Utente 196XXX
Mio figlio di 33 mesi da circa un'anno e mezzo, se riproverato o se non ottiene quello che vuole si schiaffeggia anche abbastanza forte. Altre volte, nella stessa situazione, tenta di schiaffeggiare i genitori o i nonni. Come mai questo atteggiamento? Come dovrebbero reagire i genitori sia quando schiaffeggia se stesso che quando schiaffeggia loro o altri adulti?

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signore
è quasi sicuramente una manifestazione di irritabilità ,manifestazione che il piccolo adopera per attirare l'attenzione e fare capricci.La potremmo considerare una manifestazione simile agli "spasmi affettivi ".La cosa migliore è comportarsi in modo deciso e risoluto,cercando di fargli capire, con pazienza e dolcezza, che non può' fare tutto quello che vuole.Purtroppo i genitori ,presi a volte da forte affettività', dimenticano che rivestono anche il ruolo di educatori.Tutto questo per il bene dei figli.
La saluto cordialmente
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 196XXX

La ringrazio per l'utile risposta. Ci abbiamo provato a di fargli capire, in modo calmo, che non può' fare tutto quello che vuole, ma con pochi risultati, forse è un po' troppo piccolo capire. Ma se schiaffeggia se stesso cosa dovremmo fare? Ignorarlo, rimproverarlo, consolarlo o assecondarlo? E se "da le botte" ai genitori va rimproverato?

[#3] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
rimproverarlo è una parola grossa; bisogna fargli capire le cose che può' fare e quelle proibite,senza alzare la voce ,con calma e pazienza.Mi rendo conto che influisce anche il carattere,ma questo va modulato in base all'esigenza e al controllo dei genitori.Bisogna comunque essere decisi e tenaci .Il piccolo col tempo capirà' le cose che deve evitare di fare.
saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#4] dopo  
Dr.ssa Concetta Battimelli

24% attività
0% attualità
12% socialità
ANGRI (SA)
SANT'ANTONIO ABATE (NA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
condivido quanto suggerito dal collega ed aggiungerei anche la tattica della distrazione... nei bimbi funziona. Di certo il suo piccolo avrà qualcosa a cui è affezionato e con amorevolezza e "santa pacienz'" come diceva la mia mamma tutto si sistema. Non disperate, tutto si risolve.
Dott.Concetta Battimelli