Utente 100XXX
Buon giorno, sono la mamma di un bimbo di quasi 3 anni che ha iniziato a fare pipiì nel water a fine giugno 2012. con la pipì non ci sono stati problemi, è stato bravissimo, ma per la pupu' se inizialmente la faceva nelle mutandine ora ha paura di farla e la trattiene. non lo abbiamo mai rimproverato, anzi, gli dicevo di farla dove voleva, è successo qualche volta chela facesse nel water ma normalmente dopo 4 giorni che la trattiene, è nervoso, fa capricci, al 5 giorno al max la fa nelle mutandine. non ha mai avuto problemi di stitichezza, prima di togliere il pannolino la faceva ogni giorno. ci sono stati dei cambiamenti nella sua vita contemporaneamente allo spannolinamento. ha smesso di andare all'asilo, ha iniziato l'asilo del cren (centro estivo) e ora la scuola materna. ho sentito la mia pediatra la quale mi dice che è una cosa normale e molto comune, che molti bambini la trattengono e mi ha consigliato di non insistere con lui se non la vuole fare, di non dargli lassativi o roba del genere, ma se dopo tanti giorni non la fa di fargli un clisterino. fino ad ora non gliel'ho mai fatto perchè dopo 4 giorni l'ha sempre fatta. ma questa cosa mi mette un pò in ansia, perchè lo vedo a disagio, è agitato finchè non la fa. vorrei sapere come devo comportarmi e se devo ancora seguire i consigli della mia pediatra di non insistere... si risolverà presto questa situazione? ho sentito di bambini inquesta situazione da oltre un anno... grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Alessandra Varotto

36% attività
8% attualità
16% socialità
ABANO TERME (PD)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Gentile Mamma,

in accordo con la pediatra, sono del parere di aspettare qualche tempo prima di intervenire su un'eventuale problema di evacuazione.

La maturazione fisiologica degli sfinteri uretrale e anale è ancora in atto e, accanto al problema fisico, dobbiamo indubbiamente tenere in considerazione i risvolti psicologici di questo processo.

In altre parole, il trattenere e l'evacuare la pipì e la pupù si gioca tanto sulla tazza del water quanto sulla relazione con la figura di riferimento. Con ciò voglio dire che nell'igiene fisica di tutti i bambini sono implicati anche i sentimenti ambivalenza verso papà e mamma, il controllo sulla loro relazione e in ultima analisi le "regole sociali".

In questo senso mi viene da pensare che l'"oppositività" manifestata, in altri termini "ll suo farla nelle mutandine", è anche il suo modo di relazionarsi con l'autorità che gli serve in questo momento per la formazione del suo carattere.

Rimango a sua completa disposizione per ogni necessità, cordialmente
Dr.ssa Alessandra VAROTTO
psicologa clinico dinamica indirizzo comunità
Iscritta all'albo Regione Veneto n.7550
www.studiovarotto.com