Utente 183XXX
Salve, sono la mamma del piccolo Mattia di 21 mesi, al quale gia dal 3 giorno di vita alla visita del pediatra dell'ospedale nel quale è nato, è stato diagnosticato uno scatto all'anca sinistra e mi è stato detto di mettergli il doppio pannolino per un mese, detto fatto dopo il mese lo portammo alla visita di controllo con un ecografia ma non era guarito e ci hanno detto di provare un altro mese con la mutandina giò. non servì neanche quella allora ci fecero ricoverare il bambino al ortopedico pediatrico di bari dove riscontrarono con i raggi una lussazione di 4 grado all'anca sinistra,subito lo misero in trazione per 17 giorni, poi per due mesi gesso con le gambe divaricate, per 6 mesi con il divaricatore di pavlik e 5 mesi e mezzo una mutandina divaricatore diversa dalla mutandina giò, tutta in plastica.
mio figlio ora cammina benissimo, corre benissimo, deve fare una visita di controllo al compimento dei 3 anni. All'ospedale della mia città ci dissero che da grande avrebbe sicuramente sofferto di coxoartrosi precoce, come tutti i bambini affetti da lussazione alla nascita, è vero? esiste un modo per prevenirla?
aspetto con ansia una risposta
grazie.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
di sicuro molti quadri di artrosi precoce dell'anca dipendono da una patologia sottostante e tra queste c'è anche la displasia congenita dell'anca, ma non è così per TUTTI i casi. Siate ottimisti e non fate pesare ansie sul piccolo Mattia. Importanti sono i controlli periodici, una sana ed armonica e costante attività fisica, un buon tono muscolare e la distribuzione dei "carichi" sugli arti inferiori quando crescerà.

Grazie a Dio cammina benissimo, corre benissimo, non ha sintomi dolorosi. Lasciatelo correre tranquillamente nella vita perché nessun medico ha la sfera di cristallo, può solo basarsi su dati statistici. Ciascuno di noi è un universo particolare.

Infiniti auguri

Dott.Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 183XXX

la ringrazio davvero tanto per la sua risposta........
sa, quando si aspetta il primo bambino e soprattutto quando la gravidanza è andata benissimo non si pensa minimamente al fatto che possa nascere con qualche patologia che, ringraziando Dio nel mio caso si è potuta risolvere al meglio, perciò il mio pensiero va a tutte quelle mamme con bambini che purtroppo hanno malattie ben più gravi di quella di mio figlio. quando mi hanno detto in cosa consistevano le cure alle quali andava incontro mio figlio mi è davvero caduto il mondo addosso, vedere tuo figlio sempre a letto giorno e notte con queste gambine tirate dai pesi senza poterlo prendere in braccio.... poi ancora giorno e notte con il gesso fino all'ombellico e le gambine aperte.. e ancora i vari divaricatori.....credo che quello che mi ha fatto andare avanti con calma e sempre con un sorriso verso mio figlio è stato il fatto che un giorno non ci sarebbero più state apparecchiature fredde e rigide a separare le mie mani dalla sua pelle, ma soprattutto parole di conforto e di speranza da parte di dottori come lei, parole alle quali noi mamme ci aggrappiamo con tutte le forze che abbiamo.........
certo, non avete la sfera di cristallo, ma il dottore della mia città me lo ha detto come se ce l'avesse ed è stato allora che ho voluto avere il parere di qualcun altro.
grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Informare adeguatamente illustrando possibilità, rischi, eventuali patologie aggiuntive citando statistiche è un conto, dare sentenze senz'appello non può assolutamente far parte della "medicina"; che, oltre ad occuparsi del corpo dovrebbe anche considerare quanto va ad influire una semplice parola, e detta pure in modo inadeguato, sull'aspetto emotivo e quindi relazionale, ambientale e di autoguarigione dello stesso paziente.
Certo è sbagliato creare illusioni ma è obbligatorio elargire speranza ed ottimismo: fa parte della cura anche questo.

Anche i veterinari fanno lo stesso certe volte. Raccolsi una cagnolina ferita con anca lussata. Si voleva amputare la testa femorale per evitare l'artrosi...ma non ho consentito altro che la ricostruzione della capsula. La cagnetta ha 8 anni, nessuna artrosi, nessun dolore, corre come una pazza ed è quella più attiva e "ginnasta" degli altri. Mi chiedo come sarebbe andata senza un pezzo importante di femore...

Un cordiale saluto
Dott.Agnesina Pozzi

[#4] dopo  
Utente 183XXX

cara dottoressa, dovrebbero essere tutti come lei! le assicuro che lo dico con il cuore, siete in pochi a tenere da conto anche lo stato emotivo dei pazienti e dei loro familiari, qui in questo sito ho parlato davvero con dei dottori "sensibili" che ci informano su tutto, lati positivi e lati negativi di una cura ma in un certo modo, professionale e delicato allo stesso tempo, grazie a lei e a tutti i suoi colleghi.

un caro saluto.

[#5] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Sono davvero contenta che lei sia soddisfatta di un sito che si giova di volontari.

Un caro saluto anche a lei, e grazie delle belle parole.
Dott.Agnesina Pozzi