Utente 237XXX
Buonasera. La mia nipotina di 7 anni soffre di stitichezza. Trascorrono anche 8-10 giorni prima dell'evacuazione, con feci dure e compatte. Ho spesso brontolato con i suoi genitori perchè mi sembra che non sia concepibile limitarsi ad aspettare che sia la bimba che alfine accetti di inserire una suppostina, che poi, spesso non risolve il problema. Tra l'altro la bambina mangia pochissima frutta e beve poco, soprattutto a colazione, quando deve alzarsi presto e andare di corsa a scuola, ed a mezzogiorno, dove rimane alla mensa della scuola. Sinora l'unico rimedio consigliato dalla pediatra è quello di sciroppetti di erboristeria, che evidentemente non sortiscono alcun effetto; e, all'estremo, a suppostine di glicerina. La bimba è figlia unica, è molto sensibile e timida; forse soffre un pochino l'assenza dei genitori, che sono al lavoro, durante la giornata. Quali sono i consigli sia per l'approccio corretto da tenere con la bambina, sia per una dieta efficace, sia per i rimedi ai quali fare ricorso in caso di prolungato tempo senza evacuazioni. E qual'è questo tempo massimo accettabile. Vi ringrazio molto per la cortesia e per la professionalità.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
gentile signore
le consiglio integrare la colazione del mattino con fiocchi di cereali da assumere nel latte,aumentare l'apporto di fibre con frutta(pere-arance-clementine-kiwi) e verdura .Chiaramente l'apporto di acqua è fondamentale.Nel caso questi consigli dietetici non dovessero sortire effetto,incoraggiare la piccola a sedersi sulla tazza a orari precisi e a non trattenersi quando ha lo stimolo.A volte i bambini trattengono lo stimolo per pigrizia o perché' impegnati in altre faccende(televisione!)Se tutto questo non basta si possono impiegare farmaci lassativi,tra cui il lattulosio o il macrogol .
Distinti saluti ed auguri
Dr. Gaetano Pinto