ematiche sull’ovatta.
Il dolore è in calo e non c è ipoacusia.

Data l’estensione temporale della sintomatologia, in virtù della remissione sintomatologica per 6-7 mesi, la visita ORL negativa a settembre e l’assenza di ipoacusia, è possibile essere tranquilli relativamente ad un processo neoplastico?

Vi ringrazio immensamente per la vostra attenzione e mi scuso per il disturbo.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si, penso che si possa escludere una correlazione con la patologia neoplastica sofferta, ma è importante che non venga sottovalutata questa sintomatologia. E' bene, quindi, che la Mamma si sottoponga ad una visita specialistica di controllo in tempi brevi, oltre che ad una tac dell'orecchio medio senza mezzo di contrasto. Purtroppo, a distanza, senza un esame clinico, posso essere poco di aiuto.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la celere risposta.
Volevo fare un’ultima domanda.
Attraverso il solo esame ORL è possibile eseguire conclusioni diagnostiche relativamente alle patologie dell'orecchio medio? Oppure essendoci il timpano di mezzo è impossibile?
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ovviamente, lo studio dell'orecchio medio si fa attraverso una indagine radiologica
Dr. Raffaello Brunori